Curriculum del receptionist: guida ed esempio

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 10 ottobre 2022 | Pubblicato in data 3 dicembre 2021

Aggiornato in data 10 ottobre 2022

Pubblicato in data 3 dicembre 2021

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Per chi ambisce a lavorare nel settore turistico, una professione di sicuro interesse è quella del receptionist. Vedremo di seguito quali sono le prospettive e i settori di lavoro, le competenze, i requisiti, il percorso ma soprattutto come strutturare il curriculum del receptionist.

Il receptionist

Il receptionist è quella figura professionale addetta all’accoglienza e all’assistenza delle persone che si recano presso una struttura. Scopriremo quali sono gli ambiti lavorativi del receptionist, poiché in funzione della struttura di lavoro cambieranno le mansioni, pur rientrando in quelle che possono essere definite come aree di competenza generali per la professione.

Dove lavora il receptionist

Il lavoro di accoglienza del receptionist può essere svolto in diverse strutture. Sicuramente le più conosciute sono le strutture ricettive per turisti. Ma la figura del receptionist è presente anche in studi medici, poliambulatori e ospedali, aziende private di medie-grandi dimensioni, uffici pubblici, scuole.

Compiti e attività del receptionist

I compiti del receptionist possono essere classificati in tre aree principali.

  • Ricevimento: include tutte le attività di accoglienza, registrazione dell’arrivo e, in alcuni casi, verifica della prenotazione. In un hotel, sarà compito del receptionist assegnare la camera e fornire tutte le informazioni utili per far conoscere l’ubicazione dei servizi principali dell’hotel. In un ufficio pubblico, il receptionist fornirà indicazioni per raggiungere la stanza richiesta o la sala d’attesa. In uno studio medico, il receptionist avviserà il medico dell’arrivo del paziente così da poter informare quest’ultimo sui tempi di attesa e raccogliere, se necessario, documenti utili per la visita. Infine, in base al settore, l’addetto alla reception fornirà ulteriori informazioni o presterà l’assistenza richiesta al fine di rendere la permanenza nella struttura il più confortevole possibile.

  • Coordinamento: l’addetto alla reception è anche responsabile del coordinamento di attività come i servizi di manutenzione e pulizia e delle forniture. Inoltre, tra i compiti di un receptionist rientra l'organizzazione di attività esterne alla struttura. Per esempio, in un hotel, potrebbe essere incaricato di organizzare o prenotare una visita con guida a un particolare sito di interesse, o prenotare una macchina a noleggio; in uno studio medico, invece può occuparsi di prenotare un particolare esame diagnostico in una struttura esterna in funzione delle tempistiche che gli vengono indicate dal medico per cui lavora.

  • Amministrazione e contabilità: al momento del congedo del visitatore, laddove si parli di una struttura che prevede un pagamento, sarà cura del receptionist eseguire tutte le pratiche riguardanti l’emissione di documenti fiscali a fronte del pagamento e in base alle esigenze dei clienti. Tali documenti dovranno poi essere registrati secondo quanto indicato dalle normative vigenti.

Percorso Formativo

Per svolgere la professione di receptionist, il titolo di studi non costituisce un requisito particolare. Certamente, quando si presenta una candidatura come receptionist in un settore specifico è preferibile poter contare su un diploma o titolo di studio superiore adeguato. Per esempio, nel settore alberghiero, si privilegia il diploma conseguito presso un istituto alberghiero, turistico o linguistico. Gli IPSSAR (Istituti professionali di Stato per i servizi alberghieri e della ristorazione) prevedono un corso di durata quinquennale: nel triennio, che si conclude con un esame di qualificazione professionale, si affrontano tutte le tematiche di cucina, sala e ricevimento, mentre nel biennio successivo si sceglie una qualifica specifica che termina con un esame di Maturità per i Tecnici dei servizi turistici.
La laurea, come detto, non è un requisito indispensabile, ma un corso di studi con indirizzo economico o linguistico può essere sicuramente utile per migliorare il profilo professionale. Le due lauree più consigliate sono Scienze del Turismo e Lingue: possono costituire un grosso vantaggio per i candidati in fase di selezione e far accedere anche a posizioni di maggiore responsabilità con una più alta remunerazione.
Per quanto riguarda invece altri tipi di strutture, come per esempio ambulatori, studi medici, le qualifiche richieste sono specificate nell'annuncio, ma in generale è possibile candidarsi con qualsiasi titolo di studio. Ovviamente nel caso di uffici in cui sia necessario saper svolgere anche attività di base per la contabilità saranno privilegiati titoli di studio che forniscono tali competenze, come per esempio diplomi di ragioneria.
Per chi desidera avvicinarsi a questa professione esiste un'ampia scelta di corsi di formazione specifici, che forniscono una serie di competenze necessarie per l'ingresso nel mondo del lavoro come receptionist.

Le prospettive di lavoro

Come detto, gli ambiti lavorativi per un receptionist sono molteplici e le offerte di lavoro confermano una richiesta costante di questa figura professionale.
Alla candidatura è sempre consigliabile allegare una lettera di presentazione, da accompagnare al curriculum e spiegare in dettaglio le esperienze più rilevanti.

Per quanto riguarda uffici pubblici e scuole, l'assunzione è regolata da concorsi pubblici, a cui si può accedere in base ai requisiti pubblicati nei bandi.

Il curriculum del receptionist

Il curriculum del receptionist deve fornire informazioni chiare su percorso formativo, esperienza lavorativa, competenze specifiche e qualità personali.
Se non si tratta del primo impiego, il curriculum del receptionist può iniziare con le esperienze professionali, ricordando di elencare i lavori svolti iniziando dal più recente. Le informazioni essenziali sono data di inizio e termine, luogo di lavoro, ruolo ricoperto e, essendo quello del receptionist un lavoro articolato, una breve descrizione delle mansioni, in modo che il recruiter possa identificare immediatamente le abilità del candidato.
Successivamente si elencheranno i titoli di studio e i corsi di formazione. Anche in questo caso è opportuno creare due sezioni separate se i titoli di studio o i corsi di formazione sono numerosi; in caso contrario, è consigliabile inserire prima i titoli di studio come diploma o laurea e successivamente i corsi di formazione. Anche queste informazioni devono essere fornite in modo chiaro e iniziando dalla più recente. In particolare, è necessario indicare data di conseguimento del titolo, scuola, votazione e, nel caso di laurea, titolo della tesi. Per i corsi di formazione indicare, oltre l’ente erogante, il nome del corso, la data e la durata. Quest’ultimo dato è importante perché un recruiter possa valutare l’utilità del corso frequentato.
La sezione successiva del curriculum dovrà essere dedicata alle competenze tecniche: andranno indicate quindi le abilità specifiche per questo ruolo, come accoglienza cliente, gestione prenotazioni, assistenza ai clienti, organizzazione attività (per gli hotel nello specifico) o di esami diagnostici presso strutture esterne (per gli studi medici), attività di coordinamento del personale addetto alla manutenzione, alle pulizie e di altro tipo se presenti.
Le competenze linguistiche, molto importanti soprattutto per il settore turistico, possono essere integrate tra le competenze tecniche, ma laddove si voglia evidenziare una rilevante padronanza delle lingue straniere, la si può indicare separatamente. È importante scrivere chiaramente il livello della lingua parlata e scritta. Eventuali corsi di lingua possono essere invece inseriti nella sezione dei corsi di formazione.
Le ultime due sezioni riguardano, rispettivamente, le competenze informatiche, in cui si elencheranno i sistemi operativi conosciuti, la conoscenza dei programmi del pacchetto Office, la conoscenza di software gestionali e di fatturazione ed eventuali altre conoscenze rilevanti, e le qualità personali. Questa professione, infatti, presuppone un rapporto costante con clienti, colleghi, datori di lavoro, fornitori. Pertanto, è necessario avere ottime capacità relazionali, ottime capacità di mediazione e comunicazione, puntualità, precisione e flessibilità, capacità di organizzazione e coordinamento che devono essere messe in luce in una sezione a parte.
Per avere una idea più chiara del curriculum di un receptionist e di come inserire le informazioni, qui di seguito viene proposto un modello standard.

Modello di curriculum

Dati Personali
Nome:
Cognome:
Indirizzo:
Tel.
E-mail:

Esperienza lavorativa
2018 – oggi
Addetto alla Reception
Hotel Wavewood 4 stelle - Milano
Mansioni:

  • Gestione prenotazioni

  • Presentazione struttura e servizi per la clientela

  • Assistenza alla clientela

  • Gestione personale addetto alla manutenzione

  • Gestione cassa

  • Prenotazione servizi interni ed esterni per la clientela

2016 – 2018
Addetto alla reception
Hotel Wavewood B 3 stelle – Milano
Mansioni:

  • Gestione prenotazioni

  • Presentazione struttura e servizi per la clientela

  • Assistenza alla clientela

  • Prenotazione servizi interni ed esterni per la clientela

2015 – 2016
Addetto alla reception
Studio medico associato Wavewood – Milano
Mansioni:

  • Gestione prenotazioni

  • Accoglienza clientela

  • Gestione pagamenti fornitori e clienti

  • Gestione servizi esterni (personale addetto alle pulizie, forniture materiale medico)

  • Servizio erogazione prescrizioni mediche

Istruzione
2014 Diploma di maturità in Accoglienza turistica
Istituto Tecnico Wavewood - Milano
Votazione 100/100

Corsi di formazione
2015 - Corso di formazione: "L'addetto alla reception" presso Scuola di formazione Wavewood – Milano - 30 ore
2015 – Corso di formazione: "Reception e amministrazione", presso Scuola di formazione Wavewood 2 – Milano 25 ore
2014 – Corso inglese, livello C1 presso Scuola di Lingue Wavewood - Milano 60 ore
2014 – Corso francese, livello B1 presso Scuola di Lingue Wavewood - Milano 40 ore
2015 – Corso tedesco, livello A2 presso Scuola di Lingue Wavewood - Milano 30 ore

Competenze

  • Gestione prenotazioni

  • Organizzazione e prenotazione servizi esterni

  • Gestione cassa e fatturazione

  • Ricevimento e accoglienza

  • Preparazione documentazione pre-accoglienza e congedo

Capacità informatiche

  • Conoscenza sistemi operativi Windows e IoS

  • Conoscenza avanzata pacchetto Office

  • Ottime conoscenze dei seguenti software gestionali: software 1, software 2

  • Ottima conoscenza del software di fatturazione (nome software)

  • Conoscenza procedure amministrative e documentazione fiscale

Qualità personali

  • Ottime capacità di collaborazione e relazionali

  • Conoscenze approfondite del territorio e delle attrazioni

  • Attenzione ai dettagli

  • Ottime capacità di coordinamento

  • Ottime capacità organizzative

  • Elevate capacità di problem-solving

  • Flessibilità

Lingue straniere

  • Inglese: ottimo livello scritto e parlato (C1)

  • Francese: livello intermedio scritto e parlato (B1)

  • Tedesco: livello base scritto e parlato (A2)

Articoli correlati

Lettera di presentazione del receptionist: consigli ed esempio

Esplora altri articoli