Curriculum vitae per grafico (graphic designer): consigli ed esempi

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 29 novembre 2022 | Pubblicato in data 11 novembre 2021

Aggiornato in data 29 novembre 2022

Pubblicato in data 11 novembre 2021

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Specie in campo creativo, al momento della preparazione del CV si potrebbe sperimentare una certa ansia da prestazione. Se sei un graphic designer e ti affacci al mondo del lavoro, è comprensibile: il tuo CV verrà valutato non soltanto per i contenuti, ma in primo luogo per come l’hai realizzato e impaginato. Infatti, il curriculum vitae del grafico è per molti versi una prima prova di bravura, della quale il selezionatore terrà certamente conto. Proprio per questo, devi fare un buon lavoro sia nell’organizzazione dei contenuti, che nelle le scelte stilistiche.
Se hai troppe idee e non riesci a deciderti, o ne hai troppo poche perché l’ansia ti paralizza, continua a leggere. In questa guida troverai 5 consigli utili per creare il un curriculum strategico per la professione di grafico. E se temi di dimenticare qualche parte importante, scorri nella pagina per trovare un esempio con tutti i contenuti da includere nel tuo CV.

Curriculum vitae per grafico (graphic designer): i nostri consigli

Tra tutte le categorie professionali, per realizzare un curriculum vitae efficace i grafici hanno una marcia in più. In fondo, il tuo lavoro consiste esattamente in questo: inserire un contenuto testuale in una forma orientata alla sua promozione. Questa constatazione può essere un buon punto di partenza per realizzare un curriculum vitae da graphic designer.

1. Tratta il tuo CV come una commissione professionale

Visto che hai una formazione specifica proprio in questo campo, può essere un buon accorgimento progettare il tuo curriculum come se si trattasse di un lavoro che ti è stato commissionato. Presta attenzione a questi elementi:

  • Stile - le scelte stilistiche devono rispecchiare la personalità del brand

  • Impaginazione – dovrai scegliere il font e la palette di colori, impaginare, gerarchizzare visivamente le informazioni

  • Caratteristiche vincenti – l’obiettivo principale è far emergere gli aspetti positivi del contenuto da promuovere

  • Target audience – il contenuto e la forma scelta vanno differenziati in base al destinatario

Come vedi, realizzare un curriculum corrisponde, in concreto, ad applicare una strategia di comunicazione, ossia fare quello che per te è pane quotidiano. Il contenuto da promuovere sei tu, con la tua professionalità e le tue competenze. In fondo si tratta di fare ciò in cui sei più forte.

Leggi anche: Miglior font per CV: come scegliere il font giusto

2. Scegli il formato giusto

Dal momento che il tuo curriculum vitae non è che il supporto per comunicare il tuo profilo professionale, devi usare la forma che ritieni più congeniale.
Visto che lavori nell’ambito della comunicazione, puoi permetterti una certa libertà e pensare di realizzare un curriculum vitae particolarmente creativo. Anzi, è fortemente consigliato che il tuo CV sia creativo!
È quindi fuori discussione l’utilizzo del solito curriculum vitae in formato europeo (Europass), a meno che non sia esplicitamente richiesto. Nel tuo campo lavorativo, questo potrebbe accadere in caso di bandi di concorso pubblici. Difficilmente un’agenzia di comunicazione o una compagnia pubblicitaria ti chiederà di rispondere a un’offerta di lavoro con un Europass, e certamente sarebbe lo strumento sbagliato per cercare clienti come freelance.
Dal momento che hai a disposizione i programmi di grafica e li sai usare, approfittane per sbizzarrirti, tenendo sempre presente che:

  • il CV deve essere sintetico, quindi idealmente dovrai far rientrare tutto in una pagina

  • chi consulta il tuo cv inizia a valutarti dal primissimo colpo d’occhio, quindi attenzione alla gerarchia visiva delle informazioni.

Leggi anche: Formato CV: quale modello di Curriculum usare?

3. Elabora la tua strategia di personal branding

Abbiamo detto quindi che il curriculum vitae è uno strumento di comunicazione che racconta il tuo profilo professionale.
Che tu intenda inviare una candidatura a un’azienda oppure promuovere le tue prestazioni ai potenziali clienti perché lavori come freelance, ti serve una strategia di personal branding.
Concretamente, dovrai realizzare una veste grafica che ti rispecchi come professionista, e impiegarla per il cv. Oltre alla veste grafica, sarebbe bene curare anche il tone of voice e selezionare gli aspetti professionali che vuoi far prevalere.
Il personal branding ha lo scopo di presentare la tua identità professionale e i tuoi servizi nel modo in cui promuoveresti un’azienda o un prodotto:

  • ti valorizza per le tue competenze e i tuoi valori

  • ti distingue dalla concorrenza

  • ti rende memorabile.

Se sono professionalmente rappresentativi, non dimenticare di linkare nel cv il tuo sito internet e le tue pagine social. Idealmente, la tua presenza on-line è allineata alla veste grafica e al linguaggio messi a punto per il tuo brand personale.

4. Collega il CV al portfolio

Il CV stesso è un assaggio del tuo talento come grafico o grafica, ma puoi fare di più per dimostrare il tuo valore e proporre le tue prestazioni: creare un portfolio, ovvero una selezione dei tuoi lavori migliori.
Se sei a inizio carriera e non hai mai avuto modo di cimentarti con una vera commissione lavorativa, non c’è problema. Il portfolio può accogliere anche realizzazioni fatte durante un corso di formazione, negli anni dell’università o in occasione di tirocinio. Se non trovi materiale a sufficienza, puoi anche divertirti a creare dei sample appositamente per il portfolio.
Assicurati che si tratti di una piccola selezione di pezzi significativi.

5. Chiedi un feedback

Se hai la fortuna di frequentare persone con il tuo stesso background professionale, puoi approfittare per domandare ai tuoi colleghi un parere sul tuo CV. Uno sguardo esterno è sempre utile e fonte di miglioramento, soprattutto se proviene da addetti ai lavori.

Cosa scrivere in un curriculum vitae per graphic designer: esempio

Se hai dei dubbi in merito al contenuto da inserire nel tuo CV, o temi di dimenticare elementi importanti, puoi dare un’occhiata all’esempio qui proposto.

Informazioni di contatto

Francesco Campana
via dei Mille 1/a
33 22 11 Milano

campana.francesco@mail.it
321 123 123 44
www.francescocampanagraphics.it
www.instagram.com/fcampanagraphics/

Partita IVA n. 123 456 789 10

Sintesi del profilo

Graphic designer diplomato alla NABA di Milano - freelance

Esperienza professionale

Dal 2019 a oggi
Collaborazioni con Agenzia LogoSSS
Realizzazioni per clienti privati

  • Logo Design & Restyling Logo

  • Identità visiva per brand

  • Brochures e dépliant

  • Banner, elementi web, template per newsletter

Tirocini formativi
MAK – Museo di Arti Applicate di Vienna (Erasmus Placement)

  • Collaborazione alla creazione dell’identità visiva del Museo

Istituto Poligrafico e Zecca di Stato (stage curricolare)

  • Stage di design applicato alla monetazione

Formazione

2019
Diploma in disegno grafico e pubblicitario
NABA – Nuova Accademia di Belle Arti a Milano
voto 110/110

2015
Diploma di maturità artistica
Liceo Artistico Tina Modotti
Indirizzo Web&Graphic Design
Voto 88/100

Competenze tecniche e conoscenze settoriali

  • Progettazione grafica di siti web

  • Grafica editoriale

  • Progettazione grafica di loghi, font, palette, identità visiva per brand e prodotti

  • Realizzazione d'illustrazioni per campagne pubblicitarie

  • Conoscenza dei supporti di stampa, dei plotter e delle stampanti di ultima generazione

Competenze informatiche

  • Ottima conoscenza del pacchetto Office

  • Ottima conoscenza di tutta la Creative Suite Adobe (Dreamweaver, Flash, Photoshop, Illustrator, In Design, Premiere, Fireworks)

  • Ottima conoscenza dei programmi d'impaginazione (InDesign e QuarkXPress)

  • Buona conoscenza del type design e dei programmi per creare font (FontLab).

  • Buona conoscenza delle tecniche SEO

  • Buona conoscenza dei più noti programmi per la grafica e il web design

  • Buona conoscenza del linguaggio HTML e HTML5, XHTML, XML e CSS

  • Conoscenze di base di javascript, Php, jQuery

Conoscenze linguistiche

Inglese livello C1 (First Certificate, 2019)
Tedesco livello C1

Si prega di notare che nessuna delle aziende menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Come scrivere un CV, consigli e esempi di Curriculum Vitae

  • Come scrivere un curriculum vitae personalizzato

  • Come creare un curriculum creativo e fare colpo

  • Come creare un portfolio digitale o cartaceo

  • Lettera di presentazione per graphic designer: guida ed esempio

  • Come diventare graphic designer

  • Come diventare game designer in 5 step

  • Graphic designer: stipendio medio e opportunità di carriera

  • Certificazioni Adobe: cosa sono, quali sono, a cosa servono e come ottenerle

  • Come diventare web designer

  • Digital soft skills: cosa sono e quali mettere sul CV




Articoli correlati

Come inserire le competenze linguistiche nel CV

Esplora altri articoli