Quanto guadagna un direttore sportivo

Di Team editoriale di Indeed

24 giugno 2022

Se ami lo sport e ti appassiona l'idea di fare carriera nell'ambito del management sportivo, forse ti starai chiedendo quanto guadagna un direttore sportivo, quali sono le sue mansioni e le caratteristiche indispensabili per svolgere questo mestiere. In questo articolo troverai tutte le informazioni che stai cercando.

Partiamo dal principio e vediamo meglio quali sono le mansioni di un direttore sportivo e le competenze che deve avere chi ambisce a fare carriera all'interno di una società sportiva o per dirigere un centro sportivo.

Direttore sportivo: mansioni, caratteristiche e competenze

In un precedente articolo ti abbiamo già parlato della figura del Direttore Sportivo (DS), raccontando l'evoluzione storica di questo ruolo manageriale, fondamentale per ogni società sportiva. Vediamo brevemente in cosa consiste la mansione. In generale, le responsabilità del DS includono:

  • organizzazione e coordinamento delle attività sportive

  • individuazione e selezione degli atleti

  • gestione e ottimizzazione delle strutture sportive e del budget societario

  • cura dei rapporti tra la società sportiva e gli atleti

  • cura dei rapporti con i genitori di eventuali atleti minorenni

  • gestione di eventuali collaborazioni con altre società.

Il direttore sportivo è dunque una figura fondamentale, che fa da tramite tra il Consiglio direttivo della società e il direttore tecnico, occupandosi anche di gestire eventuali controversie che possono insorgere durante gli allenamenti.

Si tratta perciò di un ruolo estremamente delicato, per il quale è necessario possedere caratteristiche precise e sviluppare competenze specifiche. Vediamo quali.

Caratteristiche e competenze di un direttore sportivo

Il direttore sportivo è un vero e proprio manager. Se ci pensi, infatti, la società sportiva è un'azienda a tutti gli effetti, e il suo direttore ricopre un ruolo assimilabile a quello di un Chief Operating Officer. Si occupa di concretizzare gli obiettivi di business della società, stabilendo quali sono le attività necessarie e organizzando gli aspetti pratici. Nulla di strano, quindi, che a un direttore sportivo siano richieste competenze di diversa natura: dalle capacità organizzative e gestionali a quelle più prettamente relazionali, le cosiddette abilità sociali. Approfondiamo e vediamo quali sono le caratteristiche utili per diventare direttore sportivo:

  • Conoscenza approfondita dello sport e delle sue dinamiche: a prescindere dalla società sportiva presso la quale si troverà a lavorare, un direttore sportivo deve conoscere perfettamente lo sport di cui si occupa, quali sono le dinamiche e i possibili problemi che possono insorgere nella gestione delle attività e degli atleti.

  • Talent scounting: un buon direttore sportivo o una buona direttrice sportiva devono essere in grado di individuare i talenti, valutarne la bravura e capire come poterli inserire all'interno della squadra.

  • Abilità di negoziazione e competenze di contrattualistica sportiva: tra le capacità più richieste a un direttore sportivo c'è quella di trattare con altre società, con i procuratori sportivi o con i singoli atleti, in modo da favorire la stipula di contratti equi ma allo stesso tempo vantaggiosi per la propria società.

  • Conoscenze di diritto societario, e capacità di gestione del budget e di analisi di rendiconti e bilanci aziendali. Sono competenze fondamentali direttamente legate a quanto indicato al punto precedente: senza una preparazione professionale societaria ed economica, è difficile per chi ricopre il ruolo di direttore sportivo capire come relazionarsi nelle trattative.

  • Conoscenza dell'ordinamento giuridico sportivo, della normativa fiscale e delle leggi italiane sull'immigrazione: è fondamentale per un direttore sportivo sapere come muoversi a livello legale e saper quantificare il costo dell'acquisizione degli atleti stranieri, anche in termini di documenti e tempistiche. Ad esempio, sapere quali sono i documenti necessari per ottenere un permesso di soggiorno nel caso di atleti extracomunitari.

  • Competenze comunicative eccellenti e spiccata propensione a lavorare in team: in particolare, il direttore sportivo deve essere in grado di sviluppare empatia e ascolto attivo, per evitare o gestire eventuali dissapori o conflitti che potrebbero verificarsi a seguito di performance deludenti.

  • Buona conoscenza della lingua inglese: il direttore sportivo deve conoscere la "lingua franca" dei mercati internazionali, per poter comunicare in modo fluido con società e atleti stranieri.

  • Doti di leadership e capacità di risolvere i problemi: il direttore sportivo è la figura che fa da tramite fra il presidente della società e il direttore tecnico, ma è anche a stretto contatto con gli atleti. Deve dunque possedere un'attitudine alla leadership commisurata al proprio ruolo e funzionale a risolvere in modo semplice e rapido qualsiasi tipo di controversia.

A tutto ciò si aggiungono la capacità di intessere relazioni e di affrontare lo stress causato da una vita frenetica, che richiede spesso trasferte per seguire gli atleti della propria società o viaggi per incontrare nuovi sportivi ai quali proporre un contratto.

Come puoi vedere, il lavoro di direttore sportivo è abbastanza impegnativo e richiede capacità estremamente varie e versatili. Si tratta di una carriera difficile da realizzare, ma che può portare a grandi soddisfazioni da un punto di vista economico e professionale. Vediamo a quanto ammonta lo stipendio di un direttore sportivo.

Quanto guadagna un direttore sportivo

Solitamente, quando si parla di un direttore sportivo, il nostro pensiero va subito ai dirigenti del mondo del calcio: nomi famosi quanto quelli degli stessi calciatori (spesso si tratta di ex-calciatori o allenatori), che hanno frequentato corsi specifici organizzati dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) per diventare direttore sportivo. Questa è infatti una delle strade da percorrere se vuoi lavorare come direttore sportivo nel mondo del calcio.

Fare il direttore sportivo per una società calcistica è difatti uno dei lavori più ambiti. Il compenso di un direttore sportivo varia in base alla società per la quale si lavora e alla serie in cui gioca la propria squadra. Com'è noto a chi segue le cronache sportive, i compensi per i manager tecnici nelle principali squadre di serie A possono arrivare a vari milioni di euro l'anno. Ma quanto può guadagnare una figura che opera nella fascia media di mercato?

Secondo le nostre fonti, in media un direttore sportivo guadagna 49.311 € lordi l'anno, senza contare eventuali bonus in contanti o premi di prestazione nel caso la squadra vincesse il campionato o raggiungesse determinati obiettivi. Come abbiamo già visto, dirigere una società di serie A, magari quotata in borsa, comporta una retribuzione significativamente più alta. In queste società spesso ritroviamo addirittura due diversi direttori sportivi, con funzioni differenti: un Direttore sportivo per l'area Football (Managing Director Football Area) e un Direttore sportivo per l'area Business (Managing Director Business Area). Un Managing Director può avere uno stipendio base medio di 97.953 € lordi l'anno, sempre escludendo benefit e premi. Un direttore sportivo di una società di serie B, C o D guadagna certamente molto meno: d'altro canto, sarà senza dubbio più semplice ambire a questo ruolo in una società meno conosciuta.

I direttori sportivi, però, non lavorano esclusivamente in ambito calcistico. Questa figura così importante può essere impiegata in tantissimi altri sport come il basket, il tennis o la pallavolo, solo per citarne alcuni. Oppure dirigere impianti o centri sportivi.

A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, citiamo dunque alcune retribuzioni per direttori sportivi in ambiti differenti, ottenute grazie a delle indagini di mercato:

  • La retribuzione basa media di un direttore sportivo presso un Circolo Canottieri oscilla tra i 47.557 e i 51.588 € lordi l'anno.

  • Un direttore di impianti sportivi guadagna in media 44.688 € lordi l'anno.

  • Un dirigente sportivo può guadagnare uno stipendio medio lordo di 44.254 € annui.

Gli esempi forniti sono esclusivamente finalizzati a offrire un quadro generico della retribuzione di questa figura professionale. Tieni presente che, nei casi sopra citati, i requisiti richiesti per ottenere il lavoro sono correlati alla gestione d'impresa: non è dunque necessario aver avuto una carriera da atleta. Se entrare a far parte del mondo dello sport è il tuo sogno, questa potrebbe essere la porta giusta da aprire. Buona fortuna!

Le retribuzioni indicate riflettono i dati riportati sui siti citati nel momento in cui questo articolo è stato redatto. Le cifre possono variare in base all'azienda, alla
zona, all'esperienza e alla formazione dei candidati.

Si prega di notare che nessuna delle aziende, istituzioni o organizzazioni menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Come lavorare nel mondo dello sport: 9 professioni

  • Come lavorare nel mondo del calcio

  • Come diventare procuratore sportivo


Articoli correlati

Quanto guadagna un procuratore sportivo