Il CV dell'HR Manager: consigli e modello

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 20 settembre 2022 | Pubblicato in data 4 novembre 2021

Aggiornato in data 20 settembre 2022

Pubblicato in data 4 novembre 2021

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Il responsabile delle risorse umane ha grande esperienza nella valutazione dei curriculum vitae dei candidati. Questo non significa necessariamente, però, che sappia scrivere il proprio CV a occhi chiusi. Certo, conoscerà i trucchi del mestiere e questo può rappresentare un vantaggio, ma seguire qualche consiglio su come scrivere un buon CV da HR Manager può fare comunque la differenza.

Nel presente articolo vedremo meglio chi è l'HR Manager, cosa dovrebbe mettere in risalto nel proprio CV e come scrivere un CV da HR Manager di successo. Per concludere, ti forniremo un esempio pratico da prendere come modello.

HR Manager: ruolo e responsabilità

Questo professionista altro non è che il responsabile delle risorse umane all'interno di un'azienda. Si tratta di una figura manageriale, che nelle realtà aziendali più grandi coordina e gestisce gli addetti alle risorse umane, mentre nei contesti più piccoli rappresenta tutto il dipartimento HR. A sua volta, risponde direttamente ai superiori, che possono essere rappresentati dall'HR Director o dal management aziendale.

Le mansioni che svolge normalmente un HR Manager ruotano attorno alla selezione, assunzione, formazione e sviluppo del personale aziendale. In particolare:

  • Gestisce il processo di recruiting, ovvero la ricerca e la selezione di nuove figure da inserire all'interno dell'organico, attraverso la pubblicazione delle offerte di lavoro, la valutazione dei CV e lo svolgimento dei colloqui di lavoro.

  • Definisce gli aspetti contrattuali, quindi concorda il trattamento economico e l'inquadramento lavorativo, oltre agli eventuali benefit aziendali.

  • Fornisce alle nuove risorse l'orientamento iniziale, attraverso presentazioni e documenti di vario genere, per agevolare il processo di inserimento in organico.

  • Definisce e implementa un codice comportamentale che i dipendenti devono seguire sul posto di lavoro, così da garantire un ambiente lavorativo sereno e sicuro.

  • Collabora con gli addetti all'amministrazione del personale e coordina le figure junior, assegnando compiti e responsabilità per rendere più efficiente l'operato del dipartimento HR.

  • Garantisce una corretta gestione del ciclo paghe e dei relativi adempimenti mensili e annuali, come l'inserimento delle presenze e l'elaborazione dei cedolini.

  • Gestisce le relazioni sindacali, collaborando nell'interpretare e applicare le disposizioni legislative.

  • Monitora il rendimento del personale, attraverso una valutazione delle prestazioni. Se ce ne fosse la necessità, interviene trovando la soluzione più adatta per migliorare le performance del dipendente.

  • Elabora il piano di sviluppo del personale, che comprende sessioni di training e corsi di formazione per consolidare o potenziare le competenze delle risorse.

  • Ascolta i reclami dei dipendenti, parla con le parti interessate e cerca di trovare una soluzione al problema per ripristinare un clima sereno e collaborativo.

  • Promuove la cultura aziendale, rendendone partecipe il personale. Questo aumenta il senso di appartenenza e assicura una prolungata permanenza in azienda da parte dei dipendenti.

  • Gestisce e coordina le procedure di dimissioni e licenziamenti, predisponendo la documentazione utile e accompagnando la risorsa nel percorso di uscita dall'azienda.

Cosa mettere in luce sul CV di un HR Manager

Viste le mansioni principali di cui si occupa il responsabile delle risorse umane, possiamo affermare che all'interno del suo CV dovranno essere messi in luce, in particolar modo, i seguenti aspetti:

  1. L'esperienza professionale in ambito HR. Trattandosi di una posizione manageriale, sarà necessario dimostrare di avere una consistente esperienza in ambito HR, per validare le competenze trasversali necessarie a svolgere questa professione, ossia capacità relazionali, di comunicazione e di problem solving.

  2. Le competenze di leadership. Come già menzionato nel punto precedente, l'HR Manager ricopre un ruolo direttivo. Indipendentemente dalle dimensioni dell'azienda in cui opera, dovrà comunque gestire il dipartimento di HR, individualmente o coordinando altre risorse. Sarà inoltre responsabile di gestire le risorse del personale nelle mansioni elencate sopra, mirando alla loro crescita professionale e a un loro coinvolgimento positivo nella mission aziendale. Per questo è importante che sia una persona dalle forti doti di leadership, competenza che va assolutamente messa in risalto nel CV da HR Manager.

Come scrivere un buon CV da HR Manager

Ora che abbiamo visto di cosa si occupa il responsabile delle risorse umane e quali sono gli aspetti da mettere maggiormente in evidenza sul proprio curriculum vitae, vediamo come strutturarne uno che sia efficace e di successo.

Esistono diversi formati di CV. Generalmente la scelta del formato più adatto dipende dal tipo di professione svolta e dagli anni di esperienza lavorativa accumulati.

Un HR Manager dovrebbe già avere alle spalle una consistente carriera professionale, circostanza che esclude probabilmente la necessità di dissimulare pause di inattività con un modello di CV funzionale, che prevede di menzionare, in ordine: dati personali, competenze, formazione e, solo alla fine, esperienze professionali.

Tuttavia, il formato cronologico, che potrebbe sembrare il più adatto, segue generalmente questo ordine: dati personali, formazione, esperienza, competenze. Le informazioni che abbiamo detto essere le più importanti per un HR Manager, esperienza e competenze, finirebbero quindi per non essere valorizzate al meglio, poiché posizionate in fondo.

Ti consigliamo di scegliere un formato di CV misto, partendo dai dati personali e da una breve introduzione di sé, per proseguire con le esperienze lavorative e le competenze. Nella parte finale puoi inserire la formazione, che, per quanto importante per questo ruolo, è meno rilevante rispetto alle altre informazioni. Ecco come potresti strutturare il tuo CV da HR Manager:

  1. Inizia con le informazioni personali. Come già saprai, un buon CV si apre con i dati personali del candidato: nome, cognome e informazioni di contatto, di solito numero di telefono ed e-mail. Potresti valutare di aggiungere anche il tuo indirizzo Skype. Questa sezione dev'essere scritta in maniera molto chiara, in modo che il recruiter possa facilmente reperire i tuoi dati per contattarti.

  2. Presentati con un breve riepilogo iniziale. Questa sezione non è obbligatoria, ma, se vuoi attirare maggiormente l'attenzione del recruiter, potresti inserire una breve introduzione spiegando chi sei, cosa fai e quali sono le tue caratteristiche o competenze di spicco. In questo modo darai maggior valore alla tua candidatura e invoglierai ad approfondire la lettura del CV.

  3. Elenca le esperienze professionali. Approfondisci in questa sezione le esperienze lavorative più rilevanti per la posizione che andresti a ricoprire. Il consiglio è di iniziare dalla più recente, in modo da mettere in evidenza le tue competenze e mansioni specifiche. In questo modo, il recruiter riuscirà a inquadrare bene il tuo profilo professionale.

  4. Spiega quali sono le tue competenze. Per un HR Manager è fondamentale mettere in luce esperienze e competenze, in particolar modo le doti di leadership. Alcune competenze molto apprezzate per questa professione sono: propensione alle relazioni, ottime doti comunicative e capacità di problem solving. Descrivi in questa sezione le principali competenze che possono far emergere la tua candidatura.

  5. Riporta la tua formazione accademica. Solitamente, per svolgere questa professione viene richiesta una laurea in materie umanistiche, giuridiche o economiche, insieme all'esperienza professionale. Scrivi quale scuola hai frequentato, le date, il titolo ottenuto e la votazione finale.

  6. Informazioni aggiuntive, come premi, certificati o formazione continua. Se sei in possesso di particolari certificazioni o hai frequentato, nel corso degli anni, vari corsi di formazione continua che possano essere rilevanti per ottenere il posto di HR Manager, puoi aggiungerli alla fine del CV. Un esempio è dato dalla conoscenza approfondita della lingua inglese, se l'offerta lo richiede. Oppure, se hai completato un percorso di certificazione ICDL che attesti le tue competenze informatiche, potresti ugualmente inserirlo in questa sezione.

Modello di CV da HR Manager

Di seguito ti proponiamo un modello di curriculum vitae da seguire per redigere il tuo CV da HR Manager.

Carla Ponti
60025, Loreto (AN)
Telefono: +39 3487894561
E-mail: pontihr@mail.com

Laureata in scienze dell'educazione, con specializzazione in formazione e sviluppo delle risorse umane. Esperienza decennale in ambito di HR, spiccate doti comunicative e di leadership, in cerca di nuove prospettive professionali.

ESPERIENZA PROFESSIONALE
Date: febbraio 2010 - presente
Ruolo: HR Manager
Azienda: Communication Wavewood (Perugia)
Mansioni: coordinamento delle risorse del dipartimento di HR, gestione delle comunicazioni obbligatorie e delle attività burocratiche, gestione delle relazioni sindacali, collaborazione con il management aziendale, supporto nella ricerca e selezione di nuove risorse.

Date: settembre 2008 - gennaio 2010
Ruolo: HR Junior
Azienda: Medica Wavewood (Roma)
Mansioni: gestione amministrativa del personale, rilevazione delle presenze, attività di supporto ai dipendenti, gestione di file, malattie, infortuni e comunicazione agli enti preposti, utilizzo del gestionale Zucchetti.

COMPETENZE

  • Spiccate doti comunicative e relazionali, sviluppate nel corso della carriera lavorativa.

  • Propensione al lavoro di gruppo, fondamentale nella definizione e applicazione omogenea di procedure aziendali e nel mantenimento di un ambiente lavorativo positivo e coinvolgente.

  • Competenze di leadership, potenziate frequentando corsi aziendali per lo sviluppo della leadership e affinate con l'esperienza lavorativa.

  • Padronanza dei principali software gestionali di HR.*

FORMAZIONE
Date: ottobre 2007 - luglio 2008
Qualifica: Master in formazione e sviluppo delle risorse umane
Istituto: Wavewood formazione (Roma)

Date: ottobre 2004 - luglio 2007
Qualifica: laurea triennale in scienze dell'educazione
Istituto: Università Wavewood (Ancona)

Ora che hai a disposizione un modello di CV da HR Manager e tanti consigli per scrivere un curriculum vitae di successo, potrai candidarti a tutte le offerte di lavoro che desideri.

Articoli correlati:

  • Come scrivere un CV, consigli e esempi di Curriculum Vitae

  • Come scrivere un curriculum vitae personalizzato


Articoli correlati

Cosa fa un HR Generalist: mansioni, competenze e percorso formativo

Esplora altri articoli