Curriculum da redattore: guida ed esempio

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 16 agosto 2022

Pubblicato in data 26 aprile 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Se hai una passione per la lettura e per il mondo dell'editoria, un lavoro che potresti trovare interessante è quello del redattore. Oggi scoprirai come scrivere un curriculum da redattore che ti aiuti ad avere successo.

In questo articolo definiremo chi è il redattore, di cosa si occupa e in quali ambiti lavora, ma soprattutto spiegheremo come creare un curriculum completo e dettagliato per chi aspira a ottenere un impiego come redattore.

Chi è il redattore

Prima di tutto, capiamo chi è il redattore. Si tratta di una figura che passa spesso inosservata, sebbene sia fondamentale per la realizzazione di un progetto editoriale, sia esso un libro, una rivista, o un qualsiasi altro tipo di testo, cartaceo o (al giorno d'oggi) anche virtuale.

Il redattore segue tutte le fasi di sviluppo di un progetto, dall'ideazione, alla creazione, alla stampa. Si interfaccia con tutti i professionisti coinvolti nella sua realizzazione, come editore, autori, correttori di bozze, grafici, traduttori, e così via, e decide anche quali opere verranno pubblicate, dopo varie ricerche e analisi.

Si tratta quindi di una figura estremamente importante e poliedrica, che deve avere varie competenze ed esperienza approfondita nel settore (che dovrai assolutamente citare nel tuo curriculum da redattore.

Cosa fa il redattore

Abbiamo detto che il redattore segue il progetto editoriale dall'inizio alla fine, ma di cosa si occupa nello specifico? Quali sono le mansioni che svolge questo professionista?

  • Studia la domanda del cliente: a che tipo di lettore è rivolto il testo? Quali sono i costi e i tempi di realizzazione del progetto?

  • Definisce una proposta in base alle esigenze di cliente ed editore, tenendo conto del pubblico e del budget.

  • Realizza il prodotto editoriale: quali professionisti devono essere impiegati? Come va organizzata e modificata la struttura del testo affinché sia adatta alla pubblicazione?

  • Esegue una revisione di contenuto e di forma, tenendo conto anche di leggi e norme (confrontandosi con esperti di diritto d'autore, regolamentazioni, e così via).

  • Cura gli elementi paratestuali: note, citazioni, tabelle, grafici, titoli, immagini.

  • Verifica la correttezza di fonti e informazioni.

  • Cura l'impaginazione: divide il testo in capoversi e paragrafi, cura la grafica della pagina, e così via.

  • Esegue la revisione finale e la correzione delle bozze.

Insomma, il redattore ha l'ultima parola su ogni fase e aspetto del prodotto editoriale: senza la sua supervisione pubblicare un'opera sarebbe impossibile.

Come diventare redattore

Per diventare redattore non servono titoli di studio specifici. Non esistono corsi obbligatori e esami di stato da sostenere e non esiste neanche un albo professionale.

Ciononostante, un redattore deve avere conoscenze molto specifiche e approfondite. Per ottenerle serve sicuramente una formazione letteraria solida, che è possibile conseguire con una laurea idonea, seguita possibilmente da una laurea specialistica, sempre in ambito umanistico o linguistico.

Esistono anche dei master specifici che possono spianare la strada alla carriera, come i master in editoria, che spesso offrono la possibilità di partecipare a stage e tirocini: un'ottima opportunità per ottenere buoni contatti e magari essere assunti (in ogni caso, queste esperienze faranno una bellissima figura sul tuo curriculum da redattore). Un'altra opzione è quella di lavorare come libero professionista come consulente editoriale.

Dove lavora il redattore

Il redattore lavora per case editrici, giornali e riviste (cartacee o online). Il suo lavoro può essere svolto sia in sede sia da casa, a seconda del posto di lavoro e delle esigenze della redazione.

Ovviamente, se si lavora per una rivista online senza sede fisica, si lavorerà da remoto, come tutti gli altri dipendenti. Se invece si lavora per una grande casa editrice, ci sono più possibilità di dover lavorare in sede, anche considerando il ruolo di questa figura, che deve lavorare a stretto contatto con tanti altri professionisti dell'editoria.

Quanto guadagna un redattore

Parliamo di stipendi. Inserirsi nel mondo editoriale, vista la crisi dell’editoria cartacea, diventa sempre più difficile.

Chi inizia, senza esperienza, magari dopo uno stage, spesso può avere fin da subito uno stipendio medio di 14.768 € all'anno.

Ovviamente, lo stipendio varia a seconda delle dimensioni e dell'importanza della casa editrice o della rivista e della fama del redattore stesso, che si costruisce con tempo ed esperienza.

Scrivere un perfetto curriculum da redattore

Veniamo al punto saliente dell'articolo: come scrivere un curriculum da redattore che ti faccia notare?

La cosa più importante, inutile dirlo, è che ogni parola e ogni virgola sia impeccabile: se ti stai proponendo come redattore, nessuna svista sarà tollerata. Un errore di questo tipo potrebbe costarti l'opportunità di assunzione, anche con tutte le altre carte in regola per svolgere il lavoro.

Detto questo, ovviamente come per ogni altro curriculum, anche in questo caso dovrai inserire nell'intestazione il tuo nome, cognome e titolo/posizione ricercata: in questo caso quindi "redattore" oppure "redattore editoriale e correttore di bozze". Insomma, la professione per cui ti candidi o che già svolgi (purché pertinente all'ambito editoriale e letterario).

Esempio:
Nome Cognome
Redattore editoriale e correttore di bozze
nome.cognome@email.com
+xx xxx xxxx xxx

L'esperienza professionale

Sotto il nome e i contatti è possibile scrivere una piccola biografia, anche se non è necessaria. Se decidi di inserirla, cura lo stile e la forma.

In seguito, dovrai inserire tutte le esperienze relative all'editoria (inutile scrivere che hai lavorato come cameriere, se stai scrivendo un curriculum da redattore) dalla più alla meno recente.

Indica le date, il datore di lavoro e le mansioni che svolgevi (o svolgi). Inserisci qui anche gli stage, in fondo alla lista.

Esempio:
2017-2021
Redattore editoriale presso "Nome Casa Editrice"

  • Ricerca delle opere da pubblicare

  • Realizzazione di proposte editoriali

  • Correzione di bozze

Leggi anche: Come inserire le proprie esperienze lavorative nel CV

La formazione

Sotto le esperienze professionali, inserisci la tua formazione pertinente: laurea triennale e/o specialistica, master in editoria e corsi di specializzazione in giornalismo, copywriting, editing, e così via. Qualsiasi corso, sia esso universitario o meno, va citato se relativo all'ambito editoriale.

Anche qui inserisci le date, l'istituto di formazione e, se rilevanti, anche le competenze apprese.

Esempio:
2001-2003
Laurea Triennale in Lettere L-10

  • Conoscenze letterarie e filosofiche

  • Padronanza della lingua italiana

  • Conoscenza di etimologia e filologia

  • Capacità critica e argomentativa

Le competenze

Sotto la formazione è possibile inserire le competenze acquisite con gli studi e l'esperienza. Elenchiamo di seguito quelle più importanti che non dovrebbero mancare su un curriculum da redattore:

  • conoscenza approfondita del mondo dell'editoria;

  • competenze linguistiche;

  • cultura generale;

  • ottime capacità di scrittura e di sintesi;

  • capacità di analisi testuale;

  • ottime competenze grammaticali, sintattiche e ortografiche;

  • creatività e intraprendenza;

  • saper trovare titoli accattivanti;

  • capacità di analisi e ricerca di mercato;

  • saper individuare il pubblico (target);

  • ottime doti comunicative;

  • saper fornire istruzioni ai propri collaboratori;

  • competenze informatiche e gestione dei social media;

  • uso di programmi di grafica;

  • attenzione ai dettagli e precisione;

  • garantire assenza di errori e adeguatezza dello stile dei testi;

  • capacità organizzative e manageriali;

  • capacità di lavorare a più progetti contemporaneamente;

  • problem solving;

  • rispettare le scadenze;

  • essere versatile, flessibile e saper lavorare sotto pressione;

  • professionalità e serietà.

Altre informazioni

Nel curriculum da redattore, ci sono altri elementi importanti da aggiungere:

1. Lingue straniere

Se parli inglese e/o altre lingue straniere, aggiungile nel tuo curriculum, con il relativo livello.

Esempio:
Inglese: C1
Francese: B2
Spagnolo: B2

2. Competenze informatiche

L'uso di computer e di programmi informatici è richiesto per sempre più professioni, tra cui quella del redattore. Se sai usare programmi e piattaforme, aggiungi queste informazioni nel tuo CV.

Esempio:
Conoscenza approfondita del pacchetto Microsoft Office
Conoscenza di WordPress, Wix e altre piattaforme di web development
Conoscenza e uso dei principali social media quali Twitter, Instagram e Facebook

3. Passioni

Se hai degli hobby o delle passioni pertinenti all'editoria, potrai inserirle in fondo al tuo curriculum.

Esempio:
Scrittura creativa
Graphic Design
Critica letteraria

Trovare lavoro come redattore

Ora che hai capito come scrivere un perfetto curriculum da redattore, non ti resta che cercare lavoro nel settore.

Per farlo, puoi usare Indeed, la piattaforma di ricerca di lavoro che ti permette di trovare centinaia di annunci e candidarti direttamente, caricando il tuo curriculum e lettera di presentazione.

Consulta la Guida alla Carriera per altri utili consigli.

Le retribuzioni indicate riflettono i dati riportati su Indeed Stipendi nel momento in cui questo articolo è stato redatto. Le cifre possono variare in base all'azienda, alla zona, all'esperienza e alla formazione dei candidati.

Articoli correlati:

  • Curriculum per scrittore: guida ed esempi

  • Come fare un piano editoriale in 10 passaggi

  • Come diventare content creator: competenze, formazione, opportunità lavorative


Articoli correlati

Essere pagati per leggere libri: 4 carriere

Esplora altri articoli