Crescita professionale

Tutto quello che c’è da sapere per lavorare in team

C'è chi dice che chi fa da sé fa per tre, ma c'è anche chi dice che il lavoro di squadra è uno dei segreti per il successo di un'azienda. E no, non si tratta di un'azienda qualsiasi. Si tratta del gruppo Virgin, perché queste parole sono di Richard Branson, il suo fondatore.

Lavorare in team è la chiave per il successo, quindi. Capacità di condividere un obiettivo, abilità di avere una visione comune, attitudine a creare un processo per un successo collettivo: ecco su che cosa si basa il teamwork. Nel presente articolo, vedremo insieme come lavorare in team in modo efficace.

Cosa significa lavorare in team

Per capire come lavorare in team, dobbiamo prima capire cos'è un team. Possiamo definire un team come un gruppo di persone che hanno caratteristiche personali e competenze professionali complementari, le cui azioni e interazioni sono finalizzate al raggiungimento di un obiettivo comune, condiviso e chiaro.

Per fare un team ci vogliono quindi le persone. E per fare un buon team, ci vuole un buon team leader, ovvero una persona che stia a capo del gruppo e che sappia aggregare i consensi, convogliare le energie verso un obiettivo condiviso e riuscire a mantenere sempre alta la motivazione di tutti i membri del gruppo.

Bene, a questo punto abbiamo capito cos'è un team e come dovrebbe operare. Adesso, vediamo insieme come dovrebbe lavorare, secondo quali modalità e seguendo quali regole.

Come lavorare in team

Per spiegare come lavorare in team, occorre definire alcuni punti fermi, che è necessario considerare come gli elementi fondanti sui quali si deve basare chiunque voglia collaborare in un gruppo in maniera proficua e soddisfacente. Eccoli a seguire:

  • Obiettivo chiaro: è fondamentale definire il traguardo verso il quale tutti i membri del team devono puntare.
  • Ruoli definiti: i ruoli di ciascun membro del team devono essere chiari. Il lavoro è di gruppo ma ciascun componente dovrà mettere in campo le proprie competenze in vista di un obiettivo comune. È quindi importante affidare a ciascuno il ruolo più adatto alla sua personalità e alle sue capacità.
  • Motivazione alta: la motivazione è ciò che incoraggia la persona a portare a termine il lavoro e raggiungere l'obiettivo, migliorando costantemente le proprie performance. È quindi fondamentale che tutti si sentano coinvolti e valorizzati.
  • Ambiente disteso e solidale: deve esserci rispetto fra i vari componenti del team, accettazione e anche fiducia nelle capacità e competenze degli altri membri.
  • Comunicazione aperta, semplice e chiara: questo punto potrebbe ricadere nel precedente, dato che un ambiente positivo non può sussistere se non vi è comunicazione. Il dialogo è alla base di qualsiasi rapporto e lavorare in gruppo richiede un confronto libero e costante, dove le idee vengono scambiate e le necessità espresse.

Quelle che abbiamo appena visto sono delle indicazioni che si possono ritenere valide per qualsiasi gruppo di lavoro, a prescindere dall'ambito professionale in cui opera. Certo è che ogni settore può presentare delle specificità che possono far variare alcuni elementi, magari perché lasciano un raggio di libertà d'azione più o meno ampio per i singoli membri rispetto al leader. Tuttavia, questi punti possono essere presi come riferimento generico da cui partire, per poi valutare il lavoro in questione e capire se vi sono variazioni da apportare.

I membri di un team

Come abbiamo detto sopra e come suggerisce la parola stessa, un team è formato da più persone. Il numero dei membri e il loro ruolo può ovviamente variare, ma la cosa comune a tutti i team è che ogni singolo individuo deve essere in grado di apportare il proprio contributo al progetto e deve quindi rappresentare un valore aggiunto per il gruppo.

Per formare il team, occorre quindi fare un attento lavoro di valutazione per selezionare le persone adeguate.

Detto questo, il ruolo che occorre sì analizzare è quello che resta chiave in qualsiasi gruppo di persone che lavorano insieme per ottenere un risultato comune, ovvero il team leader.

Il ruolo del team leader

Abbiamo appena detto che una squadra ben composta è fatta da persone che possono lavorare insieme in modo efficace. Il primo compito di un bravo team leader è quindi quello di creare la squadra giusta, formata da persone e professionisti capaci di amalgamarsi e unirsi per formare un'unica entità che lavora insieme.

Una volta creata la squadra, il compito di un team leader è riuscire a trovare il modo migliore per far funzionare ogni elemento di questo organismo complesso, in modo da renderlo efficiente. Come? Facendo riferimento ai punti precedenti e quindi motivando ogni componente del gruppo, favorendo lo scambio di opinioni e il dialogo, promuovendo l'ascolto ed essendo un modello positivo. Perché da un leader è proprio questo che ci si aspetta: la capacità di essere un esempio per gli altri.

Difficile e ricco di responsabilità, questo ruolo è anche molto appagante, soprattutto quando il gruppo lavora bene e con successo. Non è facile lavorare in team, ma noi abbiamo degli ottimi suggerimenti che possono aiutare ad affrontare al meglio questa sfida. Continua a leggere.

Consigli e suggerimenti per lavorare in team

Lavorare in team è una sfida continua, perché talvolta è già dura lavorare da soli, immaginiamo quando il risultato finale dipende dal lavoro armonico e coordinato di più persone. Tuttavia, come in ogni cosa, è questione di abitudine e di seguire qualche piccola regola che con il tempo verrà naturale applicare.

Qui sotto, una lista di elementi imprescindibili per rendere una squadra vigorosa e produttiva:

Serietà

Ciascun membro deve mostrarsi serio e affidabile, rispettando gli impegni ed essendo puntuale. Il ritardo di uno ha un impatto sul lavoro anche degli altri. Quindi, tutti devono mantenere la concentrazione e rispettare le scadenze, completando le proprie attività secondo i tempi e le modalità stabiliti.

Schiettezza

Ogni persona è diversa ed è difficile che tutti si pensi allo stesso modo. Per questo motivo, è importante essere educati ma schietti e trasparenti. Trovare il modo di esprimere i propri sentimenti e le proprie sensazioni in maniera pacata e serena gioverà al processo e al risultato finale.

Ascolto attivo

In pratica, completa attenzione al messaggio dell'interlocutore. Ascoltare i colleghi evitando distrazioni, per rispondere in maniera pensata e consapevole. Questo tipo di ascolto si differenzia da quello passivo che è superficiale e limita l'interazione.

Partecipazione

Un gruppo è essenzialmente le persone che lo compongono, che ne costituiscono la linfa e l'essenza vitale. Lavorare in team vuol dire quindi essere parte, assolutamente attiva, di un processo all'interno del quale devono trovare spazio tutti gli attori che sono coinvolti, ognuno con il proprio compito e il proprio ruolo in vista dell'obiettivo comune.

Condividere idee, spunti, riflessioni, proposte, dubbi e timori, informare gli altri sul proprio operato e tenersi informati su quello altrui sono atteggiamenti essenziali per riuscire a fare in modo che ogni attività sia perfettamente integrata con le altre.

Cooperazione

L'aiuto e il supporto reciproci sono la base fondante di qualsiasi gruppo di lavoro. Si lavora in gruppo, l'azione è comune e quindi non c'è proprio modo che un singolo abbia successo senza che lo abbia il team nel suo complesso.

Flessibilità

Tante persone significa tante teste, e quindi tante esigenze, tante necessità, tanti modi di lavorare differenti e tante strategie operative. Questo implica tolleranza, flessibilità e capacità di adattamento. Non è detto che il nostro personale punto di vista sia quello più giusto e lavorare in gruppo è sicuramente uno spunto per metterlo in discussione.

Impegno

L'impegno è la chiave di qualsiasi risultato, individuale o di gruppo che sia. Qualsiasi successo che avrai ottenuto, sarà dovuto al fatto che ti sei impegnato. Non sottovalutare l'impegno neanche quando lavori con più persone.

Bene, a questo punto speriamo di averti chiarito un po' le idee su cosa significa lavorare in team. Nel mondo del lavoro attuale, capita sempre più spesso di dover lavorare in squadra, perché i ritmi sono frenetici e le mansioni articolate. Spesso i processi aziendali sono basati su vere e proprie catene di montaggio, dove ciascuno ha un ruolo che ha un impatto rilevante sull'insieme.

Ci sono persone che preferiscono lavorare in gruppo e altre singolarmente. C'è chi apprezza svolgere tutto in completa solitudine e chi invece non vede l'ora di confrontarsi e collaborare. Non sappiamo quale sia il tuo caso ma se ti dovesse capitare di entrare a far parte di un team di lavoro, rileggi in tutta calma i nostri consigli e cerca di metterne in pratica quanti più possibile. Andrai alla grande!

Articoli correlati

Visualizza altro 

I nostri consigli per un pranzo di lavoro perfetto

Pranzo di lavoro: tutti i nostri consigli e trucchi per renderlo perfetto, dalla scelta del ristorante al conto, passando per la scelta dell’abito e del menù.

Come scrivere una mail formale di lavoro

Come si scrive una mail formale di lavoro? Scopri i nostri consigli per scrivere in modo professionale, evitare errori comuni e conquistare il tuo destinatario.