Come rifiutare un lavoro già accettato

Di Team editoriale di Indeed

3 gennaio 2022

Hai superato con successo il colloquio e hai ottenuto il lavoro, ma proprio prima di iniziare decidi che la posizione offerta non è adatta a te. In questa situazione, bisogna riflettere su come rifiutare un lavoro già accettato in maniera professionale. Le ragioni che spingono a ritrattare la decisione possono essere molte: ad esempio, hai ricevuto una proposta più vantaggiosa, il luogo di lavoro è troppo lontano o sono emerse esigenze familiari a cui dover dare la priorità.

Rinunciare a un lavoro non è mai una scelta facile, soprattutto se hai già dato la conferma all'azienda, ma talvolta è inevitabile. Per farlo nel modo corretto e senza offendere il datore di lavoro, puoi seguire questa guida passo passo e utilizzare le due lettere di esempio che abbiamo preparato per te.

Come rifiutare un lavoro già accettato: guida passo passo

Rifiutare un lavoro già accettato è un compito poco piacevole: bisogna confrontarsi con i dubbi sulla propria decisione, il timore di una reazione negativa da parte del datore di lavoro e l'imbarazzo di dover comunicare questa notizia. Per prima cosa bisogna chiarire le proprie perplessità. Un consiglio semplice ma efficace è scrivere un elenco dei vantaggi e degli svantaggi del lavoro in questione: mettendo le tue motivazioni nero su bianco potrai osservare la situazione da tutti i punti di vista e capire che strada percorrere.

Presa la tua decisione, puoi comunicarla seguendo questa strategia.

1. Leggi il contratto

Se hai già messo la firma sul contratto di lavoro, prima di rifiutare è bene leggere la sezione inerente ai termini di fine rapporto. Un contratto impone degli obblighi sia da parte del datore di lavoro sia da parte del dipendente. È importante seguire l'iter previsto dal contratto per evitare eventuali problematiche.

Nella maggior parte dei casi, il contratto conterrà le informazioni sui tempi e le modalità della procedura da seguire. Di solito è previsto un periodo di preavviso, ma talvolta parlare apertamente con chi ti ha assunto può accorciare i tempi, dato che la formazione di un dipendente che si dimetterà a breve è un investimento svantaggioso per l'azienda.

Se invece la proposta è stata accettata solo in via informale, ad esempio a voce o per e-mail, ma non è ancora stato firmato nessun documento, non ci sono vincoli legali e quindi dovrai solamente farti coraggio e comunicare la tua decisione in modo sincero.

2. Mostra gratitudine

Ti è stato offerto un lavoro e, a prescindere dal tuo ripensamento, è importante mostrare gratitudine per il tempo che ti è stato dedicato e per la fiducia riposta nelle tue capacità. Ringrazia e dimostra di aver apprezzato l'intesa raggiunta in fase di colloquio e di avere stima della compagnia.

Se hai firmato un contratto, è probabile che tu debba rifiutare in forma scritta. Alla raccomandata ti consigliamo di far seguire una telefonata di cortesia. Se invece non hai firmato nulla, puoi dare la notizia di persona o per telefono.

3. Motiva le tue scelte

Cerca di spiegare la situazione in modo onesto, con tatto e umiltà, comunicando con parole semplici le tue ragioni. Non è necessario entrare troppo nel personale: ricorda che comunque si tratta di un rapporto professionale. Se il rifiuto è dovuto a un'offerta di lavoro con uno stipendio più alto, è meglio non menzionarlo.

Alla base della scelta ci possono essere tante ragioni: ad esempio, dopo il colloquio finale hai letto nuovi commenti negativi nella pagina dell'azienda su Indeed. In casi come questi è meglio celare la verità e dare una motivazione generica, dicendo di aver ricevuto una proposta più in linea con le tue aspirazioni.

4. Preparati alla chiamata del datore di lavoro

Dopo aver ricevuto la lettera, il datore di lavoro o le risorse umane potrebbero contattarti per discutere le motivazioni della scelta o per accordarsi su come procedere. Durante questo colloquio si definiscono i termini del preavviso e si valuta se è necessario presentarsi sul luogo di lavoro durante questo periodo.

Prepara una scaletta delle cose da dire durante la chiamata: un elenco schematico ti aiuterà a non andare in confusione e soprattutto a non dimenticare concetti e domande. In particolare, leggi il contratto prima della chiamata: essere informati è indice di professionalità e permette di rilevare eventuali inesattezze o di chiedere delucidazioni senza bisogno di richiamare in un secondo momento.

Durante la chiamata ti consigliamo di prendere appunti. Preparati tenendo carta e penna a portata di mano, in maniera da prendere nota di tutte le indicazioni, come nomi di documenti, recapiti telefonici, e-mail, indirizzi o procedure da seguire. L'obiettivo è non far perdere tempo all'interlocutore. La lettura preliminare del contratto renderà più facile seguire il discorso.

5. Invia eventuali documenti

Probabilmente, ti verrà richiesto di inviare alcuni documenti o di eseguire determinate azioni per finalizzare la rescissione del contratto. Non procrastinare: fornire immediatamente la documentazione necessaria non è solo un gesto di educazione, ma permetterà alla compagnia di chiudere la tua posizione e poter assumere un altro candidato in tempi brevi.

Esempio di lettera per rifiutare un lavoro già accettato

Ecco due esempi di lettera per rifiutare un lavoro già accettato. Puoi usarli come semplice spunto o come modello, personalizzando le indicazioni fra parentesi.

Esempio in caso di un'offerta migliore

Per rifiutare il lavoro nel caso di una proposta più vantaggiosa, puoi usare questo esempio:

[Nome e cognome]
[Indirizzo completo]
[Numero di telefono]
[E-mail]

[Data]

Gentile [nome e cognome del responsabile delle assunzioni o del datore di lavoro],

la ringrazio per l'offerta di lavoro come [indica il ruolo] presso [indica il nome della compagnia] e per il tempo che mi è stato dedicato. Purtroppo, le devo comunicare che, dopo attente riflessioni, ho deciso di rifiutare il lavoro poiché ho ricevuto una proposta per una posizione più in linea con i miei obiettivi di carriera.

Ci tengo a dirle che è stato un grande piacere conoscerla e che sono grato/a per la fiducia che mi ha concesso. Visitare la sede aziendale è stata una splendida opportunità.

La ringrazio nuovamente e resto a disposizione per qualsiasi necessità,

Cordiali Saluti,
[Firma completa]

Esempio in caso di ripensamento

A volte è meglio non spiegare le vere motivazioni che spingono a rifiutare il lavoro già accettato. In questi casi, la soluzione più professionale ed educata è limitarsi ad ammettere che non è il lavoro adatto a te.

[Nome e cognome]
[Indirizzo completo]
[Numero di telefono]
[E-mail]

[Data]

Gentile [nome e cognome del responsabile delle assunzioni o del datore di lavoro],

la ringrazio per l'offerta di lavoro come [indica il ruolo] presso [indica il nome della compagnia] e per il tempo che mi è stato dedicato. Purtroppo, devo comunicarle che, dopo attente riflessioni, ritengo che la posizione offerta non rispecchi pienamente i miei obiettivi di carriera e che per questa ragione sono costretto/a a rifiutarla.

Ci tengo a dirle che è stato un grande piacere conoscerla e che sono grato/a per la fiducia che mi aveva concesso. Visitare la sede aziendale è stata una splendida opportunità.

La ringrazio nuovamente e resto a disposizione per qualsiasi necessità,

Cordiali Saluti,
(Firma completa)

Ultimi consigli

Ora hai tutti gli strumenti necessari per comunicare la tua decisione in modo professionale ma, prima di concludere, vogliamo darti qualche ultimo consiglio:

  • Usa parole chiare: a volte facciamo dei grandi giri di parole per non risultare bruschi e poco educati ma, quando si parla di lavoro, è meglio esprimersi in maniera chiara ed esprimere fermamente il proprio rifiuto.

  • Preparati a eventuali trattative: se il tuo profilo è particolarmente interessante per la compagnia, le risorse umane o il datore di lavoro potrebbero rilanciare offrendoti uno stipendio maggiore: preparati a una possibile controfferta e rifletti anticipatamente sul livello di retribuzione che potrebbe farti tornare sui tuoi passi.

  • Mantieni buoni rapporti: anche se ora hai rifiutato il lavoro, in futuro potresti sederti allo stesso tavolo per accettare un ruolo simile o con uno stipendio migliore, oppure ritrovarti a lavorare per uno dei partner della compagnia. Senza contare che potresti incontrare il recruiter al di fuori del luogo di lavoro. Fai del tuo meglio per mantenere buoni rapporti, anche se non hai portato buone notizie.

Articoli correlati:

  • Come rifiutare un’offerta di lavoro via email o telefono

  • Come negoziare lo stipendio per un nuovo lavoro

  • Come cambiare lavoro


Articoli correlati

Come dare le dimissioni durante il periodo di prova?