Graphic designer: stipendio medio, opportunità lavorative e possibilità di carriera

Di Team editoriale di Indeed

Pubblicato in data 24 novembre 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

In Italia non esiste un albo dei graphic designer: l'accesso alla professione non è regolamentato e non c'è neppure un riferimento su scala nazionale per quanto riguarda i possibili guadagni a cui può ambire chi decide di svolgere questo ruolo. Per i graphic designer stipendio e carriera sono quindi due aspetti soggettivi, frutto della propria intraprendenza e della voglia di far emergere il proprio valore. Attraverso studio ed esperienza sul campo, i professionisti in questo settore possono farsi strada partendo da stipendi base, fino ad arrivare a progetti ben retribuiti. Qual è lo stipendio medio di un graphic designer?

Lo stipendio medio di un graphic designer

In Italia un graphic designer può ambire a uno stipendio medio di 950 € al mese, anche se questo valore varia molto in base alla città in cui il professionista decide di lavorare e all'esperienza che ha maturato.

Le città dove i graphic designer guadagnano di più

Lo stipendio medio di un graphic designer cambia tra le varie città italiane. Questa disparità è dovuta principalmente alle opportunità di lavoro: città come Milano, Torino, Verona e Roma hanno una concentrazione maggiore di agenzie pubblicitarie, aspetto che permette ai graphic designer di ottenere stipendi maggiori.

A Verona, lo stipendio medio di un graphic designer è di 1.271 euro, a Roma si aggira sui 1.045 euro e a Milano sui 961 euro. Questi sono valori che superano la media nazionale; ma se prendiamo in considerazione gli stipendi medi di altre città, come ad esempio Napoli o Nola, per i graphic designer lo stipendio medio è rispettivamente di 863 euro e di 797 euro al mese.

Il fattore esperienza

L'altro aspetto che incide sullo stipendio dei graphic designer è l'esperienza. Come spesso accade per le professioni creative, anche per i graphic designer stipendio e successo sono direttamente proporzionali al portfolio maturato negli anni.

Solo dopo aver lavorato sul campo e aver dimostrato le proprie competenze, un professionista può dare prova concreta delle sue abilità e del suo gusto estetico e, forte dei suoi successi, può ambire a contrattare con il datore di lavoro o con i clienti guadagni e benefit maggiori.

Leggi anche: Creatività nel lavoro: come sviluppare il pensiero creativo

Dove lavora un graphic designer

I graphic designer svolgono la loro professione all'interno dei reparti creativi di:

  • agenzie di comunicazione;

  • agenzie di web marketing;

  • reti televisive;

  • aziende del settore moda.

Un'altra possibilità di carriera è quella di diventare liberi professionisti, gestendo di persona i contatti con i clienti e definendo un budget per ogni progetto. Rispetto a un graphic designer con contratto da dipendente, i liberi professionisti hanno maggior rischio imprenditoriale, ma anche maggiori possibilità di diventare freelance di successo.

Leggi anche:

  • Come lavorare nella moda: i profili più richiesti

  • Come lavorare in televisione: profili, percorsi e consigli

  • Come lavorare in una casa editrice

  • Come lavorare nel marketing

Come acquisire competenze da graphic designer

Dal punto di vista delle competenze, un graphic designer spesso ha un forte gusto estetico, ma sono necessarie anche una preparazione tecnica e una formazione che consentano di svolgere il proprio lavoro con metodo e precisione.

Molti graphic designer hanno un diploma in grafica o comunicazione e hanno proseguito gli studi presso università e accademie con indirizzo artistico, dove hanno acquisito le basi tecniche per svolgere questo ruolo presso aziende e agenzie di comunicazione.

Leggi anche: Come diventare graphic designer

Le competenze del graphic designer junior

Per entrare nel mondo del lavoro e iniziare un percorso di crescita, un graphic designer alla prima esperienza deve avere dimestichezza con:

  • la progettazione grafica;

  • i software CAD;

  • il marketing e la comunicazione.

Può essere considerato un valore aggiunto l'aver seguito progetti di grafica pubblicitaria, anche a titolo volontario, che vanno a formare un primo portfolio.
Sia le conoscenze tecniche che eventuali progetti già seguiti devono essere inseriti all'interno di una lettera di presentazione, grazie alla quale l'azienda o l'agenzia che dovrà valutare la candidatura del graphic designer potrà avere una panoramica completa della sua preparazione.

Leggi anche: Lettera di presentazione per graphic designer

Le competenze del graphic designer senior

Dopo aver lavorato a progetti via via più complessi, il graphic designer affina le sue competenze tecniche e aggiunge anche la capacità di ascoltare le esigenze dei clienti, di ideare linee di comunicazione complete e di trovare nuovi spunti creativi sempre più innovativi.
Inoltre, i graphic designer senior acquisiscono spesso capacità gestionali e sono in grado di organizzare interi team di lavoro, coordinando i graphic designer junior e ponendosi come un punto di riferimento nel loro percorso di formazione.

La carriera da graphic designer

Dopo aver acquisito un buon bagaglio di esperienze, un graphic designer senior può decidere di continuare il suo percorso all'interno di un'azienda, ricoprendo ruoli manageriali, oppure scegliendo la via della libera professione.

Leggi anche: Come diventare designer

I benefit di un graphic designer in azienda

I graphic designer che scelgono un contratto di collaborazione con un'azienda possono ottenere un ruolo sempre più strategico e assumere il ruolo di project manager. Oltre a un aumento delle responsabilità, questo cambio di posizione lavorativa permette di ottenere una serie di benefit che si vanno ad aggiungere allo stipendio base. Questi benefit riguardano, per esempio, le commissioni sui progetti più importanti per i quali il graphic designer lavora come referente e come responsabile della linea comunicativa.

I pro di diventare graphic designer freelance

I graphic designer che optano per la libera professione si discostano dalle regole aziendali dello stipendio mensile e possono ambire a guadagni molto più alti rispetto a colleghi con contratti di lavoro dipendente.

Possono proporsi direttamente alle aziende o diventare consulenti esterni per agenzie di comunicazione e, nella maggior parte dei casi, ricevono un compenso a progetto che viene calcolato sulla base di tre fattori chiave:

  • La mole di lavoro indicativa di cui si fanno carico: creare un volantino per un evento richiede un impegno inferiore rispetto a quello che impiega la cura della comunicazione di un brand. Di conseguenza, anche il compenso aumenterà.

  • Il mercato di riferimento: per alcuni settori, come quello della moda o del luxury, la comunicazione è un aspetto molto importante e i graphic designer specializzati in determinati ambiti possono ottenere compensi maggiori.

  • I successi ottenuti: graphic designer con alle spalle case history che hanno fatto la storia della comunicazione possono chiedere tariffe più alte rispetto a graphic designer senior che hanno lavorato per campagne di nicchia.

Per ottenere compensi sostanziosi i graphic designer freelance devono poter dimostrare di avere competenze tecniche e artistiche tali da poter fare la differenza rispetto a colleghi e colleghe che applicano costi inferiori. Solo così otterranno la fiducia dei clienti, potranno segnare il successo della propria attività e otterranno riconoscimenti economici più alti.

Articoli correlati:

  • Come diventare illustratore

  • Artigiani digitali: i lavori artigianali del futuro

  • Il tipografo: cosa fa, competenze, prospettive

  • Come creare un portfolio digitale o cartaceo

  • Lavori online più richiesti al momento

  • Corsi online più richiesti per trovare lavoro

  • Cosa fa l'UX designer - Le mansioni dell'UX Designer

  • Come diventare game designer in 5 step



Articoli correlati

Come creare un curriculum creativo e fare colpo

Esplora altri articoli