Trovare lavoro

Come diventare idraulico

L'idraulico è una delle figure professionali alle quali si ricorre spesso per le riparazioni casalinghe, anche se in realtà il suo lavoro è molto più complesso e articolato. Inoltre, al momento, l'idraulico è una delle figure più ricercate. Scopri con noi come avvicinarti a questo mestiere.

Leggi anche: Lavori senza laurea: i più richiesti e più pagati

Chi è l'idraulico

L'idraulico è un professionista che opera nel campo delle installazioni di impianti per acqua e gas.

L'intervento dell'idraulico è richiesto nel caso di piccoli interventi al sistema idraulico di un'abitazione, nonché in casi di danni importanti o necessità di manutenzione. La professione dell'idraulico è molto complessa e opera ad ampio raggio nel campo delle installazioni e manutenzioni di impianti ad acqua e gas, occupandosi anche della costruzione e del montaggio degli stessi.

Si tratta di una figura professionale che, pur rimanendo nell'ambito degli artigiani, ha dovuto stare al passo con i tempi per acquisire competenze sempre più specializzate. Per queste ragioni, il percorso per diventare idraulico è cambiato molto negli ultimi anni.

I compiti dell'idraulico

Come anticipato, l'idraulico si occupa di impianti complessi e ne certifica l'idoneità e la conformità secondo i termini di legge. Tra i suoi compiti rientrano:

  • analisi di documenti tecnici per l'installazione
  • preparazione degli strumenti e delle metodologie per lo svolgimento del lavoro
  • costruzione di parti e tubature per impianti di acqua fredda e calda e per impianti di riscaldamento
  • montaggio e smontaggio di strumenti di regolazione, comando e di sicurezza
  • montaggio, smontaggio e manutenzione di impianti a gas
  • installazione e manutenzione di bagni e servizi igienici
  • installazione e manutenzione di impianti di condizionamento
  • manutenzione degli impianti installati
  • prove di collaudo
  • riparazioni di tutti gli impianti di competenza

Evoluzione del lavoro dell'idraulico

In passato, l'idraulico si occupava degli impianti dell'acqua degli immobili. L'innovazione ha portato una serie di cambiamenti notevoli non solo nelle abitazioni, ma in tutte le strutture dove sono previsti impianti idraulici, di riscaldamento e/o di condizionamento.

Fino a circa 60 anni fa, molte case avevano l'acqua corrente ma non possedevano un impianto di riscaldamento, e la temperatura della casa veniva regolata grazie alla presenza di un camino. Nel corso degli anni, gli appartamenti sono stati dotati di impianti di riscaldamento a caldaia, ovvero un impianto in cui, attraverso una caldaia, viene riscaldata l'acqua, che viene mandata in circolo per riscaldare dei caloriferi disposti nelle diverse stanze. I primi impianti erano centralizzati, e la gestione del calore in tutti gli appartamenti di un palazzo era gestita con un'unica caldaia condominiale che permetteva il riscaldamento in determinate fasce orarie concordate dagli abitanti del palazzo.

Studi e ricerche hanno poi condotto allo sviluppo di altre forme di riscaldamento. Alcuni esempi sono gli impianti a piastre radianti o impianti a pavimento.

Nelle costruzioni moderne, ogni unità abitativa ha, generalmente, un proprio impianto di riscaldamento autonomo che prevede una caldaia, un termostato per la regolazione della temperatura e un timer per la regolazione degli orari di accensione e spegnimento dell'impianto di riscaldamento. La stessa caldaia permette l'uso di acqua calda all'interno dell'unità abitativa e del gas per la cucina.

Per queste ragioni, il lavoro dell'idraulico è cambiato in modo radicale. Nonostante le basi siano sempre quelle dell'idraulica e termoidraulica, l'applicazione del proprio lavoro coinvolge elementi elettronici, sistemi di controllo e sensori, e tanti altri componenti.

Competenze tecniche dell'idraulico

Per poter esercitare il proprio lavoro secondo i termini di legge, l'idraulico deve dimostrare di possedere determinate competenze e conoscere diversi sistemi di uso comune, in particolare:

  • impianti di climatizzazione
  • impianti di riscaldamento
  • impianti di refrigerazione
  • impianti di condizionamento
  • impianti sanitari e idrici di qualsiasi natura
  • impianti di distribuzione e uso di gas
  • tutte le opere di evacuazione dei prodotti di combustione e ventilazione e aerazione di locali

Formazione dell'idraulico

Come abbiamo detto, rispetto al passato, le abitazioni sono dotate di impianti autonomi di riscaldamento e di distribuzione del gas. Gli impianti devono essere pertanto realizzati da personale competente e, soprattutto, certificato. Il lavoro di idraulico può essere svolto come lavoratore dipendente, e in tal caso non esistono requisiti di studio particolari per l'assunzione. Al contrario, per poter esercitare l'attività di idraulico in autonomia secondo i termini di legge, bisogna possedere dei titoli formativi ed esperienza diretta.

Laurea in materie scientifiche (architettura, ingegneria, fisica)

Il titolo di studio è sufficiente per l'esercizio della professione senza necessità di tirocinio.

Diploma tecnico

Dopo il diploma in materie tecniche, è necessario svolgere un anno di esperienza presso un'impresa del settore.

Qualifica professionale

La qualifica professionale, ad esempio come installatore di impianti idro-termo sanitari, deve essere seguita da quattro anni consecutivi di lavoro presso un'impresa del settore. Per impianti idrici e sanitari, il periodo di attività lavorativa richiesto è di due anni.

Pratica professionale

In mancanza di titoli di studio, è necessario aver lavorato per tre anni di attività specializzata o sei anni di attività non specializzata in qualità di socio di impresa, collaboratore familiare o associato.

Tutta la documentazione riguardante i titoli di studio e le qualifiche deve essere consegnata alla Camera di Commercio, che valuterà il rilascio dell'abilitazione a responsabile tecnico di impresa di installazione di impianti.

L'importanza della pratica

La laurea è l'unico titolo che permette di svolgere la professione di idraulico senza aver mai effettuato un periodo di pratica. La pratica rimane comunque una condizione essenziale per sapersi destreggiare nel settore.

Il lavoro di idraulico non è circoscritto solo ai piccoli interventi privati, ma può essere inserito in ambiti più ampi e diversificati. L'idraulico interviene anche presso impianti sportivi e industriali o parchi, e si occupa inoltre di impianti di smaltimento delle acque e dell'evacuazione dei prodotti di combustione.

Aggiornamento

L'evoluzione dell'impiantistica e le modifiche in campo normativo per quanto riguarda la sicurezza degli impianti rendono necessario un continuo aggiornamento da parte dell'idraulico. Anche il mercato dei pezzi di ricambio è in continuo cambiamento, e anche per la sostituzione di un semplice tappo per lavabo, un buon idraulico deve saper indicare la soluzione migliore tra quelle disponibili sul mercato.

Certificazione

Gli impianti idraulici, a gas, di riscaldamento e condizionamento sono regolati da norme sulla sicurezza e vanno a interagire anche con gli impianti elettrici. L'installatore, per poter eseguire questo tipo di lavori, deve possedere le certificazioni secondo i termini di legge. In caso contrario, anche se dotato di competenze tecniche, non potrà svolgere il proprio lavoro se non per conto di un'azienda certificata.

Qualità imprenditoriali

L'idraulico, come altre professioni che vengono svolte in autonomia, deve possedere anche alcune doti essenziali:

  • Buone capacità relazionali: si è responsabili della propria azienda e del rapporto con i clienti, fornitori e collaboratori. La capacità di mediare e instaurare rapporti di fiducia con i fornitori e i clienti è fondamentale per il successo della propria attività.
  • Aggiornamento e inventiva: il lavoro dell'idraulico è un lavoro basato sulla manualità. Essere aggiornati sulle soluzioni disponibili sul mercato, sia per quanto riguarda le piccole riparazioni che per quanto riguarda l'esecuzione di impianti complicati, permette di offrire soluzioni all'avanguardia e quindi aumentare la soddisfazione del cliente.
  • Buone capacità imprenditoriali: ogni impresa si basa sull'acquisizione di nuovi clienti e sulla fidelizzazione dei vecchi. Anche per l'idraulico vale questo principio. Un modo per raggiungere questo obiettivo è cercare di crescere sempre, cercando di offrire nuovi servizi specializzati.

Consulta le offerte di lavoro per idraulici su Indeed.

Articoli correlati

Visualizza altro 

Cosa fare dopo il diploma: possibili opzioni post-maturità

Se non sai cosa fare dopo il diploma, scopri quali sono le principali alternative post-maturità e i vantaggi e gli svantaggi da considerare per ciascuna.

Come diventare consulente del lavoro

Scopri come diventare consulente del lavoro: cosa fa, competenze richieste, formazione, esame di stato per l’abilitazione e iscrizione all’Ordine.