CV e lettere di presentazione

Come scrivere una lettera di presentazione da neolaureato

Una volta terminato il percorso di studi, è tempo di entrare nel mondo del lavoro e, come in ogni altro ambito, è importante partire con il piede giusto. Se hai da poco conseguito una laurea e vuoi scrivere una lettera di presentazione che sia in grado di introdurti con successo nel mondo del lavoro e di attirare l'attenzione dei recruiter, questo è l'articolo che fa per te.

Come scrivere una lettera di presentazione post-laurea

La lettera di presentazione è un documento molto importante, anche per chi ha da poco conseguito la laurea e non ha ancora esperienze lavorative. Molte persone tendono a concentrarsi sul curriculum vitae, ma presentare una buona lettera di accompagnamento è altrettanto importante e può contribuire ad attirare l'attenzione dei recruiter.

Anche se non sempre negli annunci di lavoro si richiede una lettera di presentazione, prendi tu l'iniziativa e allega sempre alla tua candidatura una lettera motivazionale, è un ottimo punto di partenza per fare una buona impressione e magari per distinguersi dalle altre persone che partecipano alla selezione.

La lettera di presentazione serve a comunicare le caratteristiche, le peculiarità e i punti di forza che è più difficile far emergere dal CV. Dunque, ricordati che non deve essere una copia del curriculum, ma contenere informazioni aggiuntive e più approfondite.

A che cosa serve la lettera di presentazione post-laurea

Abbiamo detto che la lettera motivazionale serve ad accompagnare il CV, adesso ti spieghiamo come e perché è particolarmente importante allegarla alla candidatura, soprattutto in determinati casi.

Se hai appena concluso il tuo ciclo di studi, c'è un'alta probabilità che il tuo curriculum sia breve e non molto accattivante, perché privo di esperienze rilevanti dal punto di vista professionale. È proprio per questo motivo che la lettera di presentazione è fondamentale.

Nella lettera di presentazione puoi far emergere aspetti del tuo carattere importanti, come la tua voglia di fare, il tuo desiderio di accrescere le tue competenze in ambito professionale e soprattutto la tua voglia di imparare. In poche parole, la lettera motivazionale ti dà la possibilità di sopperire alla mancanza di esperienza con l'entusiasmo.

Come scrivere una lettera di presentazione da neolaureato

Quando si invia una lettera di presentazione a un'azienda, è importante personalizzarla. È infatti sconsigliato usare un formato standard da inviare per ogni candidatura. Ricordati dunque di inserire sempre il nome dell'azienda e del ruolo per cui ti candidi e di menzionare alcune competenze che si agganciano nello specifico alla posizione offerta.

Per velocizzare la stesura della lettera motivazionale, puoi seguire la scaletta e preparare una base neutra, che può andar bene per ogni candidatura, da personalizzare e arricchire in un secondo momento in base alla posizione per cui andrai a candidarti.

La struttura

Per velocizzare la stesura della lettera motivazionale, puoi seguire questa scaletta e preparare una base neutra, che può andar bene per ogni candidatura, da personalizzare e arricchire in un secondo momento in base alla posizione per cui andrai a candidarti.

Intestazione

Come ogni lettera, anche quella di presentazione va indirizzata a un destinatario specifico. Nel caso in cui tu non conosca il nome della persona addetta alla selezione, prova a fare una ricerca su Internet (sul sito web dell'azienda o sulla sua pagina LinkedIn). Se non riesci a reperire nessun nome, opta per un'intestazione generica, per esempio: “Spett.le / Gentile / Stimabile Responsabile delle Risorse Umane”.

Introduzione

In questa prima parte, fa' un breve accenno al tuo percorso di studi e specifica brevemente la posizione per la quale ti candidi. Ti consigliamo di citare anche l'argomento della tua tesi di laurea: potrebbe incuriosire i recruiter e magari diventare materia di conversazione durante il colloquio.

Corpo del testo

Entriamo adesso nel punto più importante della lettera di presentazione. Quello che scriverai potrà aumentare le tue possibilità di ottenere un colloquio di lavoro. Metti in risalto le tue doti, descrivi perché desideri la posizione lavorativa per cui ti candidi, e soprattutto spiega perché potresti essere tu la persona giusta per quel ruolo. Ricorda di far emergere il tuo entusiasmo e la tua voglia di imparare: queste doti sono molto importanti per chi è in cerca di un profilo junior, perché l'azienda dovrà investire nella sua formazione.

Saluti

L'ultima parte della lettera è riservata ai saluti. Usa questo spazio per ringraziare il destinatario dell'attenzione e del tempo che ti è stato concesso e cogli l'occasione per ribadire il tuo interesse nell'azienda. Un esempio per concludere la tua lettera di presentazione con dei ringraziamenti e dei saluti adeguati può essere: “RingraziandoLa per la cortese attenzione accordatami, Le porgo i miei cordiali saluti”.

La forma

È vero che la lettera di presentazione ti dà l'opportunità di approfondire i tuoi punti di forza e di integrare le informazioni che hai inserito nel tuo curriculum vitae, ma è importante non esagerare inserendo troppi dettagli. Tieni presente che per ogni offerta di lavoro i recruiter ricevono centinaia, a volte addirittura migliaia, di candidature. A causa dell'alto numero di proposte, il tempo a disposizione per la lettura di ogni CV – e della corrispettiva lettera di presentazione – non supera, di solito, i due minuti.

Ecco perché essere sintetici nello scrivere la lettera di presentazione è fondamentale. La misura perfetta per una lettera motivazionale post-laurea è di circa quindici righe. Dilungarsi ulteriormente è controproducente: servirebbe solo a far calare l'attenzione di chi la sta leggendo.

Se ti rendi conto di aver scritto troppo, rileggi la tua lettera, sottolinea le parti che ti sembrano meno rilevanti ed eliminale.

Il registro

Come in ogni documento, è importante curare il registro e lo stile. Innanzitutto, ti suggeriamo di usare la lettera maiuscola per i pronomi allocutivi come “Lei”, “Voi”, “Suo”, anche quando si trovano in forma enclitica (per esempio “porgendoLe”). Quest'uso non risponde a una vera e propria regola grammaticale, è una convenzione stilistica, ma è molto importante perché indica una forma di rispetto nei confronti di una persona che non si conosce.

Visto che ti rivolgi alla persona che potrebbe decidere se assumerti o meno, usa sempre un tono formale, evita l'uso di termini dialettali e gergali e fa' attenzione a non esprimerti in modo colloquiale: stai cercando un lavoro, non dei nuovi amici.

Se hai conoscenze nel settore per cui ti candidi, sottolineale usando dei tecnicismi o dei termini specifici: i recruiter ne rimarranno sicuramente colpiti.

Ortografia e punteggiatura

Un altro aspetto fondamentale è quello della correttezza linguistica. Usa frasi semplici e chiare e soprattutto fa' attenzione a non commettere errori grammaticali. Rileggi sempre il testo da capo a fondo almeno un paio di volte prima di inviarlo.

Fa' buon uso della punteggiatura. Di seguito ti ricordiamo alcune regole fondamentali nell'uso dei segni di interpunzione.

  • Virgola. La virgola serve a separare gli elementi di un argomento, a segnalare una frase incidentale (cioè inserita all'interno di un'altra frase) e a collegare due proposizioni coordinate. Ricordati che inserire la virgola tra soggetto e verbo e tra verbo e complemento è un errore grave.
  • Punto e virgola. Il punto e virgola serve a segnalare una pausa più forte della virgola e meno importante del punto fermo; puoi usarlo per mettere in rilievo una frase all'interno di un periodo complesso, così da isolare il concetto e rallentare il flusso della lettura senza interromperlo.
  • Punto Fermo. Il punto fermo segna la fine di un periodo. Indica che nel periodo successivo si parlerà di qualcosa di diverso rispetto a quello che si è appena concluso.
  • Due punti. I due punti segnalano una “conseguenza”, qualcosa che dimostra o chiarisce quando si è appena affermato: la conseguenza logica di un fatto. I due punti si usano anche per introdurre un elenco.

Esempio di una lettera di presentazione post-laurea

Terminiamo la nostra guida alla stesura di una lettera di presentazione post-laurea fornendotene un esempio. I puntini di sospensione indicano gli spazi che andranno riempiti con i dati personali: l'anno di conseguimento della laurea, il titolo della tesi.

La seguente lettera è stata scritta da un'ipotetica persona che si è appena laureata in marketing e che vuole candidarsi al ruolo di Junior Copywriter.

Oggetto: Candidatura Junior Copywriter

Nome, cognome
indirizzo di residenza
recapito telefonico
indirizzo e-mail

Spett.le Responsabile delle Risorse Umane,

ho appreso della posizione aperta di Junior Copywriter presso la Vostra azienda e pertanto vorrei sottoporre alla Sua cortese attenzione la mia candidatura per il suddetto ruolo. Ho conseguito la laurea specialistica in Economia aziendale nell'anno ... con la votazione di ... dopo aver discusso una tesi dal titolo: ... .

Lo stage che ho fatto presso l'azienda ... e il mio percorso di studi hanno contribuito a rafforzare le mie competenze, per questo motivo di poter essere una interessante risorsa per la Vostra azienda. Mi auguro di poter integrare le mie competenze sotto la Vostra guida, al fine di crescere professionalmente come Copywriter.

Lo spazio che la Vostra azienda concede ai più promettenti neolaureati è cosa nota, pertanto la ritengo un ottimo approdo per chi come me desidera intraprendere un percorso professionale stimolante che dia anche modo di arricchire il bagaglio delle competenze.

Nel ringraziarLa per il tempo che gentilmente mi ha dedicato e rinnovandoLe l'interesse per la posizione di Junior Copywriter, Le porgo i miei più cordiali saluti.

Firma

Articoli correlati:

Articoli correlati

Visualizza altro 

CV studente universitario: i nostri consigli

Come fare un curriculum vitae per studente universitario, con o senza esperienza lavorativa? Ecco alcuni consigli su come scrivere un CV universitario efficace.

Come scrivere una lettera di presentazione per addetta o addetto alle vendite senza esperienza

Se intendi candidarti a un ruolo di addetta o addetto alle vendite senza esperienza, scopri come scrivere una lettera di presentazione convincente.