Curriculum per OSS: guida ed esempio

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 20 giugno 2022 | Pubblicato in data 3 gennaio 2022

Aggiornato in data 20 giugno 2022

Pubblicato in data 3 gennaio 2022

La redazione editoriale di Indeed è un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore e si avvale dei dati e degli strumenti di analisi di Indeed per fornire consigli utili a guidare il tuo percorso lavorativo.

Hai dedicato 1000 ore al corso, hai studiato, fatto tirocinio e hai superato con soddisfazione l'esame finale: adesso è finalmente il momento di trovare lavoro. Ma come scrivere un curriculum per OSS, anche senza esperienza? Come si fa a farsi notare dagli esaminatori per trovare un buon impiego? Innanzitutto vogliamo dirti che la figura dell'Operatore Socio Sanitario è fra le più richieste sul mercato, in Italia come all'estero. Le tue prospettive di carriera sono molto buone, tanto che spesso le cooperative iniziano a contattare i neo-OSS già poche settimane dopo la certificazione professionale.

Ma scrivere un buon curriculum e mantenerlo continuamente aggiornato è essenziale per gli OSS di qualsiasi livello, perché i contratti possono essere temporanei e perché accrescendo le tue competenze potrai candidarti per posizioni migliori o entrare in strutture più in linea con le tue ambizioni. In questo articolo ti aiuteremo a scrivere un curriculum per OSS adatto anche per chi è al primo impiego.

Leggi anche: Come diventare infermiere: lavoro e vocazione

Come scrivere un curriculum per OSS

Quando scriviamo un curriculum è importante fornire tutte le nostre informazioni di base e quelle relative a studi, esperienze e abilità. Uno degli errori più grandi è scrivere un CV confuso, disordinato e difficile da leggere. Se vuoi fare bella figura, segui questi semplici passi:

1. Inizia con le informazioni di base

La prima sezione di un curriculum deve contenere le tue informazioni di base (nome, cognome, recapiti e foto facoltativa). Inizia scrivendo in grande il tuo nome. Scegli un font in grassetto, ampio e ben leggibile. Evita stili troppo creativi, inclusi quelli calligrafici o vintage: il tuo obiettivo è comunicare subito come ti chiami e dove possono rintracciarti, senza inutili complicazioni.

Sotto al nome ti consigliamo di inserire una breve descrizione personale, bastano tre o quattro righe che evidenzino tutti i tuoi punti di forza. Puoi citare alcune delle tue competenze, esperienze di lavoro rilevanti, qualifiche e soft skills. Se hai già diversi anni di carriera alle spalle, questa è la sezione giusta per mettere in bella mostra quel numero.

Ad esempio:

Sono Operatore Socio Sanitario con 15 anni di esperienza. Ho lavorato in strutture private per anziani semi-autonomi ma ho svolto anche servizio domiciliare a supporto di infermieri professionisti. Ho un'ottima comunicazione, attitudine a lavorare in team e ottime doti organizzative.

Se invece sei alla prima esperienza e non puoi fare sfoggio degli anni di carriera, lascia che siano le tue qualità a parlare.

Ad esempio:

Sono Operatore Socio Sanitario alla prima esperienza lavorativa. Ho svolto il tirocinio presso (nome azienda e località) assistendo gli infermieri del reparto lungo-degenti nelle attività quotidiane per circa 100 pazienti. Sono una persona molto precisa, empatica, positiva e particolarmente capace nelle mansioni di animazione e nelle attività di promozione motoria e intellettiva. So lavorare sia in modo autonomo che collaborare in squadra.

2. Quali sono i tuoi studi?

Nella seconda sezione puoi inserire l'anno in cui hai conseguito il tuo attestato di qualifica OSS ed eventuali altri studi rilevanti. È inutile inserire dove hai frequentato le scuole medie e superiori, ciò che interessa all'azienda che sta leggendo il CV è la tua formazione come professionista e non l'intero percorso scolastico.

3. Aggiungi l'esperienza professionale (se ce l'hai)

Il modo migliore per evidenziare le tue esperienze pregresse è organizzando i contenuti in ordine cronologico inverso (dal più recente al più lontano nel tempo). Indica anno d'inizio e di fine dei diversi impieghi, il luogo dove hai lavorato e un breve riepilogo delle mansioni svolte o del tuo ruolo.

Ad esempio:

ESPERIENZA PROFESSIONALE

2020 – 2021

  • Operatore Socio Sanitario – (nome della struttura) (località)

  • Assistenza e supporto in reparto

  • Attività di supporto terapeutico e diagnostico

  • Supporto nell'assistenza dei pazienti anziani parzialmente autonomi

  • Gestione dell'igiene personale

4. Fai un elenco delle tue competenze

Questa è una sezione fondamentale: le competenze da OSS. Queste racchiudono non solo le tue abilità tecniche, ma anche tutte quelle competenze trasversali (anche dette soft skills) che servono a descriverti come persona e a permettere a chi legge il CV di capire se rispecchi la figura che sta cercando. Crea due sezioni chiare e distinte, ad esempio:

COMPETENZE TECNICHE

  • Preparazione dei pasti

  • Sanificazione e sanitizzazione dell'ambiente

  • Gestione dei farmaci e capacità di effettuare piccole medicazioni

  • Trasporto dei pazienti su carrozzella

  • Spostamento pazienti allettati

Fra le competenze tecniche puoi inserire anche l'eventuale conoscenza di una o più lingue straniere, indicando il tuo livello di esperienza.

COMPETENZE TRASVERSALI

  • Ottime doti comunicative e relazionali

  • Attitudine al lavoro in team

  • Flessibilità

  • Ottime capacità organizzative

  • Empatia

Leggi anche: Competenze dell'operatore socio sanitario (OSS): requisiti e attitudini personali

5. Ultima sezione: altre informazioni importanti

Puoi sfruttare quest'ultima sezione per aggiungere altre informazioni rilevanti, come iscrizioni a registri professionali, riconoscimenti e referenze degne di nota. Puoi menzionare esperienze di volontariato, sport, hobby e interessi e citare esperienze extra-professionali che ritieni importanti: insomma, qualsiasi elemento utile a dare un'idea più accurata del tipo di persona che sei.

Ad esempio:

ALTRO

Volontariato

  • 2015 – corrente: servizio di volontariato con la CRI, Croce Rossa Italiana

  • 2010 – 2013: collaborazione con ANPAS per l'assistenza ai minorenni con disabilità

Hobby e interessi

  • Ho praticato il nuoto a livello semi-agonistico per 8 anni

Che formattazione impostare per scrivere il curriculum da OSS

Puoi impostare la formattazione prima di iniziare a scrivere al computer oppure apportare le modifiche necessarie a fine lavoro, selezionando tutto il testo e impostando i parametri:

  • Font: usa un font semplice e classico come Arial, Verdana o Calibri. Molte aziende hanno software che intercettano i curriculum in arrivo e li filtrano in base alle impostazioni dall'azienda. Se il font non è riconosciuto, il tuo CV sarà inviato nel cestino.

  • Dimensione carattere: in base al tipo di font che scegli, l'effetto può essere diverso. Usa come riferimento i caratteri di un libro o delle riviste; ad esempio, Calibri 10 o 11 è un buon compromesso. Ti renderai conto se è abbastanza leggibile quando farai la prova di stampa.

  • Interlinea: lascia un interlinea di 1.15, abbastanza arioso per leggere chiaramente il testo ma sufficientemente compatto per contenere molte informazioni.

  • Margini: controlla che i margini siano corretti. Prima di inviare il CV alle aziende, stampalo e assicurati che il testo rientri nei margini e che nessuna informazione sia stata tagliata.

  • Lunghezza: resta entro una pagina, massimo due. L'ideale è riuscire a ottenere un CV di una sola pagina; se le informazioni che devi inserire non possono essere compresse in un unico foglio A4, puoi aggiungere una seconda pagina ma non andare oltre. Un curriculum deve essere leggibile a colpo d'occhio, quindi non scrivere blocchi di testo o paragrafi confusi e prolissi. Inserisci solo le informazioni essenziali e fai ampio uso di elenchi.

Consigli per redigere un curriculum per OSS di qualità

Ora che hai compilato tutte le sezioni fondamentali del curriculum, puoi rileggerlo e concentrarti sulle rifiniture. Ecco alcuni consigli per realizzare un CV curato nei dettagli:

Scegli il modello di CV

Oltre al classico formato Europass, ci sono molti altri modelli di CV che puoi utilizzare per realizzare il tuo curriculum per OSS. Microsoft Word, ad esempio, mette a disposizione numerosi formati che puoi personalizzare nei contenuti ma anche nei colori e nella disposizione delle sezioni. Se le scelte non ti soddisfano, online puoi trovare infinite soluzioni, alcune gratis e altre a pagamento. Ricorda di non esagerare: non mescolare troppi elementi grafici, colori o font che rendono il CV poco fruibile. Scegli un modello che possa valorizzare i contenuti; ad esempio, se hai poca esperienza, trova un modello che metta in risalto le tue skills o la tua formazione.

Cura l'ordine cronologico

Ti abbiamo già consigliato di organizzare l'esperienza professionale in ordine cronologico inverso. Fai lo stesso anche per tutti gli altri contenuti: formazione, riconoscimenti, esperienze di volontariato e qualsiasi elemento legato a una data deve essere elencato dal più recente al più lontano. Questa strategia è utile perché l'ordine cronologico inverso permette di attirare l'attenzione di chi legge sui risultati più recenti.

Controlla la formattazione e l'ortografia

Se vuoi fare una buona impressione, assicurati che nell'intero documento non ci siano errori. Innanzitutto, usa il correttore ortografico del programma di videoscrittura. Pur facendo molta attenzione, può capitare di scrivere una parola sbagliata oppure dimenticare un segno di punteggiatura o un accento. Ciò nonostante, il controllo ortografico del computer non è sufficiente: prima di inviare il CV alle aziende, fallo rileggere a qualcun altro. Scegli persone diverse, meglio ancora se OSS come te o professionisti in ambito medico-sanitario: potrebbero darti qualche spunto interessante a cui non avevi pensato.

Personalizza il curriculum in base alle richieste

Se rispondi a un annuncio, leggi bene quali sono le richieste, in particolare se sono specificate competenze particolari, e adatta il curriculum di conseguenza. Ovviamente non ti stiamo consigliando di mentire, quindi inserisci solo le qualità e le competenze che possiedi. Ricorda che potrebbero esserci numerosi candidati a contendersi la tua stessa posizione, pertanto devi riuscire a distinguerti, a far capire che sei la persona ideale per quel lavoro. Quale modo migliore se non mostrando che sei in possesso delle caratteristiche ricercate dall'azienda? La maggior parte degli altri CV non sarà personalizzata, il che ti mette in una posizione di grande vantaggio.

Curriculum per OSS: esempio

Nome Cognome
Indirizzo
Numero di telefono
Email

PRESENTAZIONE

Sono Operatore Socio Sanitario alla prima esperienza lavorativa. Ho svolto il tirocinio all'Ospedale Maggiore di Milano assistendo gli infermieri del reparto lungo-degenti nelle attività quotidiane per circa 100 pazienti. Sono una persona molto precisa, empatica, positiva e particolarmente capace nelle mansioni di animazione e nelle attività di promozione motoria e intellettiva. So lavorare sia in modo autonomo che collaborare in squadra.

FORMAZIONE

  • 2021 – Corso per OSS – FormaOSS, Milano

A settembre 2021 ho completato le 1.000 di formazione per OSS ottenendo l’attestato. Ho svolto il tirocinio presso l'Ospedale Maggiore di Milano, reparto di Ortopedia.

  • 2015 – Corso Croce Rossa Italiana

A giugno 2015 ho completato il corso per volontari della CRI e ho iniziato a operare come soccorritore sulle ambulanze svolgendo sia turni diurni che notturni.

  • 2012 – Diploma di Maturità – Liceo Scientifico Galileo Galilei, Milano

ESPERIENZA PROFESSIONALE

  • 2020 – 2021

Tirocinio Operatore Socio Sanitario – Ospedale Maggiore, Milano

  • Assistenza e supporto in reparto

  • Attività di supporto terapeutico e diagnostico

  • Supporto nell'assistenza dei pazienti anziani parzialmente autonomi

  • Gestione dell'igiene personale

ABILITÀ E COMPETENZE

Competenze tecniche

  • Preparazione dei pasti

  • Sanificazione e sanitizzazione dell'ambiente

  • Gestione dei farmaci e capacità di effettuare piccole medicazioni

  • Trasporto dei pazienti su carrozzella

  • Spostamento pazienti allettati

Competenze trasversali

  • Ottime doti comunicative e relazionali

  • Attitudine al lavoro in team

  • Flessibilità

  • Ottime capacità organizzative

  • Empatia

ALTRO

Volontariato

  • 2015 – corrente: servizio di volontariato con la CRI, Croce Rossa Italiana

  • 2010 – 2013: collaborazione con ANPAS per l'assistenza ai minorenni con disabilità

Hobby e interessi

Ho praticato il nuoto a livello semi-agonistico per 8 anni

Articoli correlati

Lettera di presentazione per OSS: guida ed esempio

Esplora altri articoli