Come superare la paura di cambiare lavoro

Di Team editoriale di Indeed

24 giugno 2022

Anche i professionisti più sicuri delle loro capacità possono farsi paralizzare dalla paura di cambiare lavoro. Dubbi e incertezze ci bloccano, rischiando di farci perdere ottime opportunità. Forse vuoi cambiare lavoro per avere uno stipendio migliore o per trovare un'occupazione più in linea con gli studi, oppure perché semplicemente la tua occupazione attuale non ti soddisfa. Le motivazioni possono essere tante, ma una cosa è certa: superare le proprie insicurezze è possibile, e puoi farlo anche tu. In questo articolo esploreremo alcune delle paure più comuni e ti daremo degli utili consigli per riuscire ad affrontarle.

Leggi anche: Perché cambiare lavoro: 10 motivi per farlo

Perché abbiamo paura di cambiare lavoro?

Tutti i grandi cambiamenti sono sempre accompagnati da un certo indice di paura, e cambiare lavoro non fa eccezione. Anche se il settore rimane lo stesso e dobbiamo solamente fare un passaggio di ruolo o di ufficio, l'insicurezza rischia di prendere il sopravvento. È proprio a causa del timore di cambiare che le persone spesso continuano a lavorare in aziende o a rivestire ruoli che in realtà vorrebbero lasciare. Ma che cos'è che ci spaventa in questo modo? Dove possiamo trovare il coraggio di reinventarci? Esploriamo insieme alcune delle paure più comuni.

1. Paura di fallire

Quante volte hai pensato “e se non dovessi riuscirci?”. Tra le tante paure che ci impediscono di fare il grande salto, quella di fallire è indubbiamente la principale. Tra i principali timori, quello di non essere all'altezza, di non svolgere bene il nuovo lavoro, di deludere chi ha riposto fiducia in te. Pensi a tutto ciò che dovrai imparare una volta accettato il nuovo lavoro, e cresce l'ansia di non riuscire a farlo abbastanza in fretta o di non avere sufficienti competenze.

Come superare la paura di fallire?

Come prima cosa, affronta la paura con razionalità. Pensa che, nel caso non ti trovassi bene, potrai sempre cercare una nuova opportunità. Tuttavia, non abbatterti se il primo periodo è difficile. Stai affrontando un momento di passaggio ed è quindi molto probabile che ti serva solo un po' di tempo per abituarti alle nuove mansioni e ai ritmi lavorativi.

In molti casi veniamo scelti per un lavoro non tanto per la nostra esperienza pregressa ma per le nostre soft skills. Se temi di non essere all'altezza, potresti ampliare le tue competenze iscrivendoti a un corso; in alternativa, potresti lavorare sulle soft skills con l'aiuto di un coach. In questo modo arriverai sul nuovo posto di lavoro con più sicurezza.

Infine, sempre più aziende organizzano l'inserimento tramite un processo di orientamento al lavoro, che ti aiuterà ad ambientarti.

2. Paura del giudizio altrui

Forse hai paura di deludere i tuoi attuali colleghi lasciando il lavoro dopo tanti anni passati a lavorare in team. Forse invece temi che la tua famiglia non condivida la tua decisione o magari hai paura di fare una cattiva impressione sui nuovi colleghi e sui superiori nel momento in cui inizierai la nuova avventura professionale. Il timore del giudizio degli altri è, purtroppo, una sensazione molto comune, che affonda le sue radici nelle nostre insicurezze personali.

Come superare la paura del giudizio altrui?

Lascia che gli altri ti diano dei consigli ed esprimano la loro opinione, ascolta e valuta i suggerimenti, ma non lasciarti condizionare al punto di mettere da parte ciò che vuoi veramente. In questo frangente, può essere utile assegnare dei livelli di priorità. Ad esempio, l'opinione dei propri familiari avrà sicuramente un peso maggiore. A prescindere da tutto, ricorda che devi prendere la decisione che ritieni migliore per te e il tuo futuro.

3. Paura di fare la scelta sbagliata

Un'altra paura molto diffusa fra chi deve cambiare lavoro è il timore di fare una scelta sbagliata. Temiamo di aver preso una decisione troppo radicale o avventata, di scoprire di non essere adatti alla posizione o di non andare d'accordo con i colleghi. Tutti questi dubbi sono legittimi: tuttavia, è impossibile chiarirli prima di iniziare la nuova avventura professionale. Ricorda che cambiare lavoro è in primis un'opportunità di crescita professionale e personale.

Leggi anche: "Ho sbagliato a cambiare lavoro": che cosa fare

Come superare la paura di fare la scelta sbagliata?

Parlare dei tuoi timori con amici, colleghi e parenti ti può aiutare ad analizzarli con più obiettività. In caso di dubbi più radicati, puoi rivolgerti a un career coach: un consulente di carriera può farti scoprire percorsi lavorativi che non avevi ancora valutato.

Un altro suggerimento utile per trovare rassicurazioni è parlare con qualcuno che già svolge il ruolo a cui ambisci o che lavora nell'azienda che ti ha offerto la posizione. In quest'ultimo caso familiarizzare mentalmente con il nuovo luogo di lavoro ed eliminare, almeno in parte, l'ansia.

4. Paura di non guadagnare abbastanza

Cambiare lavoro talvolta implica dover accettare una retribuzione diversa. La nuova carriera potrebbe prevedere uno stipendio a provvigioni, passare da dipendente a libero professionista o perfino l'apertura di una propria azienda. In queste due ultime ipotesi, il guadagno effettivo è una vera e propria incognita, che può generare un senso di insicurezza. In altri casi, la busta paga può essere fissa, ma inferiore rispetto al lavoro che stiamo lasciando. Chiedersi se la retribuzione sarà adeguata al nostro stile di vita è del tutto legittimo.

Come superare la paura di non guadagnare abbastanza?

È vero che il tuo attuale lavoro ti dà delle certezze, ma ti rende davvero felice? Si tratta di un aspetto molto importante quando si valuta un passaggio radicale da una posizione a un'altra. Scrivendo un prospetto delle spese che sostieni mensilmente potrai definire i costi fissi e le spese superflue. Di conseguenza, potrai analizzare la tua sostenibilità economica in caso di entrate inferiori.

Leggi anche: Come negoziare lo stipendio per un nuovo lavoro

5. Paura dell'ignoto

Forse la paura più paralizzante di tutte è il non sapere che cosa accadrà dopo. Iniziamo a mettere continuamente in discussione la nostra decisione, perché il cambiamento ci fa uscire dalla nostra comfort zone. A un certo punto, però, diventa inevitabile fare una scelta.

Come superare la paura dell'ignoto?

L'unico modo di affrontare la paura dell'ignoto è lavorare su noi stessi. Tutti siamo in grado di gestire le situazioni alle quali ci troviamo di fronte: dobbiamo solo trovare il coraggio di prendere una decisione.

Valuta la tua situazione e cerca di capire se sei disponibile ad accettare i rischi. In fondo, cosa potrebbe succedere nella peggiore delle ipotesi? Ricorda che ogni “fallimento” può trasformarsi in una nuova opportunità.

Nel caso in cui il tuo senso di sopraffazione fosse talmente grande da causarti panico e ansia grave, parlare con un terapeuta può aiutarti a dissipare l'emotività eccessiva, fare chiarezza nella tua mente e affrontare il timore dei cambiamenti con maggiore serenità.

Paura di cambiare lavoro: 5 consigli per affrontarla

Abbiamo visto alcune delle paure più comuni fra chi si trova ad affrontare la decisione di cambiare lavoro. E se la tua non fosse fra queste? Questi consigli sono validi per ogni tipo di paura.

  • Accetta la paura e usala a tuo favore: ignorare la paura non la farà scomparire. La paura è un istinto importante per la nostra sopravvivenza: il tuo corpo ti sta dando un avvertimento. Devi essere tu a elaborarla in modo da trasformarla in un momento di crescita e motivazione. Non lasciare che blocchi le tue decisioni, ma affrontala. Chiediti: “che cosa mi spaventa?”, “qual è la cosa peggiore che potrebbe capitarmi cambiando lavoro?”, “nello scenario peggiore, che cosa potrei fare per superare l'ostacolo?”. Rispondi a queste domande per iscritto per aumentare la tua consapevolezza interiore e poter rileggere le tue riflessioni nei momenti di ansia.

  • Fai piccoli passi per volta: pensare alla situazione nel suo complesso ti riempie di paure? Allora datti degli obiettivi a breve termine e cerca di raggiungerli. Inizia ad allenarti a superare piccole sfide. Un po' come quando fai sport e abitui il tuo corpo agli allenamenti aumentando gradualmente la difficoltà degli esercizi, abituati alle sfide partendo da quelle più piccole. Superare i tuoi limiti ti farà stare talmente bene che piano piano sentirai di poter fare qualsiasi cosa, incluso cambiare carriera.

  • Cerca il supporto di un esperto: colleghi, amici e parenti potranno suggerirti se un determinato lavoro possa essere adatto a te e alla fase di vita che stai attraversando. Detto ciò, le persone che ci conoscono non potranno mai essere davvero obiettive, ma saranno inevitabilmente influenzate dal loro giudizio personale, dall'emotività, dalle loro esperienze passate. In alcuni casi serve il parere di esperti, come coach, consulenti di carriera, psicologi o professionisti che rivestono il ruolo che vogliamo svolgere e che possono indirizzarci nella direzione giusta.

Cambiare lavoro può suscitare paura, a qualsiasi età. Ma, alla fine, dopo tante riflessioni, ripensamenti e ipotesi, l'unico aspetto che conta è riuscire a prendere una decisione ed esserne davvero convinti. Se senti che la tua professione non ti soddisfa più o ritieni di voler finalmente intraprendere una nuova strada, forse è finalmente arrivato il momento di metterti alla prova.

Articoli correlati:

  • Come cambiare carriera: spunti per una riconversione professionale

  • Come cambiare settore lavorativo in 7 step

  • Come cambiare lavoro a 50 anni: i consigli su come reinventarsi

  • "Voglio cambiare vita e lavoro": ecco come fare


Articoli correlati

Tutto quello che c’è da sapere su come dare le dimissioni