Come scrivere un curriculum da architetto: guida ed esempio

Di Team editoriale di Indeed

Pubblicato in data 23 febbraio 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Il talento non ti manca e siamo sicuri che hai già grandi progetti per la tua carriera, devi solo trovare l'occasione giusta per iniziare. Per farlo, hai bisogno di un buon curriculum da architetto da inviare ai possibili nuovi datori di lavoro. In quel piccolo pezzo di carta dovrai inserire tutte le tue migliori qualità, oltre alle tue esperienze pregresse e alla tua formazione, perché l'obiettivo è convincere i recruiter che sei proprio tu la persona giusta per quel ruolo.

Scrivere un buon curriculum equivale a gettare le fondamenta del tuo futuro da architetto: fallo con cura e ogni anno potrai aggiungere un nuovo mattoncino alla tua carriera. In questo articolo ti mostreremo come creare il perfetto curriculum da architetto; ti spiegheremo cosa è bene includere e cosa è meglio tralasciare e ti daremo qualche suggerimento per ottimizzare design e layout.

Come scrivere un buon curriculum da architetto: 3 consigli

Forse pensi che l'unico elemento a fare la differenza sul curriculum sia l'esperienza, ma non tutte le posizioni richiedono anni e anni di presenza nel mondo del lavoro. Ricorda che tutti abbiamo iniziato da qualche parte e, proprio come tutti, anche tu avrai la tua occasione. Molti candidati non dedicano troppo tempo a scrivere il curriculum oppure lo fanno nel modo sbagliato e questo già gioca a tuo favore.

Quando i recruiter esaminano i tanti CV ricevuti, siano essi spontanei o in risposta a un'offerta, dedicano solo pochi secondi alla lettura di ciascuno. I loro occhi si muovono velocemente sul foglio in cerca di alcune parole chiave o di elementi che risaltino e li colpiscano, perché in linea con il profilo che stanno cercando. E prima ancora di arrivare sulla loro scrivania, in base alla dimensione dell'azienda, ci può essere un software ATS (Applicant Tracking System) che filtra le candidature scannerizzando rapidamente il foglio in cerca di parole chiave e requisiti.

Per superare lo scoglio, ti diamo 3 semplici consigli:

1. Personalizza il CV per la posizione

La maggior parte dei candidati invia un curriculum standard che contiene le proprie informazioni senza tenere conto delle esigenze dell'azienda. Se vuoi farti notare, il primo passo è evitare questo errore e creare ogni volta un curriculum personalizzato. Ciò non significa riscrivere tutto da zero, bensì modificare la base includendo elementi che riflettano le richieste dell'annuncio. Se, ad esempio, nella descrizione del profilo ricercato viene menzionato un determinato programma, una specializzazione o attitudini particolari, fai in modo che questi elementi siano presenti.

2. Breve, conciso e ordinato

Sappiamo che nella mente di un architetto è tutto un fervore di idee e innovazione ma il tuo curriculum deve essere progettato in modo tale da risultare memorabile con pochi elementi essenziali. Scrivi su un foglio di carta tutto quello che vorresti includere e depenna via via le informazioni inutili fino a lasciare solo gli elementi davvero rilevanti.

3. Formato creativo? Forse

Certamente è di vitale importanza che il curriculum sia breve (una pagina, massimo due) e ben focalizzato sui tuoi punti di forza, e che la formattazione sia chiara e ordinata. E il formato? Il tuo è un lavoro artistico, quindi puoi utilizzare sia un formato classico che i più moderni modelli creativi o addirittura un curriculum infografico. Ricorda però che non tutte le aziende sono uguali: alcune potrebbero apprezzare la tua creatività e capire subito che dietro a quell'impaginazione così originale c'è proprio la persona perfetta per loro, ma altre potrebbero preferire un approccio più tradizionale.

Il nostro consiglio? Prepara più versioni del tuo CV e, di volta in volta, invia quella che ti sembra rappresentare meglio lo stile dell'azienda. Studia il sito, i profili social ufficiali e la sua comunicazione in generale e allineati di conseguenza.

Come scrivere un curriculum da architetto

Fermo restando che non esiste un template perfetto, possiamo fornirti alcune linee guida per strutturare il curriculum nel modo migliore.

Sezione 1: Dati personali e presentazione breve

La prima parte del curriculum da architetto deve contenere i tuoi dati personali (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, e-mail, portfolio online ed eventuali profili web rilevanti) e una breve presentazione di te come professionista. Queste quattro, massimo cinque righe sono la tua occasione per mettere in luce tutti i tuoi punti di forza e catturare l'attenzione del recruiter. Usa verbi di azione e inserisci parole che definiscano le tue soft skills per descrivere esperienze pregresse e competenze.

Ad esempio:

Dopo aver conseguito la laurea in Architettura a giugno del 2020, ho collaborato con uno studio di architettura di Milano dove mi occupavo di progetti di ristrutturazione di abitazioni (appartamenti e villette). Ho collaborato in team con ingegneri, designer e architetti più esperti e ho sempre consegnato ogni compito entro i tempi previsti, con ottimizzazione del budget dei clienti. Uso con dimestichezza Photoshop, AutoCad, WeTransfer e i principali programmi di collaborazione da remoto.

Anche questa descrizione breve dovrebbe essere sempre personalizzata in base all'annuncio. Trovandosi all'inizio del CV, sarà la parte più letta dell'intero documento: più sarà personalizzata in base alle esigenze dell'azienda e più il recruiter avrà voglia di continuare a leggere.

Sezione 2: Istruzione

Se hai appena conseguito la laurea e hai poca o nessuna esperienza da menzionare, ti consigliamo di inserire la sezione dedicata all'istruzione nella parte superiore della pagina. Limitati a citare solo gli studi inerenti alla tua formazione da architetto, inclusi corsi di approfondimento, riconoscimenti o altri traguardi formativi.

Se, invece, hai conseguito la laurea qualche anno fa e nel frattempo hai maturato esperienza professionale, limitati a scrivere le informazioni essenziali, così avrai più spazio per valorizzare gli altri aspetti importanti.

Sezione 3: Esperienza professionale

Istruzione ed esperienza professionale andrebbero ordinati in senso cronologico inverso, dalla più recente alla più lontana nel tempo. Oltre alle date e al nome dell'azienda, aggiungi una breve descrizione del ruolo che hai ricoperto, delle tue responsabilità e di ciò che hai imparato. In questo modo chi legge potrà capire se i lavori che hai svolto in precedenza sono affini alla posizione vacante.

Se hai poca esperienza come architetto, non preoccuparti. Sposta questa sezione più in basso e dai più spazio alle tue soft e hard skills.

Sezione 4: Competenze tecniche e trasversali

Come abbiamo già detto più volte in questo articolo, personalizzare il curriculum è una delle armi più forti che hai a disposizione per riuscire a distinguerti. Se stai inviando il CV in risposta a un'offerta, plasma i contenuti sulla base delle richieste riportate nella descrizione della posizione. Senza mentire, s'intende. Se stai inviando una candidatura spontanea, puoi eseguire delle ricerche preventive per cercare di capire che tipo di soft e hard skills sono più apprezzate e utilizzate nell'azienda.

Molti architetti commettono l'errore di menzionare solamente le proprie competenze tecniche, ad esempio realizzare modelli 3D o rendering, ma per chi sta cercando una persona da assumere le competenze trasversali (o soft skills) sono altrettanto importanti. Alcune delle soft skills più apprezzate nel mondo dell'architettura, sono:

  • Ottima comunicazione

  • Creatività e pensiero critico

  • Capacità di prendere decisioni

  • Collaborazione

  • Problem solving

  • Adattabilità e versatilità

  • Intelligenza emotiva

La sezione delle hard e soft skills può essere schematica, con un elenco delle competenze che possiedi in formato puntato. Tuttavia, per trarre il massimo dal tuo curriculum da architetto, inserisci strategicamente riferimenti alle soft skills in tutte le parti argomentate, quindi anche nella presentazione breve.

Leggi anche: Come inserire le soft skills nel CV

Sezione 5: Pubblicazioni, riconoscimenti o "Altro"

Quest'ultima sezione del curriculum contiene tutto ciò che puoi aggiungere su di te come professionista o come persona. Se hai materiali come pubblicazioni, riconoscimenti o attestati da menzionare, crea una sezione dedicata e metti in mostra i tuoi traguardi.

Se non hai materiale di questo tipo da esibire e ti sembra che il curriculum sia ancora spoglio, puoi aggiungere una sezione "Altro" oppure "Hobby e interessi" in cui elencare le tue passioni e le attività che svolgi nel tempo libero.

Parlando di pianificazione e strategia, anche questa sezione può essere sfruttata per "costruire" la tua immagine da professionista. Anziché indicare hobby e interessi casuali e troppo generici, puoi scegliere di includere qualcosa che ti metta in buona luce, come attività di volontariato, hobby creativi o iscrizioni a categorie o club.

Aggiungi una lettera di presentazione

Non è sempre possibile, soprattutto se stai inviando il curriculum come file in risposta a un'offerta pubblicata online (magari proprio sul sito di Indeed), ma se hai la possibilità di allegare una lettera di presentazione, ti incoraggiamo a farlo.

Si tende a pensare che la lettera di presentazione sia solo un'inutile formalità poiché tutte le informazioni utili sono già contenute nel CV, ma non è affatto così: una lettera di presentazione viene letta prima del curriculum ed è quindi quello il momento in cui il recruiter si farà una prima impressione su di te. Inoltre, la lettera di presentazione non è un foglio a punti e rappresenta un'occasione per usare la narrazione e raccontare chi sei, trasmettendo la tua personalità attraverso la costruzione delle frasi, la scelta delle parole e lo stile.

La lettera di presentazione può essere un documento a parte, in allegato, oppure il semplice testo di accompagnamento dell'e-mail. In questo caso sarà ovviamente più breve di una lettera in allegato, ma non per questo meno curata. Se una lettera allegata può essere lunga un'intera pagina o quasi, il testo di un'e-mail dovrebbe essere di quindici righe al massimo, suddivise in tre o quattro paragrafi distanziati per semplificarne la lettura.

Esempio di curriculum per architetto

Ora che abbiamo analizzato in modo dettagliato come scrivere un buon curriculum da architetto, proviamo a mettere nero su bianco un esempio. Puoi lasciarti ispirare per creare il tuo CV personalizzato o usarlo come template e sostituire i contenuti di esempio con le tue informazioni.

NOME COGNOME
Indirizzo
Numero di telefono
Email
Sito web e profili social rilevanti

PRESENTAZIONE

Dopo aver conseguito la laurea in Architettura a giugno del 2020, ho collaborato con uno studio di architettura di Milano dove mi occupavo di progetti di ristrutturazione di abitazioni (appartamenti e villette). Ho collaborato in team con ingegneri, designer e architetti più esperti e ho sempre consegnato ogni compito entro i tempi previsti, con ottimizzazione del budget dei clienti. Uso con dimestichezza Photoshop, AutoCad, WeTransfer e i principali programmi di collaborazione da remoto.

ISTRUZIONE

settembre 2010 – giugno 2015: Laurea Magistrale in Architettura
(Nome Università, Città)

ESPERIENZA PROFESSIONALE

marzo 2016 – ottobre 2020: architetto presso lo studio di architettura “Nome Studio” (città)

  • Incontrare i clienti e ascoltare le richieste

  • Creazione preventivi di tempi e costi

  • Progettazione

  • Rendering 3D e plastico

  • Gestione documentazione e permessi

COMPETENZE TECNICHE

  • CAD

  • Sketchup

  • 3D Studio Max

  • Photoshop

COMPETENZE TRASVERSALI

  • Ottima comunicazione

  • Creatività e pensiero critico

  • Capacità di prendere decisioni

  • Collaborazione

  • Problem solving

  • Adattabilità e versatilità

  • Intelligenza emotiva

LINGUE

Inglese (C1)
Francese (B1)

Ora che sai come scrivere curriculum da architetto per richiamare l'attenzione dei recruiter, dai un'occhiata agli articoli di seguito o alla pagina Guida alla carriera di Indeed per ulteriori consigli su come prepararsi a un colloquio di lavoro.

Il modello è riportato solo a scopo illustrativo. Potrebbero essere necessarie ulteriori formattazioni per soddisfare gli standard.

Si prega di notare che nessuna delle aziende, istituzioni o organizzazioni menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Come diventare architetto

  • Qual è la differenza tra architetto e ingegnere?

  • Lettera motivazionale per architetto

  • Certificazioni Autodesk: tipologie, software inclusi e dove sono richieste


Articoli correlati

Come creare un curriculum creativo e fare colpo

Esplora altri articoli