Come descriversi in inglese durante un colloquio di lavoro

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 18 agosto 2022 | Pubblicato in data 11 novembre 2021

Aggiornato in data 18 agosto 2022

Pubblicato in data 11 novembre 2021

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Per molte persone, un colloquio può essere motivo di stress. Presentarsi e descriversi in inglese lo è ancora di più, persino per chi non è alla prima esperienza di colloquio. Partire preparati è sempre consigliabile per apparire agli occhi dei recruiter rilassati e sicuri di sé, come dei veri madrelingua.

Per le risorse umane è importante porre alcune domande specifiche per trovare il candidato ideale. Molte di queste prevedono, più o meno esplicitamente, descrivere se stessi in inglese durante un colloquio di lavoro. Con astuzia e costanza è possibile prepararsi per un colloquio in inglese in tempo. Riuscire a comunicare la tua personalità, i punti di forza, le esperienze e, ovviamente, il motivo per cui desideri il lavoro e credi di essere la persona giusta per il ruolo possono essere tutti punti a tuo favore per la buona riuscita del colloquio.

Una buona pratica prima dell'intervista in inglese è quella di memorizzare qualche frase in lingua e, se possibile, simulare il colloquio con un amico, che può fingersi un recruiter e porgere alcune domande qui proposte. Può essere anche utile registrarsi e riascoltare le proprie risposte per capire dove è possibile migliorarsi.

Ecco alcune espressioni per una perfetta descrizione di se stessi in inglese in un colloquio di lavoro

Da motivo di panico, descrivere se stessi in inglese durante un colloquio può trasformarsi in un'occasione per utilizzare alcune dritte che certamente ti aiuteranno a conquistare il lavoro che desideri. Vediamo come.

Gli aggettivi utili per descrivere se stessi in inglese per un colloquio

Per descrivere se stessi, è necessario conoscere aggettivi capaci di evidenziare gli aspetti positivi e le qualità che si possiedono. Gli aggettivi servono a descrivere la propria personalità e a sottolineare i propri punti di forza. Grazie a questi aggettivi, ottenere una buona descrizione di se stessi in inglese per un colloquio di lavoro sarà molto più semplice. Di seguito ne elenchiamo alcuni che possono tornare utili:

Open-minded - Di mente aperta
Organized - Organizzato
Proactive - Proattivo
Punctual - Puntuale
Reliable - Affidabile
Down-to-earth - Pragmatico
Efficient - Efficiente
Cooperative - Cooperativo
Approachable - Disponibile
Hard-working - Diligente
Serious - Serio
Flexible - Flessibile
Focused - Orientato al risultato
Resourceful - Intraprendente, pieno di risorse
Responsible - Responsabile

Alcuni esempi di frasi per descrivere se stessi in inglese in un colloquio

I'm very hard-working. I put a lot of effort into what I do.
I'm very reliable, you can rely on me to get the job done.
I'm down-to-earth and focused on goals.
I'm resourceful and I always try to give my best.
I'm cooperative with everyone and I never fail.

Comprendere e rispondere alle richieste in inglese dei recruiter

"Tell me a little about yourself" (Parlami di te)

Le prime domande poste dai recruiter servono a far rilassare il candidato e a cercare di rompere il ghiaccio. Durante un colloquio di lavoro in inglese, può capitare di dover descrivere se stessi partendo da alcune domande ricorrenti. Una domanda classica è: "Tell me a little about yourself". È una richiesta aperta, che lascia molte possibilità di conversazione. Oltre ad alcune informazioni sul lavoro attuale e sull'esperienza acquisita in passato, quando si risponde a questa domanda è fondamentale fornire subito alcune prove delle proprie abilità e conoscenze. È importante quindi essere pronti a questa possibilità ed evidenziare le proprie competenze con sicurezza: non serve dilungarsi troppo, ma è fondamentale, in poche ed efficaci frasi, chiarire il motivo per cui si è adatti per quel posto di lavoro e soffermarsi solo sugli aspetti utili ai fini del colloquio in inglese.

Ecco qualche esempio:

  • I'm a natural [quality] (sono naturalmente [inserire aggettivo])

  • I find it rewarding to [say an action regarding that quality] (È qualcosa in cui sono sempre stato bravo e mi piace)

  • I'm good at (Sono bravo a)

  • I'm skilled at (Sono abile in)

  • My strength is (Il mio punto di forza è)

  • (I think) one of my greatest assets is my ability to [skills or abilities]. (Penso che) il mio più grande valore sia la mia capacità di [competenze o abilità]

Leggi anche: “Parlami di te”: come rispondere durante un colloquio di lavoro

"What are your strengths?" (Quali sono i tuoi punti di forza?)

Un'altra domanda classica che può essere posta e che aiuta a descrivere se stessi in inglese durante un colloquio è: "What are your strengths?" (Quali sono i tuoi punti di forza?). Questa domanda è utile per elencare i veri motivi per cui l'azienda dovrebbe assumerti. Anche in questo caso è necessario essere pronti a mostrare gli aspetti migliori di sé, i propri punti di forza per l'appunto, non lasciandosi sorprendere da questa richiesta. Sono certamente utili gli aggettivi sopra elencati, da integrare a frasi più articolate.

Il recruiter utilizzerà le tue risposte per farsi un'idea precisa di te e del tuo valore, quindi è importante fare attenzione a come si risponde: nel caso in cui la posizione oggetto del colloquio richieda una buona capacità di lavorare in gruppo o team, si può descrivere se stessi, ad esempio, come un "great team player" (bravo nel gioco di squadra): questa espressione, infatti, dà l'idea di una persona capace di lavorare con altre persone. Se la velocità e l'efficienza sono valori fondamentali per l'azienda, forse è bene dire: "I have very good time management skills", vale a dire "Ho ottime capacità di gestione del tempo". Per mostrarsi astuti e pronti a ogni difficoltà si consiglia di utilizzare frasi come: "I'm good at problem solving" oppure "I am a trouble shooter".

Quando il lavoro a cui si aspira ha come caratteristica quella di instaurare rapporti con persone terze all'azienda, può essere anche utile spostare l'attenzione sui possibili clienti. Si consiglia in questi casi di dire: "I pay close attention to my customer's needs", vale a dire "Presto molta attenzione alle esigenze dei miei clienti".

Altre frasi che possono tornare utili sono: "I believe my strongest trait is my attention to details" (Credo che la mia caratteristica migliore sia l'attenzione ai dettagli), "I am an excellent communicator" (Sono un eccellente comunicatore) e "I'm good at multitasking" (Sono bravo a fare più cose insieme).

Descrivere i propri obiettivi per il futuro

Un'altra classica domanda che può essere posta durante un colloquio riguarda il futuro. A molti recruiter infatti interessa conoscere i progetti di carriera professionale e gli obiettivi della persona che hanno di fronte, anche in vista dell'assunzione all'interno dell'azienda. "Where do you see yourself in ten years?" ([Dove ti vedi tra dieci anni?) può essere una delle formule utilizzate per conoscere gli obiettivi di carriera e le ambizioni del candidato.

Rispondere a questa domanda permetterà al recruiter di capire se il tuo profilo di carriera è in linea con il ruolo per cui ti stai candidando e valutare se sei adatto all'ambiente lavorativo in questione. Non è certamente una domanda facile a cui rispondere, tant'è che alcuni la considerano una classica "domanda trabocchetto", ma ci sono alcune linee guida generali da seguire se non si vuole sembrare del tutto sprovveduti. Un consiglio utile può essere quello di menzionare le abilità che hai intenzione di acquisire una volta ottenuto il lavoro; puoi citare anche ruoli aziendali di crescita, ma senza esagerare per non sembrare troppo presuntuoso o eccessivamente ambizioso. Devi quindi dare prova di un misto di umiltà e volontà: dimostra il tuo desiderio di acquisire esperienza in quel settore e di apprendere il più possibile e cerca di allinearti agli obiettivi dell'azienda e al settore in cui opera.

Ecco alcune frasi che puoi utilizzare:

"I feel my skills set is a perfect fit for your team and I can contribute by…" (Penso che le mie competenze siano particolarmente adatte al vostro team e posso dare il mio contributo, ad esempio...)
"I'm looking to further my skills as..." (Sto cercando di approfondire le mie competenze come...”)
"I believe your company is an important player in its industry" (Penso che la vostra compagnia abbia un ruolo importante in questo settore)
"I want to further my career in this industry" (Voglio fare carriera in questo settore)

Leggi anche: Obiettivi professionali: esempi e consigli

Dopo questi suggerimenti, preparare una descrizione di se stessi in inglese per un colloquio sarà sicuramente più semplice. Seguendo questi consigli eviterai di incorrere in silenzi e imbarazzi e apparirai preparato e volenteroso agli occhi del recruiter. La prima impressione, com'è noto, può essere determinante in casi come questo e superare lo scoglio della conversazione in inglese è un ottimo inizio per qualsiasi percorso di selezione.

Comincia fin da subito esercitandoti con qualcuno o registrandoti con lo smartphone: la tua sicurezza crescerà passo dopo passo. Mentre ti prepari, ricordati di tenere a portata di mano, anche online, un buon dizionario di inglese per risolvere eventuali dubbi linguistici.

Si prega di notare che nessuna delle aziende menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Colloquio in inglese: come prepararsi e frasi utili

  • Colloquio in inglese: domande e risposte

  • Esempio di colloquio telefonico in inglese

  • Come scrivere un CV in inglese (con esempio)

  • Come scrivere una lettera di presentazione in inglese

  • Esami e certificazioni ESOL: cosa sono, livelli e vantaggi

  • Trasferirsi a lavorare in Inghilterra dopo Brexit

  • Cambridge B2 First Certificate in English (FCE): guida completa


Articoli correlati

Come si scrive una lettera di referenza in inglese - Con esempio

Esplora altri articoli