CV e lettere di presentazione

Come usare i verbi di azione in un colloquio o nel CV

Se ti stai preparando per un colloquio di lavoro, stai creando il tuo curriculum o stai scrivendo una lettera di presentazione, vorrai farlo nel modo più efficace possibile. Oltre ai consigli legati al formato e alla struttura dei curriculum e delle lettere di presentazione, che puoi leggere negli articoli ad essi dedicati, esiste un'altra tecnica per aumentare le probabilità di spiccare tra tanti: l’uso dei verbi di azione. In questo articolo scoprirai cosa sono e come usarli efficacemente in colloqui di lavoro, lettere di presentazione e curriculum vitae.

Verbi di azione: cosa sono e come si usano in curriculum, colloqui di lavoro e lettere di presentazione

Innanzitutto, per usare efficacemente i verbi di azione è indispensabile sapere cosa sono e come distinguerli dalle forme passive degli stessi verbi. Nella lingua italiana, infatti, vengono usate due tipologie distinte di verbi, ognuna delle quali produrrà una diversa immagine mentale nei lettori o negli interlocutori.

Cosa sono i verbi di azione e come si riconoscono?

I verbi di azione sono una particolare forma verbale usata per indicare che il soggetto della frase compie l’azione anziché subirla. Probabilmente, puoi già notare come la parola “compiere” evoca una immagine mentale totalmente diversa dalla parola “subire”. È proprio su queste sfumature linguistiche che devi fare leva per comunicare il tuo messaggio nel miglior modo possibile. È facile distinguere la forma attiva di un verbo dalla sua forma passiva; basta conoscere alcune regole elementari.

Per evitare di fare errori, tieni sempre a mente che la forma attiva del verbo si usa quando il soggetto compie l’azione, come nell’esempio: “Mario taglia la torta”. In questo caso Mario, soggetto della frase, compie l’azione di tagliare la torta. Mentre la forma passiva della stessa frase sarebbe: “La torta è tagliata da Mario”.

Come vedi, in questo caso il soggetto della frase è la torta, che subisce l’azione di essere tagliata. Il soggetto della frase precedente, Mario, è diventato invece il complemento d’agente. A prescindere dalla sua forma attiva o passiva, il significato di un verbo non cambia. È doveroso anche ricordare che solo i verbi transitivi possono essere coniugati nella loro forma passiva.

Perché usare i verbi di azione in un colloquio di lavoro, curriculum o lettera di presentazione?

Nei colloqui di lavoro, così come nel curriculum e nelle lettere di presentazione, vorrai usare il più possibile le forme attive dei verbi. Questi verbi hanno la capacità di comunicare efficacemente le tue capacità ed attitudini trasmettendo positività, proattività e carattere, doti che i reclutatori non mancheranno di apprezzare. Hanno anche il vantaggio di poter essere coniugati, a seconda della necessità, al passato o al futuro. Potrai quindi usarli per descrivere vari frangenti temporali.

Usando i verbi di azione nei colloqui, nel curriculum e nelle lettere di presentazione riuscirai ad aumentare notevolmente l’impatto di ciò che dici o scrivi. In questo modo, aumenterà anche la possibilità di essere selezionati.

Verbi di azione: esempi di verbi d'azione contestualizzati per categorie

Ora che sai come riconoscere i di azione e perché usarli, vediamo alcuni esempi concreti, contestualizzati in varie categorie pertinenti al mondo del lavoro:

Verbi di azione legati alle capacità organizzative

Tra i verbi di azione legati alla descrizione delle tue abilità organizzative, ci sono:

  • Approvare: Ho approvato vari progetti per riqualificare i quartieri periferici del mio comune di residenza
  • Catalogare: Ho catalogato i documenti più importanti secondo precisi criteri
  • Classificare: Ho classificato per categorie i dati relativi ai clienti
  • Codificare: Ho codificato i file di molteplici archivi
  • Raccogliere: Ho raccolto informazioni circa la concorrenza
  • Compilare: Ho compilato registri di vendita accurati
  • Correggere: Ho corretto gli errori fatti durante il test
  • Distribuire: Ho distribuito materiale pubblicitario
  • Eseguire: Ho eseguito i backup dei sistemi informatici
  • Monitorare: Ho monitorato lo sviluppo di vari progetti
  • Ottenere: Ho ottenuto risultati eccellenti
  • Organizzare: Ho organizzato escursioni guidate e viaggi all’estero

Verbi di azione legati alle capacità creative

Nel momento in cui vuoi riferirti alle tue capacità creative, potresti usare:

  • Agire: Ho agito nell’interesse dell’azienda
  • Adattare: Ho adattato il mio metodo di lavoro all’azienda
  • Combinare: Ho combinato le mie conoscenze lavorative e non
  • Comporre: Ho composto le colonne sonore di vari lungometraggi
  • Concettualizzare: Ho concettualizzato le informazioni in schemi
  • Concentrare: Ho concentrato le mie energie verso la soluzione del problema
  • Creare: Ho creato vari siti internet per importanti aziende del settore
  • Personalizzare: Ho personalizzato la veste grafica dell’azienda
  • Progettare: Ho progettato un sistema di irrigazione automatico
  • Sviluppare: Ho sviluppato vari siti internet per importanti aziende

Verbi di azione legati alle capacità di supporto

L’analisi delle tue capacità di supporto, potrebbe essere più completa grazie all’uso di alcuni di questi verbi di azione:

  • Collaborare: Ho collaborato con le più grandi firme del settore
  • Contribuire: Ho contribuito al raggiungimento degli obiettivi prefissati
  • Cooperare: Ho cooperato con colleghi e manager
  • Consigliare: Ho consigliato al management le strategie migliori
  • Dimostrare: Ho dimostrato le mie ipotesi grazie ad un esperimento
  • Diagnosticare: Ho diagnosticato le vulnerabilità del firewall
  • Educare: Ho educato il mio team
  • Facilitare: Ho facilitato il raggiungimento di importanti obbiettivi
  • Familiarizzare: Ho familiarizzato con colleghi e clienti

Verbi di azione legati alle capacità di leadership

Per parlare in modo efficace delle tue abilità da leader, potresti scegliere tra:

  • Amministrare: Ho amministrato le risorse aziendali ottimizzando i risultati
  • Analizzare: Ho analizzato punti di forza e debolezze del team
  • Approvare: Ho approvato importanti progetti internazionali
  • Assegnare: Ho assegnato compiti precisi ai dipendenti
  • Conseguire: Ho conseguito un master in economia
  • Consolidare: Ho consolidato i punti di forza della campagna
  • Contrattare: Ho contattato importanti clienti all’estero
  • Controllare: Ho controllato l’esito di varie decisioni
  • Convertire: Ho convertito i punti deboli in punti di forza
  • Coordinare: Ho coordinato team nazionali e internazionali
  • Decidere: Ho deciso nell’interesse dell’azienda
  • Delegare: Ho delegato i compiti più facili
  • Gestire: Ho gestito un team di 20 persone
  • Organizzare: Ho organizzato eventi e concerti

Verbi di azione legati alla capacità di comunicazione

Tra i verbi di azione da usare per parlare delle tue capacità comunicative ci sono:

  • Articolare: Ho articolato un discorso efficace
  • Chiarire: Ho chiarito quali fossero le priorità
  • Collaborare: Ho collaborato con professionisti di vari settori
  • Comunicare: Ho comunicato con importanti enti governativi
  • Condensare: Ho condensato il discorso in poche righe
  • Consultare: Ho consultato importanti specialisti del settore
  • Contattare: Ho contattato le principali aziende del settore
  • Convincere: Ho convinto i lettori con argomenti solidi
  • Definire: Ho definito obiettivi e priorità
  • Discutere: Ho discusso i temi più importanti
  • Redigere: Ho redatto recensioni ed editoriali
  • Modificare: Ho modificato il messaggio per fare presa su un pubblico più ampio
  • Suscitare: Ho suscitato interesse grazie ad uno slogan ben scritto

Verbi di azione legati alle competenze tecniche

Quando arriva il momento di dettagliare le tue competenze tecniche, puoi scegliere tra i seguenti verbi di azione per farlo al meglio:

  • Adattare: Ho adattato il sistema operativo alle esigenze aziendali
  • Applicare: Ho applicato le principali regole
  • Assemblare: Ho assemblato a mano vari modelli
  • Calcolare: Ho calcolato costi e benefici
  • Costruire: Ho costruito algoritmi in grado di analizzare grandi quantità di dati
  • Convertire: Ho convertito un magazzino abbandonato in appartamenti di lusso
  • Ingegnerizzare: Ho ingegnerizzato un sistema di analisi dei dati
  • Fabbricare: Ho fabbricato un robot in grado di assolvere compiti complessi
  • Installare: Ho installato un sistema di difesa informatico nei computer aziendali
  • Mantenere: Ho mantenuto il network aziendale in funzione
  • Programmare: Ho programmato un software di analisi dati

Ovviamente questa non vuole essere una lista completa di verbi di azione, che sono davvero tanti. Grazie a questi esempi però, è possibile farsi un’idea più precisa di come si costruisce una frase nella sua forma attiva, cioè quella più efficace per superare colloqui e per costruire un curriculum efficace.

Usando questi esempi come traccia, prova a creare una lista di verbi di azione che più si adattano alla tua figura professionale, ed allenati ad inserirli in frasi semplici: in men che non si dica avrai padroneggiato questa forma comunicativa.

Bonus: Altre tecniche da aggiungere ai verbi di azione per esprimerti meglio in un’intervista di lavoro

Ora che sai cosa sono e come usare i verbi di azione, puoi perfezionare ancora di più il tuo modo di comunicare seguendo questi semplici consigli:

Concentrati sui risultati

Una forma efficace per ottimizzare il tuo modo di esprimerti durante un’intervista di lavoro è quella di concentrarti sui risultati che hai ottenuto nella tua carriera lavorativa piuttosto che su ciò che hai fatto. Ad esempio, dire che hai lavorato per una grande azienda di marketing è meno efficace rispetto a dire che hai aumentato le vendite di un determinato prodotto grazie ad una strategia di marketing da te sviluppata.

Enfatizza le esperienze rilevanti

Quando partecipi ad un colloquio di lavoro, lo stai facendo per una azienda precisa. Cerca quindi di evitare di dilungarti troppo elencando esperienze lavorative che sono poco significative, ed enfatizza piuttosto quelle che hanno a che fare con il posto di lavoro offerto. Ricorda che il tempo a tua disposizione in un’intervista è limitato, e lo dovrai sfruttare al meglio per fare colpo sui reclutatori.

Usa frasi semplici ed efficaci

Sebbene l’italiano sia una gran bella lingua, la sua versione formale è piuttosto complessa e “barocca”. Quando ti prepari per un colloquio di lavoro, evita di complicarti la vita con troppe formalità. Mantieni le tue frasi corte e semplici, non dimenticare di usare i verbi di azione e farai un’ottima impressione sui reclutatori.

Articoli correlati:

Articoli correlati

Visualizza altro 

Come scrivere un curriculum da pasticcere (con esempio)

Per un Curriculum da pasticcere unisci esperienza a volontà, condisci con le tue doti, aggiungi un pizzico di ottimismo e mescola energicamente.

Curriculum vitae per operaio: guida ed esempi

Scrivere un CV curato e dettagliato è importante per proporsi sul mercato del lavoro. Ecco alcuni consigli ed esempi per un curriculum vitae da operaio efficace.