Colloqui di lavoro

Cosa portare ad un colloquio di lavoro e cosa lasciare a casa

Il colloquio di lavoro rappresenta l’ultimo grande passo verso il lavoro dei tuoi sogni. Infatti, partecipare ad un colloquio significa aver preso parte con successo alla prima fase di selezione, superarlo significa che molto probabilmente otterrai il lavoro, motivo per cui è importante che ti prepari minuziosamente per fare un’ottima impressione sui reclutatori. Leggi questo articolo per sapere tutto quello che devi portare ad un colloquio di lavoro, e anche cosa è meglio lasciare a casa.

Cosa portare ad un colloquio di lavoro 1: materiali e documenti

Comincia ad organizzarti partendo da questa lista di elementi pratici che dovresti sempre portare a qualsiasi colloquio di lavoro. Avrai probabilmente già pensato alla maggior parte di essi, ma potrebbero esserti sfuggiti alcuni dettagli importanti; ripassa questa lista punto per punto per assicurarti di non aver dimenticato nulla:

Indirizzo e mappa del luogo dell’appuntamento

Per evitare di perderti o di arrivare in ritardo, pianifica attentamente l’itinerario verso il luogo dove si terrà il colloquio di lavoro. Controlla bene il nome della via, il codice di avviamento postale e la località, identificando quella giusta, specie se ci sono casi di omonimia nei nomi delle vie. Al momento di ricevere l’invito per il colloquio, assicurati di chiedere tutti i dettagli riguardo all’indirizzo, compreso citofono e piano.

Pianifica anche un itinerario alternativo in caso di traffico o altri inconvenienti. Prenditi il tempo necessario per studiare bene la mappa e parti con largo anticipo. L’ideale è essere presenti sul posto circa 5-10 minuti prima che cominci il colloquio. Porta con te anche una mappa cartacea (può trattarsi semplicemente di un bozzetto su carta che riporti l’indirizzo esatto) nel caso in cui il navigatore elettronico decida di abbandonarti per strada.

Curriculum stampato in varie copie

Se stai per partecipare ad un colloquio, probabilmente avrai già inviato il tuo curriculum a chi di dovere. Ciononostante, non dare per scontato che i reclutatori si siano ricordati di stamparlo e che lo abbiano a disposizione quando ti intervistano. Porta con te, oltre ad un supporto digitale (come ad esempio una chiavetta USB) che contenga il tuo CV, varie copie cartacee (tra le cinque e le dieci) da lasciare ai reclutatori in caso ne abbiano bisogno.

Biglietti da visita

Potrebbero sembrarti retrò, ma i biglietti da visita sono ancora un ottimo modo di fare networking. A volte sono gli stessi reclutatori a chiedere un biglietto da visita, ma potrebbero servirti anche per darli agli altri candidati, i quali potrebbero essere professionisti con i quali creare proficue collaborazioni. Sul biglietto da visita, oltre a nome e cognome, dovranno esser presenti i tuoi dati di contatto (email, numero di telefono, reti sociali professionali). Puoi anche inserire un link (ad esempio un codice QR) al tuo portfolio per un tocco extra di professionalità.

Portfolio

A seconda del settore nel quale lavori, sarà opportuno presentarti al colloquio di lavoro con il tuo portfolio. Indispensabile per artisti e creativi, come fotografi e designer, il portfolio in formato fisico darà una prova diretta e tangibile delle tue qualità professionali. Prenditi il tempo necessario per costruire un book che contenga tutti i tuoi lavori meglio riusciti, ed organizzalo in maniera tale da presentare le informazioni più importanti nelle prime pagine.

Referenze, in varie copie

Alcuni reclutatori potrebbero voler verificare le tue qualità chiedendoti referenze dai precedenti posti di lavoro. Stampa su carta le migliori referenze in tuo possesso. Come per il curriculum, puoi stamparne un numero compreso tra le cinque e le dieci copie. Se dovessero avanzare, potrai sempre riutilizzarle in un altro colloquio.

Penne e blocco appunti

Per risultare degli ascoltatori attivi (leggi a riguardo l’articolo sull’ascolto attivo) è necessario avere con sé il blocco appunti e due penne (provate in precedenza). Il fatto di prendere appunti durante il colloquio di lavoro, infatti, dimostra interesse e cura per i dettagli. Inoltre, se i reclutatori dovessero darti qualche informazione fondamentale, potrai immediatamente riportarla per iscritto. Queste informazioni ti serviranno anche per affrontare in modo corretto il follow-up via email.

Prima di fare una qualsiasi delle cose appena descritte, ricordati di chiedere se puoi prendere appunti durante il colloquio.

Telefono

Il telefono ti servirà per navigare fino al luogo dove si terrà il colloquio, fungerà da supporto digitale per le copie dei documenti più importanti e per fare telefonate nel caso tu ne abbia bisogno. Ricordati di metterlo in modalità silenziosa subito prima di cominciare. Non c’è nulla di peggio che un telefono che squilla ad alto volume durante un colloquio di lavoro; distrarrà te e innervosirà i reclutatori.

Documento di identità

Probabilmente hai già la consuetudine di portare con te il tuo documento di identità (o perlomeno una fotocopia certificata). Assicurati di farlo anche quando vai ad un colloquio di lavoro, dato che potrebbe servirti per passare i controlli di sicurezza aziendali e come prova di identità, oltre a essere indispensabile per firmare il contratto nel caso in cui i reclutatori decidano di assumerti il giorno stesso!

Cartelletta o valigetta

Se segui questa lista di cose da portare ad un colloquio di lavoro, avrai con te vari fogli e documenti, penne, blocco appunti e biglietti da visita. Organizzali bene usando un raccoglitore, una cartelletta o una valigetta che possa contenere in modo ordinato tutto quello di cui hai bisogno. Così facendo, mostrerai professionalità ed organizzazione, ed eviterai di spargere fogli ovunque con la possibilità di dimenticarne alcuni.

Cosa portare ad un colloquio di lavoro 2: elementi immateriali

Esaminati in dettaglio gli elementi pratici da portare con te ad un colloquio di lavoro, passiamo ad analizzare quali sono gli aspetti astratti da tenere in considerazione:

Porta la versione migliore di te

Migliorarsi costantemente dovrebbe essere una delle priorità per ciascuno di noi. Ciononostante, ogni tanto può capitare di lasciarsi andare, ad esempio dopo una sera di festa con gli amici nella quale si è fatto tardi. Evita che questo accada la sera prima di un colloquio di lavoro importante. Concediti invece una buona notte di sonno, magari facilitata da una rilassante tisana alla camomilla. Cerca di non stressarti troppo e fai una bella passeggiata qualche ora prima del colloquio per farti trovare in forma perfetta, sia mentalmente che fisicamente, dai tuoi reclutatori.

Fai le domande giuste

È fondamentale che ti prepari e memorizzi una lista di domande da porgere ai tuoi reclutatori durante la fase finale del colloquio Chiedi ulteriori chiarimenti riguardo al lavoro, alla cultura aziendale o qualsiasi altra cosa, purché pertinente. Dimostrerai proattività e preparazione.

Fai pratica e sii professionale

Esercitati a reperire velocemente le informazioni che ti servono, ad analizzare il tuo curriculum e le tue referenze, a presentare il documento giusto al momento giusto. Evita di scartabellare tra mille fogli disordinati di fronte ai tuoi reclutatori. La pratica rende perfetti; prenditi quindi il tempo giusto per imparare a navigare tra i materiali indispensabili da portare ad un colloquio di lavoro.

Cosa non portare ad un colloquio di lavoro

Vediamo brevemente cosa devi evitare di portare ad un colloquio di lavoro:

Cibo e bibite

Fare un piccolo spuntino prima del colloquio può aiutarti a non avere fame e ad essere più performante dal punto di vista mentale. Ma presentarsi al colloquio sgranocchiando una mela o sorseggiando un caffè non è considerato molto professionale.

Gomma da masticare

Se la usi per rinfrescare l’alito e pulire i denti prima delle occasioni importanti, benissimo. Ricorda però di sputarla prima del colloquio!

Cappelli e occhiali da sole

Non importa quanto ti siano serviti durante il tragitto verso il luogo del colloquio di lavoro; lasciali in macchina (o dove puoi) prima del testa a testa con i reclutatori.

Profumi troppo intensi

Un tocco di profumo è sufficiente. Non metterne troppo, o rischierai di creare fastidio (o addirittura disgusto) nei reclutatori!

Bonus: mini check list per curare gli ultimi dettagli

Se hai preparato il colloquio seguendo i punti elencati precedentemente, sei sulla strada giusta per fare un’ottima impressione sui reclutatori. Usa questa mini check list per affinare anche gli ultimi, ma non meno importanti, dettagli:

Abbigliamento e pettinatura

“Dress for success” è una fantastica espressione inglese che si traduce in “Vestiti per il successo”. A seconda dell’azienda per la quale farai il colloquio, dovrai vestire in modo molto elegante o più casual. Sta alla tua sensibilità scegliere l’abbigliamento adatto. In ogni caso, ordine e pulizia sono imprescindibili.

Smacchiatore rapido

Potresti averne bisogno nel caso in cui il colloquio sia dopo pranzo ed uno schizzo di sugo ribelle abbia deciso di intaccare il candore della tua camicia bianca.

Mentine o gomme da masticare

Utili per rinfrescare l’alito, soprattutto se il colloquio avverrà dopo pranzo o poco dopo la colazione. Se preferisci usare una gomma da masticare, ricordati di sputarla prima che inizi il colloquio.

Deodorante antitraspirante

Usalo il giorno del colloquio per evitare macchie di sudore e odori sgradevoli, che a volte potrebbero presentarsi soprattutto quando ci si trova in situazioni stressanti. Esistono vari prodotti antitraspiranti in commercio; i migliori sono quelli naturali, a base di allume di rocca.

Specchietto

Utile per controllare il proprio sorriso ed evitare di presentarsi al colloquio con tracce di cibo nei denti. Puoi usare anche lo specchietto retrovisore della macchina o lo specchio di un bar.

Articoli correlati:

Articoli correlati

Visualizza altro 

Cosa rispondere alla domanda: "Perché vuoi lavorare con noi?"

Perché vuoi lavorare con noi? È questa una delle domande più comuni posta durante i colloqui di lavoro. Scopri come rispondere in modo semplice ed efficace.

Come prepararsi a un colloquio di lavoro telefonico

Devi affrontare un colloquio di lavoro telefonico? Ecco come prepararsi, quali sono le domande più frequenti e le migliori risposte da dare.