Come diventare accompagnatore turistico

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 28 gennaio 2023

Pubblicato in data 21 maggio 2021

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Se ti piace viaggiare alla scoperta di panorami sempre nuovi, se ami il patrimonio culturale del paese dove vivi e sei a tuo agio a contatto con il pubblico, hai tutte le carte in regola per diventare un ottimo accompagnatore turistico. In qualità di accompagnatori turistici, si accompagnano gruppi di persone o singoli in tour guidati nel proprio paese (o all’estero) fornendo informazioni utili e curiosità circa le zone più interessanti e tipiche.

Stai pensando di intraprendere questa carriera professionale? Continua a leggere l’articolo e farai un passo in più verso la professione dei tuoi sogni.

Vuoi sapere come diventare accompagnatore turistico?

Nei paragrafi che seguono scoprirai quali sono le mansioni, le attitudini, le competenze e i requisiti da possedere per diventare accompagnatori turistici a tutti gli effetti. Molti sono gli aspetti da tenere a mente; usa questo articolo come una vera e propria guida di riferimento e saprai come intraprendere al meglio questa carriera.

Chi sono e cosa fanno gli accompagnatori turistici?

L’accompagnatore turistico è una figura professionale, solitamente affiancata ad una guida turistica, che si occupa di guidare le persone durante i loro viaggi di piacere, siano essi sul territorio nazionale o straniero. Si tratta solitamente di liberi professionisti o di dipendenti di un operatore turistico, di un’agenzia di viaggio o di altri enti privati o pubblici.

Varie sono le responsabilità degli accompagnatori turistici; dal dare informazioni al risolvere i principali problemi legati al mondo del turismo, fino a gestire gli aspetti logistici ed amministrativi legati a hotel, trasporti e visite guidate. Se ti dedichi a questa professione, dovrai anche saper creare coesione nel gruppo di turisti affinché la vacanza sia il più piacevole possibile, ed essere in grado di affrontare al meglio eventuali rimostranze da parte dei tuoi clienti.

Leggi anche:

  • Come diventare guida turistica: skill e studi

  • Come diventare travel planner

Quali attitudini e conoscenze devono avere gli accompagnatori turistici?

Per poter lavorare nel mondo del turismo dovrai avere una serie di caratteristiche, alcune innate ed altre acquisibili con l’esperienza o con corsi appositi. Nei paragrafi che seguono analizzeremo insieme proprio questi aspetti.

Doti acquisibili con l’esperienza dagli accompagnatori turistici

Oltre ad essere degli esperti viaggiatori, e quindi aver accumulato un’esperienza diretta su tutti gli aspetti principali legati a viaggi e turismo, ci si deve sentire a proprio agio con culture e nazionalità diverse. A questo proposito, è imprescindibile saper parlare fluentemente almeno due lingue straniere.

Si deve anche avere una spiccata capacità di consultazione e di comprensione delle guide turistiche, dei libri legati ai viaggi e alla cultura, oltre a sapersi orientare con mappe e navigatori. Inoltre, sono necessarie delle buone abilità di gestione ed organizzazione, di problem solving, e la capacità di essere sempre presenti e ben disposti verso le richieste dei partecipanti al tour.

Doti innate dei migliori accompagnatori turistici

Come vedi, molte delle doti che devi possedere sono acquisibili con l’esperienza e la pratica. Ciononostante, alcune di esse, come ad esempio l’attitudine al gruppo e alle relazioni interpersonali, sono qualità innate. Prenditi alcuni momenti di introspezione per analizzare i tuoi punti di forza e le tue debolezze in questo senso.

Avere spiccate capacità diplomatiche è estremamente importante; ti capiterà infatti di aver a che fare con persone molto diverse tra loro, tra cui clienti e professionisti del tuo settore, con i quali inevitabilmente ti dovrai relazionare. Inoltre, bisogna essere moralmente integri e aver cura per i dettagli, al fine di gestire al meglio orari, visite guidate e soprattutto i documenti e i soldi dei partecipanti al tour. Inoltre, si deve possedere un’ottima capacità comunicativa e di relazione interpersonale, e tanta passione per i viaggi e la cultura.

Come diventare accompagnatori turistici – percorsi formativi

Per poter esercitare questa interessante professione è necessario possedere specifiche abilitazioni. Vediamo quindi quali sono i percorsi formativi che permettono di diventare accompagnatori a tutti gli effetti.

Superamento dell’esame di abilitazione e conseguimento del patentino

Il primo e più importante aspetto legato all’abilitazione come accompagnatori turistici riguarda il patentino. Si ottiene superando un apposito esame di abilitazione organizzato presso una regione o una provincia, con il prerequisito di aver conseguito un diploma di scuola media superiore, anche non legato al turismo.

L’esame prevede una prova scritta, con domande di vari argomenti tra cui geografia, trasporti e leggi legate al turismo. Superato lo scritto passerai alla prova orale, che prevede domande circa gli argomenti menzionati in precedenza oltre alla valutazione su una o più lingue straniere (a tua scelta). Esistono ottimi corsi di formazione ai quali potrai partecipare per prepararti efficacemente all’esame.

Si diventa accompagnatori turistici solo dopo aver superato l’esame scritto e orale, e dopo essersi iscritti all’albo regionale degli accompagnatori turistici. Si dovrà inoltre ottenere una licenza rilasciata dal comune di residenza, e rinnovarla pagando una quota annuale.

Eccezioni

Vanno menzionate alcune eccezioni relative ai laureati di varie discipline, legate in maniera più o meno diretta al turismo. Vediamo quali sono:

  • Laureati in lettere (indirizzi in storia dell’arte, archeologia o equivalenti) - A questi laureati non viene richiesto il superamento dell’esame di abilitazione o simili. Viene richiesta una prova di verifica delle competenze linguistiche e territoriali promossa dalla regione in caso di siti turistici altamente specifici ed unici.

  • Laureati in turismo - Ai laureati in turismo o facoltà equivalenti non viene richiesto il superamento di un esame di abilitazione, ad eccezione dei casi in cui siano necessarie competenze specifiche non presenti nel corso di laurea.

Mansioni e responsabilità principali degli accompagnatori turistici

Gli accompagnatori turistici sono incaricati di assicurare a tutti i partecipanti ad un tour, escursione o viaggio la migliore esperienza possibile. In qualità di accompagnatore turistico, ti prodigherai affinché il viaggio incontri tutte le aspettative dei viaggiatori, garantendo che tutti i parametri del tour vengano rispettati. Ciò include (ma non si limita ad) attività, escursioni, trasporti, pasti e visite guidate.

È tuo compito presentare ai partecipanti al tour tutti gli aspetti culturali, geografici, storici, e legali dei luoghi visitati. Tra gli aspetti più delicati da tenere in considerazione, vi sono le inevitabili differenze tra i membri del gruppo, che dovrai gestire al meglio al fine di creare armonia e omogeneità tra persone potenzialmente molto diverse tra loro.

Ti capiterà spesso di gestire la burocrazia doganale, sollevando da questi oneri i turisti, che di fatto si appoggiano a te proprio per agilizzare queste procedure. Sarai anche il tramite tra il gruppo di turisti e l’entità organizzatrice del viaggio, sia essa tour operator, agenzia di viaggi o altro.

Specializzazioni

Esistono specialità differenti nel campo del turismo. Vediamo quali sono le principali tipologie di accompagnatore turistico:

Specializzazione in incoming

Gli accompagnatori turistici che si occupano di incoming lavorano sul territorio nazionale in qualità di capogruppo, per gruppi di escursionisti o turisti di varie nazionalità. Il loro compito principale è quindi quello di guidare gruppi di nazionalità mista, gestendone le peculiarità e le differenze con il fine di creare la massima armonia.

Per poter assolvere al meglio il ruolo di accompagnatori turistici incoming, si devono possedere eccellenti capacità di mediazione culturale. Inoltre, bisogna essere in grado di gestire gruppi particolarmente eterogenei e di far comprendere ed apprezzare agli stranieri la cultura del paese che visita.

Specializzazione in outgoing

Requisito fondamentale per specializzarsi in outgoing è avere parecchia esperienza e dimestichezza con i paesi stranieri. Ci si occupa infatti di accompagnare gruppi di connazionali nei loro viaggi all’estero, gestendo vari aspetti del viaggio, anche piuttosto complicati.

È richiesta una padronanza totale della lingua del paese visitato, una conoscenza profonda della cultura locale, degli itinerari e dei principali punti di interesse. Chi si specializza in outgoing si occupa dei transiti e della burocrazia doganale, risolvendo prontamente i vari inconvenienti tipici dei viaggi all’estero, così come della gestione della valuta straniera presso gli uffici di cambio. I viaggi organizzati sono molto popolari tra i turisti; se hai deciso di specializzarti in outgoing hai ottime probabilità di fare carriera.

Specializzazione in day tour

Questo tipo di accompagnatori turistici si occupano di tutte quelle escursioni ed attività turistiche che vengono effettuate durante l’arco di una giornata. È il tipo di specializzazione giusto per te se hai buone capacità di leadership, ottime abilità interpersonali, precisione e passione per il tuo lavoro.

Specializzazione in transfert

Se hai dimestichezza con check-in, imbarchi, e trasferimenti, puoi optare per questo tipo di specializzazione. Ti occuperai di fornire assistenza ai turisti in arrivo e in partenza, così come di organizzare i trasferimenti a corto raggio, come ad esempio tra aeroporto e struttura ricettiva, e ritorno. Spesso gli accompagnatori turistici che si occupano di transfert lavorano per tour operator medio-grandi in grado di fornire questo tipo di assistenza ai viaggiatori.

Consulta le offerte di lavoro per guida turistica su Indeed.

Articoli correlati:

  • Lavorare nel turismo: opportunità nel settore

  • Come diventare agente di viaggio


Esplora altri articoli