Retribuzione e stipendio

Quanto guadagna un dentista in Italia?

Professione del dentista in Italia: guida ai guadagni

Preoccupa i bambini, ma è il migliore amico della salute dei nostri denti, compresi quelli dei più piccoli. Il dentista è un professionista della medicina specializzato nella prevenzione e nella cura delle principali patologie a carico del cavo orale, dalle semplici carie fino alle complesse protesi dentarie. Hai deciso di intraprendere questa professione? Comincia la tua carriera al meglio leggendo questo articolo, nel quale ti raccontiamo tutto quello che c'è da sapere su quanto guadagna un dentista.

Cosa fa e quanto guadagna un dentista?

Prima di trattare in maniera approfondita quanto guadagna un dentista, è bene fare un po' di chiarezza su alcuni aspetti fondamentali di questa professione, considerata una delle più remunerative in Italia: lo stipendio medio del dentista è infatti superiore del 126% rispetto alla retribuzione mensile media nel nostro Paese.

Nello studio dentistico, però, non si trovano solo i dentisti. Esistono altre professioni legate alla salute dei denti altrettanto soddisfacenti e remunerative; una di queste è l'igienista dentale, ma troviamo anche l'odontoiatra e l'odontotecnico. Vediamo quindi quali sono le principali differenze.

Il medico dentista

In passato, il dentista era un medico laureato in Medicina e Chirurgia che aveva seguito un corso di specializzazione in Odontostomatologia, cioè la disciplina che studia i denti e la bocca. Dopo essersi laureato e specializzato, il medico dentista doveva superare un esame di stato che gli permetteva di iscriversi all'albo professionale e quindi di esercitare la professione (un medico che esercita la professione senza essere iscritto all'albo commette un reato).

L'odontoiatra

Dal 1980 in poi, dopo l'entrata in vigore della laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, la figura del medico dentista è stata sostituita da quella dell'odontoiatra, un professionista regolarmente iscritto all'albo professionale degli odontoiatri. Esattamente come il dentista, l'odontoiatra è abilitato a curare i denti, e più in generale il cavo orale, compresi mucosa, ossa del viso e muscoli.

Sia il dentista che l'odontoiatra sono specialisti del cavo orale. Possono quindi effettuare varie operazioni, dalla rimozione dei denti all'applicazione e uso di vari strumenti odontoiatrici. In altre parole, non esistono particolari differenze tra dentisti e odontoiatri. I due termini possono essere considerati a tutti gli effetti dei sinonimi.

Quali sono le mansioni principali di un dentista

Il dentista si occupa in primis della salute e della cura dei denti e dell'apparato boccale. In generale, i dentisti effettuano una prima visita nella quale ispezionano i denti e il cavo orale del paziente, in modo tale da verificarne lo stato di salute. A questo punto, il dentista redige un programma di intervento per curare le patologie riscontrate, riportando la bocca del paziente allo stato di salute ottimale.

Se dovesse rendersi necessario, il dentista potrebbe voler sottoporre il paziente a raggi X e tomografie, per individuare eventuali problematiche non visibili a occhio nudo. Durante le sedute vere e proprie, con l'aiuto dell'igienista dentale, il dentista opererà il paziente usando speciali apparecchiature, previa somministrazione della giusta dose di anestetico volta a ridurre al minimo il dolore.

Gli interventi più comuni

Tra gli interventi più comuni effettuati dai dentisti troviamo:

  • la rimozione delle carie tramite l'utilizzo di appositi trapani di precisione;
  • l'otturazione dei denti dopo aver rimosso le carie, con apposite resine e polimeri;
  • l'estrazione dei denti (previa somministrazione di anestesia);
  • la devitalizzazione e le cure canalari;
  • la ricostruzione dei denti in caso di rotture e scheggiature;
  • l'ablazione del tartaro;
  • l'installazione di protesi dentali;
  • la prescrizione di farmaci a seguito delle cure, come gli antibiotici;
  • la realizzazione di impronte delle arcate dentali;
  • l'installazione di apparecchi per fini estetici o medici;
  • l'individuazione di patologie estese oltre il cavo orale.

Competenze, abilità e conoscenze del dentista

Alle competenze strettamente tecniche, il dentista deve affiancare altre importanti abilità. Tra le più importanti, il dentista si configura come un vero e proprio educatore. Illustra al paziente le migliori pratiche di igiene orale, il corretto utilizzo di pasta dentifricia, spazzolino, irrigatore e filo interdentale. Raccomanda le visite periodiche e consiglia circa la necessità di una profonda igiene dentale, di apparecchi e di altri tipo di protesi. Inoltre, spetta al dentista compilare, aggiornare e conservare la documentazione relativa ai pazienti, avendo grande riguardo nei confronti di dati estremamente sensibili.

Le abilità indispensabili

Tra le abilità indispensabili per esercitare la professione del dentista troviamo:

  • approfondita conoscenza del cavo orale e delle patologie a suo carico;
  • capacità di effettuare tutte le cure necessarie alla salute dei denti del paziente, tra cui: devitalizzazione, estrazione, installazioni di protesi, rimozione e otturazione carie;
  • capacità di comunicare efficacemente con il paziente, illustrandogli le corrette pratiche di igiene dentale;
  • conoscenza dei principali apparecchi per riposizionare i denti;
  • competenze amministrative per organizzare la documentazione dei pazienti;
  • conoscenza approfondita del paziente e dell'evolversi nel tempo del suo quadro clinico.

Altre competenze e abilità

Oltre alle abilità sopra elencate, esistono altre competenze e abilità:

  • buona manualità e precisione nel manovrare trapani e altre apparecchiature;
  • buona manualità e precisione nel ricostruire i denti;
  • ottima conoscenza delle pratiche di igiene orale;
  • autonomia e proattività;
  • pazienza ed empatia;
  • capacità di problem-solving;
  • competenze relazionali.

Come si diventa dentisti

Per poter esercitare come dentista devi essere in possesso di una laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Il corso di laurea prevede l'acquisizione di competenze specifiche circa i denti e le loro strutture interne, le arcate dentarie e il loro corretto allineamento, i tessuti attorno ai denti (gengive e mucosa), le protesi. Il corso approfondisce anche le problematiche legate ai denti dei bambini, o denti da latte. Dovrai anche essere iscritto all'albo professionale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Inoltre, come accade anche per le altre professioni del campo medico, sono previsti costanti corsi di aggiornamento ai quali dovrai partecipare per poter continuare a esercitare al meglio la professione.

Fattori che determinano lo stipendio dei dentisti

Ora che sai chi è e cosa fa il dentista, sarai curioso di sapere quanto si guadagna esercitando questa professione. I dentisti, soprattutto quelli che dirigono studi privati che godono di buona reputazione, guadagnano uno stipendio di tutto rispetto. Ovviamente, il guadagno cambia a seconda di una serie di fattori, che analizzeremo nei paragrafi che seguono.

Quanto guadagna un dentista neolaureato?

Come accade per molte altre professioni, guadagnerai meno come neolaureato che come dentista esperto. In linea generale, lo stipendio medio dei dentisti neolaureati si attesta attorno ai € 45.000 all'anno, corrispondenti a circa € 3.500 al mese.

Quanto guadagna un dentista esperto?

I dentisti esperti, cioè con più di quattro anni di esperienza, arrivano a guadagnare in media € 85.000 all'anno. Dopo i 10 anni di esperienza, lo stipendio sale fino a € 110.000, ovvero più di € 9.000 al mese.

Quanto guadagna un dentista con partita IVA?

Esistono dentisti che non lavorano nei propri studi privati; preferiscono piuttosto collaborare con altre cliniche private o con grandi franchising internazionali. In caso di dentisti esperti con partita IVA, lo stipendio medio arriva fino a € 4.000 al mese. Un dentista che lavora presso Vitaldent, famosa catena di cliniche dentistiche presente in tutta Europa, guadagna uno stipendio minimo pari a € 2.500 al mese.

Quanto guadagna un dentista con studio privato?

Un dentista con un suo studio privato ben avviato può arrivare a guadagnare anche € 150.000 lordi l'anno. A ciò vanno ovviamente sottratte le spese (come l'affitto del locale, le bollette, la strumentazione necessaria a svolgere la professione), la tassazione, e gli eventuali stipendi dei collaboratori.

Quanto guadagna un dentista dipendente presso ASL?

Se deciderai di ricoprire una posizione da lavoratore dipendente presso una ASL o presso una clinica convenzionata, arriverai a percepire uno stipendio medio mensile tra i € 2.500 e i € 3.000. Ovviamente, avrai meno responsabilità legate alla gestione di un'attività e non dovrai occuparti di spese quali l'affitto di uno studio o le tasse legate alla libera professione.

Quali fattori incidono su quanto guadagna un dentista?

Riassumiamo per punti alcuni dei più importanti fattori che determinano lo stipendio di un dentista:

  • Esperienza
  • Dipendente o partita IVA
  • Studio proprio o impiego presso una clinica pubblica o privata
  • Se con studio proprio: posizione geografica dello studio, fama dello studio, dimensioni dello studio, turnover di clienti

Bonus e vantaggi della professione del dentista

Oltre che poter contare su uno stipendio di tutto rispetto, come dentista trarrai molta soddisfazione dal tuo lavoro. Avrai a che fare con pazienti che, in maniera minore o maggiore, soffrono a causa delle patologie dentali; persone che trarranno enorme beneficio dal tuo intervento. Lo stato di salute della bocca può avere ripercussioni importanti sullo stato di salute generale dell'individuo. Nella maggior parte dei casi, una bocca in buona salute inciderà finanche sull'umore dei tuoi pazienti, che ti saranno profondamente grati. Ciò sarà per te fonte di grande orgoglio e soddisfazione. Inoltre, grazie agli orari di lavoro stabili e a uno stipendio decisamente buono, gli odontoiatri godono in genere di un ottimo equilibrio tra vita privata e vita professionale.

È anche opportuno ricordare che il settore dentistico è un settore che non conosce crisi, anzi. A causa della dieta contemporanea sempre più ricca di zuccheri e di sostanze acide, quella del dentista è una professione sempre molto ricercata. Come ogni professione in campo medico, ci sarà sempre bisogno di un buon dentista per rimanere in salute.

Nota bene: Indeed non è affiliata a nessuna delle aziende menzionate in questo articolo.

Consulta le offerte di lavoro per dentista e le offerte di lavoro in Odontoiatria su Indeed.

Articoli correlati

Visualizza altro 

Qual è lo stipendio di un pilota di aereo e da cosa dipende?

Scopri quanto guadagna un pilota di linea, un pilota militare e un pilota di aerei privati insieme all'esperienza e alle qualifiche necessarie per essere un pilota.

Quanto guadagna un fisioterapista in Italia e all'estero

Vuoi intraprendere una carriera come fisioterapista? Scopri le specializzazioni più richieste e quanto guadagna un fisioterapista in Italia e all'estero.