Come creare un CV infografico e quando usarlo

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 19 settembre 2022 | Pubblicato in data 3 gennaio 2022

Aggiornato in data 19 settembre 2022

Pubblicato in data 3 gennaio 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Un curriculum infografico può essere un ottimo modo per dare risalto a competenze ed esperienze pregresse, soprattutto se sei alla ricerca di un lavoro in ambito creativo o hai l'esigenza di distinguerti per catturare l'attenzione del recruiter. In questo articolo ti spiegheremo che cos'è un curriculum infografico, quali sono i suoi vantaggi, quando va bene usarlo e come realizzarne uno di successo.

Cos'è un curriculum infografico

Un curriculum infografico sfrutta grafici e immagini per veicolare le tue informazioni più rilevanti. Invece della classica suddivisione a sezioni testuali del CV Europass, in questo tipo di formattazione userai colori, font accattivanti e icone per raccontare chi sei, che esperienze hai e quali sono i tuoi punti di forza e i tuoi obiettivi.

Se fatto bene, un curriculum infografico è uno strumento molto potente perché è semplice da leggere: con un solo sguardo i recruiter possono individuare subito le informazioni chiave e farsi anche un'idea di te come persona.

Quando usare il curriculum infografico

Scrivere un curriculum di qualità richiede ore e ore di impegno, eppure i datori di lavoro e i recruiter impiegano solo pochi secondi a stabilire se meriti di passare alla fase successiva: il colloquio. Come puoi aumentare le tue probabilità di successo? Come puoi assicurarti che il selezionatore si ricordi di te? Il curriculum infografico può essere la soluzione.

Vediamo alcune delle situazioni in cui avere un curriculum infografico può davvero giocare a tuo vantaggio.

Lavori artistici

Se sei un artista ti verrà spontaneo scartare il classico CV in formato europeo a favore di un approccio più creativo: il formato infografico ti permette effettivamente di fare questo restando nei parametri professionali. Figure professionali come fotografi, lavoratori dello spettacolo, tatuatori, disegnatori, grafici, ma anche stilisti, designer e architetti possono trarre grande vantaggio da un curriculum infografico.

Comunicazione e creatività

Il settore della comunicazione è fra i più indicati per un curriculum infografico. Questo formato consente non solo di esprimere la propria personalità (essenziale per chi lavora nella comunicazione), ma anche di organizzare in modo compatto ed efficace tante informazioni. Ad esempio, puoi raccogliere in grafici i dati sui progetti realizzati o sui clienti con cui hai collaborato, mettere in evidenza corsi e master che hai frequentato o illustrare i settori in cui operi principalmente. Nel settore della comunicazione possiamo trovare professionisti del marketing, traduttori e interpreti, autori e chi opera nella pubblicità, nelle relazioni pubbliche o nell'organizzazione di eventi.

Chi è senza esperienza

Hai appena concluso gli studi e non hai esperienze da aggiungere al curriculum, oppure stai cercando di entrare nel mondo del lavoro dopo tanti anni senza un impiego? O forse stai cercando di cambiare completamente ambito lavorativo e tutta l'esperienza maturata finora non è rilevante per la posizione a cui ambisci? Il curriculum infografico ti permette di "riempire" il foglio facendolo risultare più completo, nonostante il campo dell'esperienza sia pressoché vuoto.

In questo caso potrai dare risalto agli studi o alle tue soft skills e hard skills, che oggi sono altrettanto importanti durante la fase di valutazione dei profili.

Leggi anche: Come scrivere il primo curriculum vitae

Lavori tecnici

Sebbene in alcune aziende o ambiti lavorativi si preferisca ancora una formalità più classica (ad esempio nelle banche, negli studi legali o in generale nell'ambito finanziario e assicurativo), ci sono molti altri settori in cui i CV infografici si dimostrano efficaci ed esplicativi. Se lavori nell'IT, ad esempio, puoi sfruttare questo formato per valorizzare numeri, dati, certificazioni e qualsiasi altra informazione chiave per conquistare la posizione lavorativa a cui ambisci. Ingegneri, ricercatori, professionisti informatici, chi lavora in ambito medico-sanitario, veterinari, project manager, analisti o SEO specialist sono solo alcuni dei professionisti tecnici che possono sfruttare un curriculum infografico per mettere in risalto i propri punti di forza attraverso percentuali, grafici e numeri.

Come creare un curriculum infografico da zero

Ecco come creare un curriculum infografico da zero in sei semplici mosse:

1. Crea la bozza della struttura

Inizia a scrivere quali sezioni vorresti inserire nel CV e pensa agli elementi grafici che vorresti usare per contenere queste informazioni. Ti consigliamo di includere:

  • Intestazione

  • Skills

  • Esperienza professionale

  • Istruzione

  • Traguardi e riconoscimenti

Inizia da una ricerca per immagini su Internet, cerca spunti e annota tutte le idee che vorresti sfruttare. Puoi anche stampare qualcosa per avere un modello a portata di mano da cui prendere ispirazione senza continuare a cambiare pagina sul computer.

2. Cerca un template o crea il tuo design

Se sei abile con la grafica puoi partire da un foglio bianco e creare qualcosa di davvero unico ma se, come la maggior parte di noi, preferisci usare un modello da personalizzare, esistono tanti siti dove puoi trovare template già pronti che potrai riempire con le tue informazioni.

  • Scegli uno stile chiaro e gradevole alla vista

  • Usa font leggibili

  • Non inserire troppi colori

  • Scegli un formato e un layout in linea con il lavoro per cui vuoi candidarti

3. Scegli gli elementi grafici

Il curriculum infografico è molto utile per organizzare le informazioni in modo pratico e immediato. Ecco una lista di tutti gli elementi grafici che puoi utilizzare:

  • Foto: il formato si basa sulla grafica, quindi inserire una tua foto nell'intestazione darà un'impronta ancora più personale all'intero documento.

  • Grafici e statistiche: lascia che siano i numeri a parlare. Usa grafici e statistiche per illustrare i tuoi anni di esperienza nel settore, il numero dei clienti che hai avuto, le tue percentuali di successo, i premi che hai ricevuto e a quale livello padroneggi lingue straniere o software.

  • Linea temporale: questi piccoli banner sono estremamente utili per raccogliere in modo visivamente semplice e accattivante informazioni come percorso di studio, lavoro, traguardi e altri dettagli rilevanti che hanno una collocazione precisa nel tempo.

  • Loghi: mettere i loghi dei tuoi clienti o delle aziende per cui hai lavorato è più d'impatto rispetto a una semplice lista dei nomi in un paragrafo. Il logo dà autorevolezza al CV e quindi anche a te come professionista. Ricorda però di non limitarti a inserire i loghi delle aziende per cui hai lavorato.

  • Titolo: nell'intestazione puoi creare un titolo per il tuo CV. Scegli una frase breve che attiri l'attenzione e dica a chi legge chi sei e cosa sai fare. Ad esempio, "Fotografo freelance specializzato in cerimonie ed eventi", "Data analyst con 8 anni d'esperienza" o "Insegnante di scuola primaria con conoscenza del linguaggio dei segni".

  • Icone: le icone sono molto utili in questo tipo di curriculum perché puoi usarle sia come elemento grafico per evidenziare qualcosa (ad esempio come puntine al posto dei classici punti elenco) sia come vero e proprio mezzo per fornire un'informazione (ad esempio le icone dei social media per raggruppare le tue informazioni di contatto, quelle dei software che conosci e i tuoi interessi).

4. Scrivi un'introduzione efficace

Un curriculum infografico contiene pochissimo testo, davvero il minimo indispensabile, perché comunica attraverso le immagini, le icone e i grafici. Una parte testuale che però non deve mancare è la tua introduzione personale. Ricorda che questa breve presentazione deve essere mirata al ruolo per cui ti stai candidando. Metti in evidenza tutti i tuoi punti di forza principali, le tue abilità chiave e le tue esperienze di maggior valore, condensando il tutto in tre (massimo quattro) righe.

5. Fai un test

Non appena avrai completato il tuo prototipo, stampalo e verifica che sia tutto chiaro e leggibile. La maggior parte delle aziende visualizza i CV direttamente dal computer ma non puoi sapere se la persona che analizzerà il tuo preferirà stamparlo, quindi devi giocare d'anticipo. C'è però un ultimo ostacolo: agli altri piacerà?

L'hai fatto tu, hai scelto tutti gli elementi e riflette i tuoi gusti, però non è detto che gli altri lo troveranno chiaro e allettante. Coinvolgi amici, parenti, ex colleghi e compagni o conoscenti e confronta le loro opinioni. Ascolta eventuali suggerimenti e correggi possibili errori (ricorda di usare un correttore ortografico). Quando la maggior parte dei feedback ricevuti sarà positiva, il CV sarà pronto.

6. Imposta il formato

I formati grafici disponibili sono tanti, il tuo però è un curriculum e come tale il formato migliore è il PDF. Evita di inviare formati diversi che potrebbero essere eliminati dai filtri di posta o non essere leggibili perché il datore di lavoro non ha il programma adatto per aprire l'allegato. Ogni immagine può essere trasformata in PDF: con una semplice ricerca online puoi trovare decine di alternative gratuite per eseguire questa operazione.

Ultimi 3 consigli per creare un CV infografico di successo

  1. Scegli un approccio semplice: scegli un tema e dosa gli elementi per creare un insieme armonioso, semplice e chiaro. Un errore comune è realizzare pagine troppo piene di elementi che sono difficili da leggere.

  2. Una sola pagina: se è preferibile avere una sola pagina di curriculum tradizionale, è ancora più importante che quello infografico sia visualizzabile per intero a colpo d'occhio.

  3. Inserisci le informazioni principali in alto: il tuo CV verrà valutato in pochi secondi, quindi inserisci tutte le informazioni più importanti nella parte che viene letta con più facilità, vale a dire quella in alto. Se il tuo punto forte è l'esperienza, fai in modo che sotto la presentazione breve ci sia subito la sezione dell'esperienza. Se sono le tue competenze trasversali a essere importanti, sarà questa la sezione da inserire più in alto.

Cosa inserire sul curriculum infografico: esempio

Nome Cognome
Fotografo
Indirizzo completo
Email
Telefono
Sito web – Portfolio online – Social media professionali

Sono un fotografo professionista dal forte spirito creativo con 5 anni di esperienza nel settore moda. Ho partecipato ad oltre 200 sfilate nazionali e internazionali, molte delle mie foto sono state pubblicate su riviste di settore e siti web. Di recente alcune mie foto sono state scelte per una mostra dedicata ad Armani.

ESPERIENZA PROFESSIONALE

Fotografo
Studio fotografico & set eventi “ModeAvantgarde”, Milano
Giugno 2017 ad oggi

  • Oltre 200 sfilate fotografate

  • Creazione campagne pubblicitarie

  • Photo editing

  • Organizzazione set e scelta fondali e accessori

  • Realizzazione book fotografici collezioni

Fotografo
Studio fotografico “Obiettivo Foto”
Gennaio 2014 – marzo 2017

• Servizi fotografici a domicilio (eventi pubblici e privati) per circa 350 eventi
• Gestione e trasporto attrezzatura
• Formazione giovani fotografi

EDUCAZIONE

2011 - Laurea in fotografia
Università IED di Milano

COMPETENZE

  • Software professionali: Photoshop, Lightroom, Pixlr Editor, Adobe Illustrator.

  • Tecniche avanzate: gestione della luce e fasi di post-produzione, uso di droni e attrezzatura fotografica d’avanguardia

Abilità

  • Ottima comunicazione

  • Abilità di lavorare in team e in modo indipendente

  • Precisione e puntualità

CERTIFICAZIONI

  • Master in photo editing avanzato (80 ore), Milano, 2018.

  • Patente di pilota per droni, 2020.

MOSTRE

  • Mostra Armani nel tempo, Milano, 2018
    Cinque scatti esposti nella sala principale, sul sito dell'evento e sul catalogo ufficiale

Si prega di notare che nessuna delle aziende menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Lavori creativi: ecco i più richiesti e come trovarli

  • Formato CV: quale modello di Curriculum usare?

  • Come fare un curriculum artistico (con esempi)

  • Come fare un Curriculum Vitae formato europeo (Europass)

  • Curriculum vitae in Powerpoint: come crearlo, vantaggi, svantaggi


Articoli correlati

Come creare un curriculum creativo e fare colpo

Esplora altri articoli