CV e lettere di presentazione

Formato CV: quale modello di Curriculum usare?

La stesura di un curriculum vitae efficace e completo è una parte fondamentale della carriera lavorativa di ognuno di noi. Il curriculum vitae deve contenere tutte le informazioni personali che ci contraddistinguono, le nostre competenze e le nostre precedenti esperienze, sia in ambito professionale che accademico. Il curriculum ideale deve essere sintetico ma esaustivo, per offrire al datore di lavoro una panoramica delle conoscenze acquisite e delle potenzialità che possono essere sviluppate ulteriormente.

Scrivere il curriculum vitae in un formato efficace: regole fondamentali

Per scrivere un buon curriculum vitae occorre innanzitutto essere concisi (idealmente, sarebbe bene non superare una o due pagine) e riportare al suo interno, in maniera schematica e ordinata, le sezioni contenenti le tue informazioni personali. Le opzioni per organizzare le informazioni e i contatti sono molteplici, infatti esistono formati diversi per scrivere un CV, in base innanzitutto al settore lavorativo di riferimento. Un CV accademico risulterà diverso rispetto a quello che potresti scrivere per candidarti ad altri tipi di professioni.

Ad ogni modo, è opportuno seguire alcune regole generali per organizzare in maniera coerente e sintetica le proprie informazioni personali, dando maggior risalto a quelle più rilevanti per il lavoro di nostro interesse. Vediamo insieme quali sono e come metterle in pratica.

Informazioni generiche da inserire nel curriculum

Come già sottolineato, all'interno del CV è necessario inserire la propria storia professionale e formativa, in maniera sintetica ma senza tralasciare i dettagli importanti. Inoltre, se pertinenti con l'impiego che stai cercando, sarà possibile riportare alcune esperienze personali che rivelano una determinata attitudine o sfaccettatura. Potrai includere le tue pubblicazioni, le borse di studio per meriti accademici, eventuali stage o tirocini, le promozioni lavorative ottenute per merito di importanti prestazioni professionali, senza dimenticare di elencare le conoscenze linguistiche e le competenze tecnologiche e informatiche nell'utilizzo di programmi e software specifici.

È fondamentale tenere a mente che il CV deve essere adattato alla carriera lavorativa che si sta cercando d'intraprendere, sarà quindi opportuno apportare le dovute modifiche a seconda del ruolo per il quale si è deciso di candidarsi. Si avrà così la possibilità di creare di volta in volta un CV su misura, che soddisfi le richieste del datore di lavoro per quello specifico impiego.

Gli elementi essenziali del curriculum vitae

Qui di seguito troverai un elenco di informazioni che non possono mancare nel tuo CV:

  • Informazioni personali: nome e cognome, indirizzo, numero telefonico e indirizzo di posta elettronica.
  • Esperienze accademiche: percorso scolastico, corsi, borse di studio, attestati e riconoscimenti. Per tutte queste informazioni, sarà necessario inserire la data di ottenimento del titolo, il nome dell'istituto o dell'università presso il quale il titolo è stato conseguito e il nome del relativo corso di studi.
  • Esperienze lavorative: dovrai inserire le tue esperienze lavorative, includendo la durata e il ruolo ricoperto e descrivendo in maniera oggettiva e sintetica le relative mansioni svolte. Se hai svolto esperienze professionali brevi e non strettamente connesse al ruolo per il quale ti stai candidando, potrai valutare se ometterle dal CV.
  • Competenze: inserisci una breve lista delle abilità che hai acquisito durante le tue esperienze lavorative o formative.
  • Pubblicazioni: riporta eventuali pubblicazioni, indicando la fonte e la data di pubblicazione; non dimenticarti di inserire il relativo link online, se disponibile.
  • Organizzazioni: inserisci il nome di eventuali organizzazioni o associazioni a cui sei iscritto, il ruolo che svolgi al loro interno e da quanto tempo ne fai parte.
  • Certificazioni: le certificazioni di vario tipo vanno inserite in un'ultima sezione, specificando la data e l'ente che ha rilasciato il documento. In questa sezione va fatto riferimento a eventuali attestati di lingua straniera.

Come vediamo, sono diverse le informazioni da inserire nel curriculum vitae; è dunque importante selezionare quelle più rilevanti per la posizione alla quale ti stai candidando, per evitare che diventi troppo lungo.

Possibili formati del curriculum vitae

Abbiamo detto poco sopra che le informazioni da inserire nel proprio curriculum vitae possono essere riportate e organizzate in diversi modi. Occorre innanzitutto valutare quale potrebbe essere quello migliore per organizzare tutti i dati disponibili, tenendo bene a mente il tipo di lavoro che costituisce l'oggetto della nostra ricerca.

A seguire, andremo ad analizzare tre diversi modi per organizzare il proprio CV.

1) Ordine cronologico

Si tratta di uno dei formati più utilizzati per la stesura del CV. Consiste nello scrivere in ordine temporale le informazioni, a partire dai contatti personali fino ad arrivare alle certificazioni:

  • Informazioni personali
  • Esperienze accademiche
  • Esperienze lavorative
  • Competenze
  • Organizzazioni
  • Certificazioni

2) Ordine strategico

Questo tipo di formato si caratterizza per l'uso di una struttura nella quale vengono messe maggiormente in evidenza le proprie competenze e conoscenze specifiche, a differenza di quanto accade nel primo caso. È un modello davvero utile se si sta cercando un lavoro molto specializzato, che richiede delle competenze altamente settoriali e tecniche. Se possiedi competenze e certificazioni inerenti all'impiego per il quale ti stai candidando, questo potrebbe essere il formato che fa per te:

  • Informazioni personali
  • Competenze
  • Certificazioni
  • Esperienze accademiche
  • Esperienze lavorative
  • Organizzazioni
  • Eventuali competenze personali

3) Formato misto

Si tratta di un tipo di formato che prevede un utilizzo misto dei due formati precedenti. In base alle competenze e ai traguardi raggiunti a livello lavorativo, si potrà valutare in quale sequenza ordinare tutte le informazioni da inserire all'interno del proprio CV.

Grafica e stesura del curriculum

Una volta deciso il formato da utilizzare per valorizzare al meglio il tuo percorso formativo e lavorativo, dovrai tenere in considerazione altri elementi molto importanti prima di poter passare alla vera e propria stesura del CV.

Il tuo curriculum vitae dovrà innanzitutto essere facile da leggere e scorrevole. Dopo aver scelto l'ordine delle informazioni, occorrerà prestare la dovuta attenzione alla veste grafica: utilizza un font molto leggibile e scorrevole, come per esempio Times New Roman, Georgia o Calibri, fai in modo che la dimensione dei caratteri sia compresa tra i 10 e i 12 punti, con un'interlinea di 1, massimo 1,15, e imposta i margini in una misura compresa tra 1 e 1,5.

Dopo aver definito questi dettagli tecnici, occorrerà iniziare a organizzare i contenuti, stando molto attenti a mettere in evidenza le informazioni principali. A questo proposito, si potrà procedere con degli elenchi nei quali raggruppare le informazioni delle singole sezioni e, se necessario, utilizzare il grassetto per sottolineare i dati più importanti. L'organizzazione dello spazio tramite elenchi e l'uso del grassetto aiuteranno il tuo esaminatore a focalizzarsi sugli elementi che vuoi far emergere, facendo apparire il tuo CV chiaro e ben organizzato, grazie alle scelte strategiche prese in precedenza.

Al di là del modello di CV utilizzato, è utile ribadire che un buon curriculum è caratterizzato dall'elemento della brevità e, idealmente, dovrebbe rimanere entro una pagina o due. A questo proposito, il consiglio è quello di evitare frasi troppo lunghe e commenti di tipo personale o soggettivo. Dopo la stesura del CV, è consigliata un'attenta rilettura e magari un confronto con una persona adatta, per rimuovere eventuali errori di grammatica o sintassi. Curare ogni dettaglio, ti permetterà di fare subito una buona impressione e approdare alle fasi successive della selezione.

Esempio di CV

Chiara Bianchi

Via Principe 15

00189 Milano
c.bianchi@email.it
0345679854

ISTRUZIONE
Ottobre 2015
Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione, Università di Verona

Settembre 2012
Laurea Triennale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, Università di Padova

ESPERIENZE LAVORATIVE
Gennaio 2019 – Presente
Responsabile ufficio vendite LQEdit, Milano
Coordinamento ufficio vendite e rapporto coi clienti esteri dell'azienda

Marzo 2017 – Novembre 2018
Assistente ufficio risorse umane GCCartel, Bologna
Assistenza di tipo tecnico e amministrativo ufficio pubbliche relazioni

Febbraio 2016 – Gennaio 2017
Stage retribuito presso ufficio risorse umane MSMob, Verona
Assistenza selezione personale e ruolo amministrativo all'interno dell'azienda

COMPETENZE PROFESSIONALI

Gestione amministrativa e comunicazione
Utilizzo Software per organizzazione calendario aziendale
Pubbliche relazioni con clienti esteri

PRESENTAZIONI
21 Ottobre 2018, Bologna, Fondazione Bassi, Convegno Lavoro e Salute
“Amministrazione Aziendale e efficienza lavorativa”, relatrice

15 Marzo 2017, Bologna, Fondazione Bassi, Convegno Gestione Aziendale
“Come gestire le pubbliche relazioni aziendali?”, relatrice

CERTIFICAZIONI
Maggio 2018
Certificato in psicologia del lavoro, Centro di psicologia del lavoro, Milano

Aprile 2016
Certificato in economia aziendale, Istituto economico regionale, Bologna

Marzo 2015
Certificazione B2 Lingua Inglese, GCG Certificate

PREMI E RICONOSCIMENTI
Novembre 2015
Premio “Giorgio Pini” come miglior tesi magistrale dell'Università di Verona

Gennaio 2011- Giugno 2011
Vincitrice unica Borsa Erasmus, semestre di ricerca Università la Sorbona di Parigi

AFFILIAZIONI
Presidente associazione sociale BL, Bologna

Nella maggioranza dei casi, un datore di lavoro si trova a esaminare diversi CV per una singola posizione lavorativa; il tuo obiettivo deve dunque essere quello di far emergere il tuo percorso rispetto a quello degli altri candidati. Per questo motivo, è fondamentale saper selezionare le informazioni più rilevanti e organizzarle in modo da catturare l'attenzione del recruiter, seguendo questi suggerimenti e prendendoti del tempo per riflettere, potrai senz'altro scrivere un ottimo curriculum.

Articoli correlati:

Articoli correlati

Visualizza altro 

CV studente universitario: i nostri consigli

Come fare un curriculum vitae per studente universitario, con o senza esperienza lavorativa? Ecco alcuni consigli su come scrivere un CV universitario efficace.

Come scrivere una lettera di presentazione per addetta o addetto alle vendite senza esperienza

Se intendi candidarti a un ruolo di addetta o addetto alle vendite senza esperienza, scopri come scrivere una lettera di presentazione convincente.