Come scrivere un CV bancario: consigli ed esempio

Di Team editoriale di Indeed

Pubblicato in data 9 dicembre 2021

La redazione editoriale di Indeed è un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore e si avvale dei dati e degli strumenti di analisi di Indeed per fornire consigli utili a guidare il tuo percorso lavorativo.

Hai l’ambizione di lavorare in banca? Il primo passo è presentare un CV ben scritto! In questo articolo ti aiutiamo a scrivere un curriculum per bancario che attiri i recruiter e metta in luce le competenze più utili per ottenere il lavoro.

Prima di proporti un esempio di CV per impiegato in banca, facciamo il punto su quali sono le attività che andresti a svolgere e quali sono le competenze necessarie, che dovrai mettere in luce.

Cosa fa il bancario

Lavorare in banca è sempre stata una delle professioni più ambite, per il prestigio e la sicurezza economica che la posizione garantisce. Esistono però varie tipologie di mansioni all’interno di una banca. Vediamo le principali:

  • Cassiere sportellista: ovvero la persona impiegata agli sportelli aperti al pubblico. Si occupa di tutte le attività più comuni: apertura e chiusura di conti correnti, bonifici, versamenti, emissione di pagamenti RID, MAV e RiBa. Allo stesso tempo però lavora “a sportelli chiusi”, occupandosi anche delle attività contabili e amministrative interne della banca.

  • Consulente finanziario: la persona che aiuta liberi professionisti, imprese, privati e famiglie a capire come e dove investire i propri risparmi.

  • Promotore finanziario: un vero e proprio agente che si occupa di vendere ai clienti della banca prodotti finanziari e servizi di investimento.

  • Analista di credito: la persona che si occupa di concedere prestiti ai clienti della banca, analizzando la loro situazione finanziaria e valutando la solvibilità dei debitori.

  • Direttore di filiale: ovvero la persona che gestisce e coordina tutte le attività all’interno della banca. Solitamente ha l’ultima parola in merito alla concessione di prestiti e mutui e dipende direttamente dalla sede centrale.

A queste figure, sicuramente tra quelle più conosciute, se ne possono affiancare altre a seconda della banca in cui stai inviando il tuo CV. Tutte le banche ad esempio offrono un servizio di customer care per i loro clienti. In alcune banche che possiedono proprietà immobiliari, possono trovare lavoro anche avvocati o agenti immobiliari. Per approfondire, ti rimandiamo al nostro articolo su come trovare lavoro in banca.

Vediamo adesso quali sono gli studi e le competenze più richieste che non potranno mancare nel tuo CV per bancario.

CV bancario: studi e competenze

Se aspiri a un impiego in banca, ti sarà utile sapere che la posizione di cassiere sportellista è quella più richiesta. In virtù della grande necessità di queste figure professionali, alcune banche assumono anche impiegati allo sportello che siano in possesso di un diploma di istruzione tecnica - settore economico (indirizzo amministrazione, finanza e marketing). Indubbiamente però se vuoi fare carriera in banca, dovresti avere almeno una laurea triennale o magistrale in Economia e Finanza oppure in Giurisprudenza. Esistono poi anche dei Master per affinare le competenze necessarie o acquisirne di specifiche in base all’attività che si andrà a svolgere: ad esempio un Master in Diritto Bancario, in Credito e Finanza, in Servizi bancari e finanziari.

Un’altra possibilità di impiego in banca è data anche dalla laurea in Informatica: gli istituti di credito infatti hanno bisogno di un nutrito comparto IT che possa far funzionare tutti i sistemi, nonché di esperti di cyber security che possano proteggere i dati personali e i risparmi dei propri clienti da eventuali attacchi online.

Le competenze per un bancario

Tra le competenze da inserire nel tuo CV da bancario, troviamo tutte quelle hard skills specialistiche per lo svolgimento delle mansioni assegnate:

  • Contabilità bancaria

  • Tecnica bancaria e creditizia

  • Prodotti e servizi bancari, assicurativi e finanziari

  • Tecniche di analisi di mercato dei servizi assicurativi e finanziari

  • Contrattualistica finanziaria

  • Procedure di accesso al credito

  • Procedure di sportello bancario

  • Investimenti obbligazionari e prodotti derivati

  • Strumenti di copertura del rischio finanziario

Oltre alle competenze tecniche è ormai indispensabile avere buone competenze informatiche, soprattutto nella gestione di fogli di calcolo, nonché la padronanza della lingua inglese.
Tra le competenze trasversali, le cosiddette soft skills, richieste a chi vuole lavorare in banca troviamo senza dubbio l’onestà, la puntualità, la riservatezza e l’accuratezza. Un dipendente bancario deve quindi avere ottime capacità organizzative ed essere in grado di gestire ogni attività in completa autonomia. Deve inoltre sviluppare un pensiero analitico ed essere capace di affrontare e risolvere problemi di natura complessa, in modo da poter guidare i clienti della banca nelle scelte più adatte alle loro esigenze. Non meno importante è la capacità di comunicare concetti complessi, in modo da rendere accessibili anche ai non addetti ai lavori la terminologia tecnica e le questioni finanziarie.

Adesso che abbiamo un quadro generale delle competenze utili per lo svolgimento delle mansioni, capiamo insieme come strutturare il curriculum per lavorare in banca.

CV bancario: come scriverlo

Vediamo ora insieme quali sono gli elementi che non possono mancare nel tuo CV bancario.

Dati di contatto

Come in ogni curriculum non possono mancare i tuoi dati personali e di contatto. Ricorda di esporli in maniera chiara e precisa e fai attenzione alla formattazione e alla scelta del carattere da usare. La tua precisione sarà valutata anche da questi dettagli!

Istruzione

In questa sezione dovrai inserire diploma, laurea ed eventuali master in linea con la posizione per la quale ti candidi. Se hai frequentato dei corsi professionali o corsi di aggiornamento specifici per lavorare in banca inseriscili, senza dimenticare di indicare l’ente che ha erogato il corso e l’eventuale votazione ottenuta.

Esperienze lavorative

Inserisci le tue esperienze professionali in ordine cronologico decrescente, dalla più recente alla meno recente, specificando in maniera chiara quale ruolo ricoprivi e quali erano le tue mansioni. Se hai già lavorato nel settore bancario, potresti anche invertire le due sezioni “Istruzione” ed “Esperienze lavorative” per dare maggior risalto al fatto che hai già esperienza. Se invece sei un neolaureato potresti non avere nessuna esperienza da inserire nel CV. In questo caso ti suggeriamo di inserire eventuali stage formativi o esperienze di volontariato che possano essere attinenti con la posizione per la quale ti stai candidando. Ad esempio, se hai svolto dei tirocini curriculari durante il tuo percorso di studi o extracurricolari appena subito la laurea, puoi inserirli in questa sezione, specificando le attività svolte.

Competenze

A seguire dovrai indicare le competenze che possiedi, specificando come le hai ottenute. A seconda del formato di CV che sceglierai di usare, le competenze andranno indicate in sezioni differenti. Ad esempio, se sceglierai di usare il formato Europass, dovrai suddividere le tue competenze in questo modo:

  • Competenze linguistiche (con il riferimento al Quadro Europeo delle Lingue)

  • Competenze informatiche, tecniche e analitiche

  • Competenze relazionali

Per ogni competenza elencata, cerca di spiegare come l’hai ottenuta: inserisci eventuali certificazioni che attestino quelle competenze o racconta brevemente grazie a quale delle esperienze di lavoro elencate hai potuto acquisire quelle capacità specifiche.

Segui l’esempio delle competenze utili per lavorare in banca che ti abbiamo fornito, ma ricorda qual è quella che i recruiter cercano principalmente: l’onestà! Soprattutto per chi deve maneggiare soldi altrui, l’onestà non può che essere il primo requisito. Quindi evita di mentire sul curriculum: la bugia sarebbe certamente smascherata durante un colloquio e perderesti l’opportunità di ottenere l’ambito impiego in banca.

Informazioni aggiuntive

Chi cerca lavoro si chiede spesso cosa inserire in questa sezione del CV. Premettiamo che non è una sezione che deve essere necessariamente presente, ma è sicuramente utile per indicare esperienze extralavorative o altre caratteristiche che non trovano spazio nelle altre sezioni del curriculum. Fai attenzione a inserire delle informazioni aggiuntive pertinenti alla posizione per cui ti candidi. Ad esempio, se sei un appassionato di nuoto va sicuramente bene per la tua salute, ma è un’informazione non pertinente ai fini del lavoro in banca. Al contrario, sono informazioni aggiuntive utili se nel tuo tempo libero dai lezioni private di economia aziendale o se hai fatto volontariato presso una ONG, magari creando il piano aziendale o facendo indagini di marketing a titolo gratuito.

Esempio di CV bancario

Dopo averti dato alcuni consigli su come redigere il tuo CV, ecco per te un esempio pratico di CV bancario.

Dati personali
Nome:
Cognome:
Indirizzo:
Telefono:
Email:

Esperienze professionali

Novembre 2019 - Novembre 2021
Consulente finanziario
[Nome Banca - Città]

Principali mansioni:
Analisi della situazione patrimoniale e reddituale dei clienti
Consulenza su prodotti bancari e investimenti

Ottobre 2016 - Novembre 2019
Operatore di sportello
[Nome Banca - Città]

Principali mansioni:
Operazioni di sportello e di back office
Assistenza per l’apertura di nuovi conti
Aggiornamento del profilo dei clienti
Assistenza personalizzata ai clienti

Istruzione

Ottobre 2015 - Ottobre 2016
Master di I livello in Corporate Finance
[Nome Università - Città]
[Titolo di eventuale tesi - voto]

Settembre 2012 - Settembre 2015
Laurea triennale in Scienze aziendali - Curriculum Banca, assicurazioni e mercati finanziari
[Nome Università - Città]
[Titolo di eventuale tesi - voto]

Settembre 2007 - Luglio 2012
Diploma Istituto Tecnico Commerciale
[Nome Scuola - Città]
[Votazione]

Lingue straniere

Inglese
Scritto: B2 - Parlato: B1 - Comprensione orale: B2

Francese
Scritto: B2 - Parlato: B2 - Comprensione orale: B2

Competenze informatiche

Conoscenza sistemi operativi IoS e Windows
Conoscenza professionale pacchetto Office
Conoscenza degli applicativi ERP

Competenze tecniche

Contabilità bancaria
Tecnica bancaria e creditizia
Prodotti e servizi bancari, assicurativi e finanziari
Tecniche di analisi di mercato dei servizi assicurativi e finanziari

Competenze relazionali

Ottime doti comunicative e di assistenza al cliente sviluppate durante la mia esperienza in xxx
Capacità di lavorare sia in autonomia sia all’interno di un team, sviluppata durante il mio lavoro a xxx
Capacità di analisi di situazioni complesse e di gestione dello stress, acquisita grazie al mio lavoro presso xxxx

Informazioni aggiuntive

Durante il mio percorso di studi ho svolto un tirocinio come Quantitative Credit Risk Internal Auditor presso Banca xxx.

Autorizzo al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 196/03.

Segui i nostri suggerimenti per redigere il tuo CV bancario e consulta le offerte di lavoro per il settore bancario disponibili su Indeed. Buona fortuna per il tuo colloquio!

Articoli correlati

Come inserire le soft skills nel CV

Esplora altri articoli