Come fare un curriculum artistico (con esempi)

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 23 novembre 2022 | Pubblicato in data 23 febbraio 2022

Aggiornato in data 23 novembre 2022

Pubblicato in data 23 febbraio 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Sei una persona creativa, fuori dagli schemi, che guarda la vita sempre da una prospettiva diversa? Ora che stai cercando lavoro e devi mettere nero su bianco esperienza e competenze, hai la sensazione che quel formato classico e "schematico" dell'Europass non sia adatto a te e alle tue esigenze: quello che stai cercando è, infatti, un curriculum artistico. Seppur la fantasia è una delle tue doti principali, è difficile capire come conciliare la creatività con la scrittura del CV, in modo che risulti sia artistico che efficace. Non preoccuparti, noi siamo qui apposta per aiutarti. In questo articolo abbiamo raccolto consigli ed esempi utili per creare un CV che non passi inosservato.

Leggi anche: Capacità e competenze artistiche: come aggiungerle al CV

A chi serve un curriculum da artista?

Se è vero che un curriculum in formato classico può essere adatto a tutte le professioni, ce ne sono alcune che vengono valorizzate da un approccio più artistico, visto che la creatività è parte integrante del loro lavoro. Un curriculum artistico comunica lo stile di chi l'ha creato, la sua personalità, è una vera e propria forma di comunicazione non verbale che entra subito in connessione con gli occhi di chi legge.

Alcuni professionisti che possono trarre grande vantaggio da un curriculum artistico, sono:

  • Attori

  • Direttori artistici

  • Disegnatori, illustratori o animatori

  • Registi

  • Designer

  • Fotografi

  • Scenografi

  • Stilisti

  • DJ e musicisti

  • Cantanti

  • Ballerini

  • Architetti

  • Scrittori

  • Copywriter ed editor

  • Social media manager

  • Webmaster

  • Organizzatori di eventi

  • Make up artist

  • Consulenti d'immagine

  • Personal shopper

  • Artigiani

Qualsiasi lavoro di tipo creativo è perfetto per un curriculum artistico.

Come scrivere un curriculum artistico in 4 passaggi

Un curriculum standard non è in grado di dare il giusto valore alle peculiarità di chi lavora con l'arte. Fare una lista puntata di studi, esperienze pregresse e competenze tecniche è limitante anche perché molto spesso queste professioni hanno canoni di selezione che si basano su aspetti del tutto diversi. Un CV artistico può essere plasmato sulle tue necessità, proprio come un pezzo di creta da cui creare una bellissima scultura. Ad esempio potresti aggiungere sezioni ad hoc per il tuo profilo, come quella “Portfolio” o una “Bibliografia”. Inizia a pensare a tutto quello che vorresti inserire. Usa proprio carta e penna, ti aiuterà a entrare più in sintonia con ciò che stai facendo. Una volta che avrai raccolto tutte le idee, organizzale usando questi passaggi:

Step 1: artistico sì, ma breve e d'effetto

In un curriculum da artista non devi preoccuparti di scrivere tutte le informazioni in paragrafi puntati come in un modello tradizionale, è proprio questo il bello. Puoi alternare infografiche a parti testuali, a seconda della rilevanza dei contenuti. Crea un documento gradevole alla vista, armonico, ma ricorda che anche la brevità ha una grande importanza. Un buon CV non dovrebbe mai andare oltre la singola pagina, massimo due. Sfrutta bene lo spazio per mettere in evidenza i tuoi punti di forza e le parti che interessano di più chi esaminerà il tuo profilo.

Step 2: parti dalle informazioni di contatto

Nella prima sezione in alto devi inserire il tuo nome e le informazioni di contatto, proprio come faresti in un CV standard. Non devono mai mancare indirizzo, numero di telefono ed e-mail, ma se hai sito web, portfolio online, pagine social rilevanti al tuo lavoro, canali YouTube o qualsiasi altro link utile a mostrare ciò che sai fare, assicurati di dargli risalto in questa parte.

Step 3: aggiungi il percorso di studi

Ricorda: in un curriculum da artista vogliamo dare risalto solo alle cose davvero importanti: metti solo gli studi rilevanti, inclusi eventuali master e corsi specifici per la tua professione. Se non hai studi particolari da mostrare, puoi omettere questa sezione o darle poco spazio, basta anche un brevissimo accenno.

Step 4: metti in luce esperienza e traguardi professionali

Niente elenchi classici dei lavori svolti nella tua vita, questa è la tua occasione per colpire nel segno e mettere in mostra tutto quello che hai saputo realizzare fino ad oggi come artista. Se hai fatto commissioni, mostre, se hai ricevuto dei premi o se hai pubblicato qualche tuo lavoro, crea delle sezioni distinte:

Mostre

Aver partecipato come artista a delle mostre indica che il tuo lavoro è di qualità, apprezzato e ricercato. Fai un elenco di tutte le mostre, grandi o piccole che siano, che hai realizzato o a cui hai preso parte. Metti l'anno (sempre in ordine cronologico inverso), il tipo di mostra e il nome, la location dell'evento.

Ad esempio:

MOSTRE:

2021 - Selezione di opere incluse nella mostra fotografica (nome della mostra) presso (luogo)

2020 - Mostra personale (Titolo della mostra) presso (luogo)

Puoi menzionare anche organizzatori, curatori, collaboratori o giudici, soprattutto se sono nomi conosciuti.

Premi e riconoscimenti

Premi e riconoscimenti sono forti indicatori del tuo talento e sono elementi di grande spicco sul tuo curriculum da artista. Anche in questo caso ti consigliamo di inserirli partendo dall'anno in cui ti sono stati conferiti, aggiungi poi il nome del premio, il nome dell'ente che te l'ha assegnato e il luogo.

Ad esempio:

2021 – Premio XYZ, Festival delle arti fotografiche “XY”, Org. Comune di Milano, Milano

Pubblicazioni

Se i tuoi lavori sono stati scelti per delle raccolte o se hai pubblicato tu qualcosa di personale, crea una lista in ordine cronologico inverso ma senza partire dall'anno di pubblicazione, bensì dal nome dell'autore.

Usa questo formato:

Nome Cognome autore, “Titolo della tua opera”, Nome della pubblicazione, Data per esteso

Ad esempio:

Mario Rossi, “Luce notturna”, raccolta “Scatti suggestivi”, 12 agosto 2019

Oppure, nel caso di tuoi libri pubblicati:

Tuo nome e cognome, “Titolo del libro”, Eventuale collana di appartenenza, Data per esteso

Ad esempio:

Anna Bianchi, “Racconti fiabeschi”, primo volume collana “Storie per la buona notte”, 10 Luglio 2015

Commissioni

Se ti hanno commissionato un lavoro per un cliente importante, un ente pubblico o privato, fallo sapere a chi legge con una sezione in evidenza. Per presentare le commissioni nel modo giusto, inserisci l'anno, il nome del cliente (se possibile), il nome dell'opera, il formato, la tecnica usata.

Ad esempio:

2018 – Scuola elementare XY, “Ricicliamo per il domani”, Installazione 200 x 150 cm realizzata con oggetti riciclati portati dai bambini

Laboratori, corsi e inviti

Se hai tenuto dei corsi, che tu sia stato ospite d'onore o oppure ti abbiano chiesto di fare un discorso, sono tutte esperienze rilevanti in cui hai dimostrato di poter e saper condividere le tue conoscenze con altre persone. Per cui, fanne tesoro: scrivilo sul curriculum, anche se l'evento era piccolo. Partecipare a questo tipo di iniziative dimostra che hai una certa credibilità all'interno della comunità artistica di cui fai parte, ti conferisce autorevolezza, e in fase di selezione dei profili potrebbe fare la differenza.

Includi data, nome dell'evento o del corso, luogo e città.

Ad esempio:

2019 – “Corso di Photoshop”, Corsi serali per adulti, Università XY, Torino

Come scegliere gli elementi grafici

Ora che sai come impostare i contenuti, dedichiamo qualche istante alla formattazione grafica. Poco importa se scegli di usare un template o di creare tu la struttura, ci sono alcuni elementi che possono valorizzare il tuo curriculum artistico e (soprattutto) permetterti di ordinare i contenuti in modo che risultino armonici e coesi. Vediamo quali:

  • Foto: il curriculum artistico esprime la tua personalità, aggiungendo una tua foto darai più dimensione a quanto scritto e sarà quasi impossibile dimenticarti.

  • Linea temporale: una linea temporale è un elemento grafico tanto semplice quanto funzionale. Potrai inserire formazione, riconoscimenti o altri elementi espressi in ordine cronologico occupando pochissimo spazio. Con una linea temporale potrai rendere più interessanti sezioni scarne perché l'impatto grafico le farà risaltare di più.

  • Loghi: hai lavorato per aziende o clienti noti? Inserisci i loro loghi e il tuo curriculum sarà immediatamente più d'impatto. Il bello dei loghi è che hanno un effetto emotivo immediato su chi li vede, ti faranno sembrare ancora più competente e professionale.

  • Icone: le icone sono utilissime in questo tipo di curriculum perché puoi usarle per evidenziare qualcosa (ad esempio al posto dei punti elenco potresti usare una spunta verde) o in sostituzione di una o più parole, ad esempio le icone dei social media con accanto il link al tuo profilo.

Prima di inviare, chiedi un feedback

Ci sei, hai finalmente terminato di creare il tuo curriculum artistico. Sappiamo che la tentazione di inviarlo subito è grande, ma non avere fretta. C'è ancora un ultimo passaggio che devi fare prima di poterti riposare: chiedere il parere degli altri. Coinvolgi parenti, amici, colleghi e ascolta i loro feedback. Non si tratta di valutare il solo aspetto grafico, il tuo scopo è sapere se le informazioni che hai inserito sono tutte chiare e comprensibili.

Hai controllato bene il testo? Non ti sarà scappato qualche errore di battitura? Quando ci si concentra così tanto su altri aspetti e si è sotto pressione, l'ortografia può risentirne. Scegli una o due persone dotate di un buon occhio critico e chiedigli di fare una verifica. Inviare un curriculum con degli errori ortografici, anche se minimi, darà l'idea che hai messo poca cura nella stesura dei contenuti ed essere penalizzati per qualcosa di così futile sarebbe davvero un peccato.

Si prega di notare che nessuna delle aziende, istituzioni odorganizzazioni menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Il modello è riportato solo a scopo illustrativo. Potrebbero essere necessarie ulteriori formattazioni per soddisfare gli standard.

Articoli correlati:

  • Come creare un curriculum creativo e fare colpo

  • Come creare un CV infografico e quando usarlo

  • Curriculum vitae in Powerpoint: come crearlo, vantaggi, svantaggi

  • Formato CV: quale modello di curriculum usare?

  • Lavori creativi: ecco i più richiesti e come trovarli

  • Il pensiero creativo nel lavoro: perché è importante e come svilupparlo

  • Le migliori alternative a PowerPoint per presentazioni



Articoli correlati

Come scrivere un curriculum vitae personalizzato

Esplora altri articoli