Quanto guadagna un business developer

Di Team editoriale di Indeed

3 gennaio 2022

L'imprenditore americano David Packard disse una volta che il marketing è troppo importante per essere affidato solo al reparto marketing.
Per questo motivo le aziende, anche in Italia, stanno puntando sempre più ad allargare il giro d'affari grazie al supporto di diverse figure esperte di marketing e non solo. Il business developer si occupa proprio di questo: sviluppare il business per conto di un'azienda.
Se vuoi saperne di più su questa figura, prosegui con la lettura. Scopriremo insieme chi è, che cosa fa e quanto guadagna un business developer.

Quanto guadagna un business developer in Italia

Un tempo presente solo nelle aziende più lungimiranti, oggi il o la business developer è una figura chiave per moltissime imprese italiane. Spiccate doti commerciali, conoscenza dei meccanismi del marketing e intuito nel business sono solo alcune delle caratteristiche di questa figura professionale.

Che cosa fa un business developer

Per capire di cosa si occupa il business developer, ricordiamo qual è l'obiettivo di base delle imprese: alimentare e ampliare il proprio giro di affari. Il ruolo del business developer è proprio quello di mettere a punto e applicare la strategia di sviluppo volta a far crescere commercialmente e finanziariamente l'azienda. In poche parole, fa il possibile per aumentare il suo valore.

Leggi anche: Cosa fa un Business Developer: compiti e competenze

Strategia e ricerca

La pianificazione strategica parte dalla raccolta e analisi dei dati relativi al mercato di riferimento. Il programma di sviluppo del business stabilisce gli obiettivi da perseguire e gli strumenti di cui l'azienda si servirà per raggiungere il suo scopo. Il business developer, insieme al suo team, studia gli aspetti economici, finanziari e sociali per permettere all'azienda di estendere la propria azione nella direzione e nel modo migliori. Individua poi i canali, i contatti e le attività da lanciare per migliorare le vendite e implementare il valore dell'azienda.

Marketing e comunicazione

Attuare il piano strategico significa mettere in atto gli strumenti per raggiungere potenziali clienti e lavorare alle nuove opportunità di business.
Questo può comportare:

  • l'identificazione dei canali di vendita più adeguati

  • il lancio e la promozione di nuovi prodotti

  • la realizzazione di campagne di comunicazione

  • la negoziazione di accordi commerciali e l'attuazione di partnership

In sostanza, il business developer deve applicare i principi del marketing al segmento di mercato, al contesto e alle aziende che mira a raggiungere.
Il follow-up (monitoraggio) dei risultati ottenuti costituisce un momento fondamentale nel suo operato, poiché gli permette di intervenire in maniera mirata e adeguare l'azione strategica.

Relazioni

Oltre alle strategie di marketing e di comunicazione, il lavoro del business developer richiede un'accurata attività di networking. Dovendo mantenere e ampliare il giro di contatti aziendali, il business developer:

  • partecipa alle fiere e rappresenta l'azienda negli eventi di settore

  • stipula partnership di tipo commerciale con altre imprese

  • tesse proficui rapporti di lavoro con professionisti e potenziali aziende clienti

Profilo caratteriale e competenze

Il business developer è una figura con caratteristiche ibride: deve avere competenze in marketing, comunicazione e relazioni pubbliche, oltre che in economia e finanza. Deve inoltre possedere spiccate abilità trasversali.

Conoscenze disciplinari

Per quanto riguarda le competenze tecniche, il principale campo di riferimento è quello del mercato e della finanza, di cui il business developer possiede un'eccellente comprensione. Deve dunque:

  • saper raccogliere dati e interpretarli (analisi di mercato)

  • conoscere le tecniche di marketing, brand development e comunicazione

  • avere una buona comprensione del settore industriale di riferimento, nonché un'ottima conoscenza del prodotto e del territorio

L'approccio multisettoriale necessario per lo sviluppo aziendale strategico richiede anche nozioni in ambito legale, tecnologico e informatico.

Soft skills

In un mestiere come questo, le abilità trasversali e la predisposizione psico-attitudinale sono importanti tanto quanto le competenze tecniche e disciplinari. La rapida evoluzione del settore dei consumi richiede intuito, sensibilità per le tendenze e reattività. Oltre a essere esperto nel campo del marketing strategico, il business developer deve dare prova di creatività, mantenere un'attitudine aperta all'innovazione ed essere pronto ad affrontare continue sfide.
Per ampliare i mercati, avviare collaborazioni e stipulare accordi, sono fondamentali buone doti relazionali e carisma.

Come diventare business developer

Se, da un lato, non esiste un percorso univoco né regolamentato per poter ricoprire questa posizione, non c'è dubbio che il business developer deve avere competenze più che nozionistiche in molti ambiti.

Formazione e ingresso in azienda

Per le ragioni citate, consigliamo quantomeno una laurea in discipline economiche e finanziarie. Il titolo di laurea triennale o magistrale può poi venire integrato con un master specifico in business management o simili. Anche chi studia pubbliche relazioni, comunicazione e marketing può avvicinarsi al settore del business development, a patto di integrare le competenze in ambito finanziario nel caso in cui desideri far carriera.
Chi non ha titoli di studio nelle materie citate, difficilmente accederà al ruolo come entry level. Prima di diventare business developer, in genere, si ricoprono per alcuni anni altre posizioni in azienda per familiarizzare col mondo del commercio.

Business developer: carriera

A seconda del livello di esperienza e di responsabilità, la posizione gerarchica del business developer può variare all'interno dell'azienda: il procacciatore di affari può essere considerato un primo livello di business developer, poiché ha come obiettivo quello di avvicinare nuovi clienti. Anche quello del sales manager, cioè il responsabile delle vendite, è un ruolo che appartiene alla stessa famiglia di mestieri. C'è quindi il business developer manager (o executive) che ha responsabilità maggiori e rappresenta l'azienda presso istituzioni e grandi partner commerciali. In termini di prospettive di carriera, dato anche il suo ruolo chiave, il business developer può scalare la gerarchia aziendale fino a posizioni di vertice, ovvero dirigenziali.
Va detto infine che il business development è un servizio che può essere svolto, oltre che da dipendenti delle aziende, anche da liberi professionisti. Queste figure possono infatti essere ingaggiate dalle imprese in qualità di consulenti con lo scopo di perseguire obiettivi di sviluppo.

Leggi anche: Cosa fa un business analyst e come diventarlo

Business developer: stipendio e benefit

Come avrai capito, i business developer possono essere davvero determinanti per le sorti di un'azienda. Ecco perché sono molto richiesti, soprattutto dalle aziende più grandi e pronte a investire, appunto, nello sviluppo.
In Italia, lo stipendio medio del business developer è di circa 32.000 € annui. Chi si trova a inizio carriera, quindi in una posizione junior, guadagna 23-24.000 € l'anno, mentre un o una business developer con molta esperienza può ricevere una remunerazione superiore a 60.000 € annui.
Oltre allo stipendio, in genere le aziende propongono alcuni benefit a chi ricopre questo ruolo. Ai business developer possono essere garantiti i buoni pasto, l'auto aziendale, il computer portatile e lo smartphone, così come premi di produzione per il raggiungimento degli obiettivi fissati.

Consulta le offerte di lavoro per business developer disponibili su Indeed.

Le retribuzioni indicate riflettono i dati riportati sui siti citati nel momento in cui questo articolo è stato redatto. Le cifre possono variare in base all'azienda, alla zona, all'esperienza e alla formazione dei candidati.

Articoli correlati

Da RAL a retribuzione netta: come calcolare lo stipendio