Esempio di curriculum addetta/o paghe e contributi

Di Team editoriale di Indeed

Pubblicato in data 25 febbraio 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Un esempio di curriculum per addetto o addetta paghe e contributi può essere molto utile per scrivere un CV efficace, che segua una buona struttura di partenza e metta in luce le abilità più apprezzate dai recruiter. L'addetto o l'addetta paghe e contributi lavora nel dipartimento aziendale dedicato all'amministrazione del personale. Si tratta di una professione molto specifica, le cui mansioni ruotano attorno alla gestione degli aspetti contrattuali e retributivi dei dipendenti.

In questo articolo troverai una descrizione più dettagliata della professione e delle competenze che la caratterizzano. Vedremo, poi, come strutturare un buon CV da addetto o addetta paghe e contributi e ti forniremo un modello da seguire.

Paghe e contributi: cosa fa chi se ne occupa

Chi lavora in questo settore specifico si occupa della gestione di tutti gli aspetti legati alla retribuzione dei dipendenti, dal punto di vista legale, operativo, contrattuale e relazionale. Vediamo di seguito quali sono alcune delle mansioni che devono svolgere generalmente gli addetti paghe e contributi:

  • Gestione dei rapporti di lavoro e delle relative pratiche, dall'assunzione sino alla cessazione del rapporto, in termini di inquadramento, contrattualistica, ferie, congedi, incentivi, aspettative.

  • Gestione del sistema di remunerazione dei dipendenti aziendali ed elaborazione dei cedolini.

  • Gestione degli obblighi legislativi legati alla posizione del dipendente, in termini di adempimenti fiscali, contributivi, amministrativi e assicurativi.

  • Analisi di dati relativi al personale, ovvero rilevazione presenze e monitoraggio di straordinari e costi del lavoro, con il fine di identificare eventuali perdite in termini di efficienza e di intervenire laddove necessario.

  • Elaborazione e gestione del Libro Unico dei dipendenti e dei collaboratori.

  • Gestione di graduatorie per i dipendenti e di concorsi per le assunzioni.

  • Supporto al dipartimento delle risorse umane nella definizione di attività di formazione e aggiornamento del personale.

Conoscenze e competenze

Per svolgere le mansioni sopra citate, l'addetto paghe e contributi deve necessariamente avere diverse conoscenze, abilità tecniche e soft skill, come:

  • Conoscenze in ambito di legislazione fiscale e previdenziale.

  • Conoscenza approfondita delle norme che regolano il diritto del lavoro.

  • Ottime abilità informatiche, in particolare padronanza nell'utilizzo di strumenti per il controllo presenze, straordinari, ferie, permessi.

  • Abilità di elaborazione delle pratiche amministrative relative ad assunzioni, cessazioni e pensionamenti.

  • Conoscenza dettagliata dei ruoli e delle funzioni aziendali di tutto il personale.

  • Attenzione al dettaglio e precisione.

  • Capacità di negoziazione e decisionali.

  • Propensione ai rapporti interpersonali.

  • Ottime doti organizzative.

Tutte queste abilità e competenze sono quelle che generalmente vengono richieste e apprezzate dai recruiter in cerca dei candidati ideali. Nel tuo curriculum da addetto o addetta paghe e contributi potresti prendere spunto dalle competenze elencate qui sopra o aggiungerne delle altre, in base alla tua esperienza e personalità. Ciò che conta è metterle in risalto il più possibile, in linea con quanto espressamente richiesto dall'offerta di lavoro.

Quanto conta la formazione sul curriculum?

In linea generale, per lavorare come addetto o addetta paghe e contributi bisogna essere in possesso di un diploma di scuola secondaria in ragioneria o perito commerciale. La laurea, di solito in materie economiche o giuridiche, non è un requisito imprescindibile, ma può rappresentare un valore aggiunto.

Ciò che invece conta ancora più della formazione, molto spesso, è l'esperienza professionale maturata sul campo e la padronanza di certe competenze tecniche fondamentali per svolgere le mansioni proprie del ruolo.

Nel tuo CV, quindi, dovrai mettere in risalto la sezione dedicata all'esperienza professionale. Se dovessi essere ancora alle prime armi, cerca di dare maggiore importanza alle competenze acquisite durante il percorso formativo e ad eventuali interessi personali che ti abbiano aiutato a sviluppare le abilità professionali richieste.

Come scrivere un CV da addetto o addetta paghe e contributi

Per scrivere un curriculum vitae efficace, bisogna seguire alcune regole di base che valgono per qualsiasi tipo di candidatura. In linea generale, un CV deve essere:

  • Conciso. Scrivi tutto ciò che conta, senza dilungarti troppo. Il recruiter non deve annoiarsi.

  • Corretto. Scrivere in un italiano corretto, senza errori grammaticali o di battitura, è indice di attenzione e professionalità.

  • Personalizzato. Inserisci solo le informazioni attinenti all'offerta di lavoro per cui ti stai candidando. Mostrerai così un reale interesse nella posizione.

  • Scorrevole. Usa termini e parole semplici e fai in modo che il testo risulti fluido e piacevole da leggere.

Struttura e ordine dei contenuti

Un buon CV dovrebbe seguire una struttura ordinata e un ordine dei contenuti ben preciso, da scegliere a seconda della professione per cui ci si candida.

Nel caso dell'addetta o dell'addetto paghe e contributi, noi ti consigliamo di anteporre l'esperienza professionale alla formazione. Se non avessi nessuna esperienza, subito dopo i tuoi dati personali e una breve presentazione, menziona il percorso formativo seguito e le competenze acquisite, includendo solo alla fine eventuali stage in ambito paghe e contributi o simili.

Di seguito troverai la struttura di un curriculum adatto a chi ha già esperienza nel settore.

1. Informazioni personali
Apri il CV con i tuoi dati personali, in modo che il recruiter possa contattarti immediatamente, nel caso voglia fissare un colloquio conoscitivo. Inserisci nome, cognome, indirizzo (o solo la città di residenza), numero di telefono e indirizzo e-mail.

2. Breve presentazione
Descrivi in poche parole che cosa ti rende la persona ideale a ricoprire la posizione vacante. Ad esempio, se puoi vantare una lunga esperienza come addetto o addetta paghe e contributi presso uno studio commercialista, e l'azienda in cui vorresti lavorare è proprio uno studio commercialista, indicalo.

3. Esperienza professionale
A questo punto, puoi elencare tutte le esperienze professionali in linea con il ruolo per cui ti stai candidando. Indica il periodo, l'azienda e le mansioni principali.

4. Formazione
Riporta solo i corsi e i titoli inerenti alla posizione che andresti a ricoprire. Per intenderci, se avessi frequentato un istituto alberghiero e avessi deciso solo in un secondo momento di percorrere una strada universitaria diversa per imparare a lavorare nella contabilità, indica solo quest'ultima.

5. Competenze
Come abbiamo visto, per lavorare come addetto o addetta paghe e contributi è importante padroneggiare determinate abilità tecniche e avere una predisposizione naturale per certe doti personali. Indica qui quali sono le tue conoscenze specifiche, quali gestionali e software sai utilizzare e quali sono le soft skill che ti rendono il candidato o la candidata ideale.

Quelle che abbiamo elencato qui sopra sono le sezioni principali che dovrebbero essere incluse in un curriculum completo. Tuttavia, potrai cambiarne la struttura a seconda delle tue necessità e aggiungere eventuali sezioni. Ad esempio, se hai degli hobby o interessi che riconfermano certe tue capacità (come una disciplina sportiva che richieda estrema dedizione e precisione), o dei traguardi professionali degni di nota, puoi indicarli in una sezione aggiuntiva.

Esempio di curriculum da addetta paghe e contributi

Di seguito, ti proponiamo un modello di CV che include tutte le indicazioni riportate nei paragrafi precedenti e da cui potrai prendere spunto per scrivere il tuo curriculum.

[nome e cognome]
[città o indirizzo completo]
[numero di telefono, meglio se preceduto da prefisso internazionale, +39 per l'Italia]
[indirizzo e-mail]

Laureata in economia, con esperienza decennale come addetta paghe e contributi presso studio commercialista internazionale.

ESPERIENZA PROFESSIONALE
Periodo: da dicembre 2011 a ottobre 2021
Azienda: [nome azienda]
Mansioni principali: gestione ed elaborazione di oltre 200 cedolini su diverse aziende nostre clienti, elaborazione e redazione di documenti quali CU e modelli 770, gestione di pratiche INAIL, INPS e CPI, gestione di processi aziendali quali assunzioni, cessazioni e pensionamenti.

FORMAZIONE
Laurea in economia e commercio conseguita nel luglio 2011, presso l'Università degli Studi di Roma, La Sapienza (votazione finale di 110/110).

COMPETENZE

  • Padronanza dei principali sistemi informatici e gestionali del settore.

  • Ottime competenze informatiche di base: uso di PC, Mac, pacchetto Office, fogli di calcolo e posta elettronica.

  • Precisione e ottima capacità di organizzazione e di gestione del tempo.

  • Capacità di lavorare in autonomia, rispettando le scadenze, e in team.

  • Predisposizione ai rapporti interpersonali.

In conclusione, ora che sai come strutturare al meglio il tuo CV per mettere in risalto le informazioni che più possono interessare i recruiter, potrai prendere spunto dall'esempio di curriculum per addetto o addetta paghe e contributi che ti abbiamo fornito e presentare con sicurezza la tua candidatura.

Il modello riportato ha il solo scopo illustrativo e potrebbe necessitare di ulteriori formattazioni per soddisfare gli standard.

Articoli correlati

Come creare un CV online: cosa fare e cosa evitare

Esplora altri articoli