Trovare lavoro

Come diventare igienista dentale

Insostituibile braccio destro dell'odontoiatra e del chirurgo, l'igienista dentale è un prezioso alleato della salute dei nostri denti. Ha un ruolo attivo nella prevenzione delle problematiche legate al cavo orale, dalle carie alle parodontopatie, e aiuta il paziente ad acquisire e a svolgere regolarmente le buone pratiche di igiene dentale quotidiana necessarie per il benessere della bocca. Se vuoi saperne di più su questa importante professione, leggi l'articolo e scoprirai come diventare igienista dentale.

Come diventare igienista dentale

Il percorso di formazione per diventare igienista dentale inizia con il corso di laurea – a numero chiuso – in Igiene dentale. Una volta conseguito il diploma universitario, avrai accesso al concorso pubblico per ottenere l'abilitazione ad esercitare la professione. Il percorso universitario di base può essere integrato con un master di primo o di secondo livello in Igiene dentale o con una laurea magistrale in Scienze delle professioni sanitarie tecnico-assistenziali.

Durante il periodo di formazione è prevista un'importante esperienza di tirocinio, volta ad approfondire le conoscenze acquisite durante il percorso di studi. In questa fase lo studente metterà in pratica le conoscenze e apprenderà le competenze necessarie circa le tecniche di ablazione del tartaro e di levigatura radicolare.

Obiettivi del percorso formativo

Durante il periodo di formazione lo studente acquisirà tutte le competenze indispensabili a svolgere la professione dell'igienista dentale. Durante il percorso universitario saranno apprese e consolidate:

  • la conoscenza dell'anatomia del corpo umano, con particolare attenzione alle regioni della cavità orale e della testa;
  • la conoscenza di elementi di patologia generale e microbiologia;
  • la conoscenza delle patologie dentali, della loro epidemiologia e della loro trasmissione;
  • la conoscenza delle conseguenze delle patologie dentali e delle tecniche di prevenzione;
  • la conoscenza delle principali malattie a carico della mucosa orale e delle modalità di trasmissione in caso si tratti di malattie infettive;
  • la conoscenza delle tecniche di sterilizzazione degli strumenti dentistici;
  • la conoscenza delle deformità congenite del cavo orale nel bambino e nell'adulto;
  • la conoscenza delle anomalie legate a numero e posizionamento dei denti e delle tecniche idonee al loro trattamento;
  • la capacità diagnostica delle malattie a carico dei tessuti e della mucosa della bocca;
  • la conoscenza dei rischi legati a tali malattie e delle tecniche di prevenzione;
  • l'abilità nell'esecuzione delle procedure di igiene orale;
  • la conoscenza delle tecniche di protezione dalle radiazioni secondo le normative vigenti;
  • la conoscenza delle principali attrezzature utilizzate nelle cliniche dentistiche;
  • la conoscenza dell'inglese scientifico.

Obiettivi del tirocinio

Durante la fase di tirocinio tecnico-pratico, lo studente svilupperà, sotto la supervisione di un tutor esperto, le capacità necessarie per svolgere le mansioni dell'igienista dentale in modo efficiente e in autonomia. Il tirocinio nei corsi di studio di Igiene dentale corrisponde a 60 CFU (Crediti formativi universitari), da acquisire nell'arco di tre anni (1 CFU corrisponde a 25 ore).

Tra le metodologie utilizzate durante il tirocinio formativo:

  • la simulazione, ossia lo svolgimento di compiti e attività professionali in contesti simili a quelli reali;
  • il lavoro di progetto (ad esempio la revisione bibliografica di una determinata procedura) che sarà successivamente valutato;
  • l'analisi e la risoluzione di casi;
  • le esercitazioni pratiche.

Dopo la laurea

Nel periodo post-laurea sono previsti corsi obbligatori all'interno del programma nazionale di Educazione Continua in Medicina (EMC), dedicati all'aggiornamento sulle novità specifiche per il settore dell'igiene dentale.

Requisiti di ammissione al concorso pubblico

L'abilitazione finale all'esercizio della professione di igienista dentale è subordinata al superamento di un concorso pubblico. Per essere ammessi al concorso, è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • diploma universitario in Igiene dentale (o diplomi equivalenti riconosciuti);
  • iscrizione all'albo professionale;
  • buona conoscenza della lingua inglese;
  • buone competenze di informatica.

Curriculum e candidatura

Una volta superato il concorso pubblico potrai esercitare la professione di igienista dentale. Per aumentare le tue possibilità di trovare lavoro, prepara con attenzione il tuo curriculum: assicurati che includa la tua esperienza formativa, compreso il periodo di tirocinio.

Prepara anche una lettera di presentazione in cui riassumerai e sottolineerai tutte le tue competenze, abilità e soft skills. Fatto questo, cerca le offerte per igienisti dentali consultando il motore di ricerca Indeed.

Che cosa fa l'igienista dentale

L'igienista dentale si occupa di molti aspetti legati alla salute dei denti e del cavo orale. Svolge attività preventive e terapeutiche ed educa il paziente alle corrette pratiche di igiene dentale, in modo da garantire la salute della bocca e, quindi, dell'intero organismo.

Partendo dalle sue conoscenze generali, l'igienista crea programmi personalizzati di educazione alle buone pratiche dentali e istruisce il paziente affinché non incorra in malattie dentali e gengivali.

Inoltre, aiuta il paziente a mantenere una corretta igiene orale nel corso degli anni, raccomandando e pianificando visite odontoiatriche regolari, effettuando pratiche quali l'ablazione del tartaro e la lucidatura e promuovendo una corretta alimentazione. Vediamo ora in dettaglio di quali aspetti ti occuperai se deciderai di intraprendere questa professione.

Pulizia e lucidatura

L'igienista dentale effettua frequentemente la pulizia e la lucidatura delle arcate dentarie, oltre ad assistere l'odontoiatra in altre procedure. Sarai quindi un vero e proprio punto di riferimento per i pazienti, che dovrai educare circa vari aspetti: la prevenzione, le terapie, l'estetica. Per affiancare i pazienti nella scelta dei trattamenti da effettuare, dovrai essere in grado di identificare eventuali patologie a carico delle gengive, del palato, della mucosa e dei denti stessi. Svolgerai operazioni estremamente importanti legate alla prevenzione e alla profilassi, come l'ablazione del tartaro, ossia la rimozione dei due principali nemici dell'igiene orale: i depositi minerali e la placca batterica, responsabili della maggior parte delle patologie orali.

Una volta concluse le procedure di ablazione e pulizia, potrebbe presentarsi la necessità di effettuare trattamenti più specialistici, volti a riparare, sbiancare e rinforzare lo smalto dei denti, come, ad esempio, l'applicazione di una maschera al fluoro: questo tipo di trattamento serve a remineralizzare lo smalto dei denti e a renderlo più resistente agli attacchi da parte di sostanze acide. Altri tipi di interventi potrebbero invece essere rivolti all'applicazione di particolari prodotti al fine di desensibilizzare i denti o di sigillare i tubuli della protesi dentaria.

Educazione dentale

Oltre ad informare i pazienti circa le possibili conseguenze di una scarsa igiene orale, sarà tuo compito anche istruirli su come mantenere una corretta igiene nel tempo. Pianificherai dunque le visite successive – una volta all'anno oppure ogni sei mesi, in base alle esigenze – sottolineando l'importanza della loro regolarità.

Infine, sarà tuo compito mostrare ai pazienti le procedure corrette circa l'utilizzo di strumenti quali spazzolini manuali ed elettrici, paste dentali, irrigatori, filo interdentale.

Riassunto delle attività principali

Ecco una checklist delle principali mansioni che svolgerai se deciderai di intraprendere la carriera di igienista dentale:

  • educare i clienti alle corrette pratiche di igiene dentale;
  • lavorare in team con altri professionisti per creare programmi di salute dentale;
  • applicare le conoscenze scientifiche acquisite nel campo della prevenzione dei disturbi dentali;
  • esaminare lo stato di salute dei denti dei pazienti tramite radiografie e ispezioni visive;
  • informare il dentista circa eventuali problematiche e/o patologie;
  • eliminare i depositi di tartaro e placca tramite le procedure di igiene dentale;
  • verificare la presenza di carie;
  • raccogliere e organizzare la documentazione medica dei pazienti;
  • applicare maschere al fluoro;
  • valutare l'efficacia dei trattamenti;
  • effettuare la pulizia e la sterilizzazione degli strumenti e delle apparecchiature;
  • pulire e igienizzare l'ambiente di lavoro;
  • comprendere le esigenze dei pazienti mostrando empatia e professionalità.

Strutture sanitarie

L'igienista dentale lavora in strutture sanitarie pubbliche come ambulatori, ospedali e ASL, oppure in strutture private, come cliniche odontoiatriche, studi di igiene dentale ed altri organismi del settore. Lavorando come dipendente, viene inquadrato nella categoria C o D, in base alla normativa vigente stabilita nel Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro per il personale sanitario.

In caso di lavoro come privato o come consulente esterno, l'igienista dentale è tenuto ad aprire una partita IVA e ad emettere regolare fattura quando non lavora su base occasionale. Il regime forfettario per le partite IVA è valido fino a un guadagno massimo pari a 65.000 € l'anno.

Ulteriori abilità e soft skills

In aggiunta alle competenze strettamente tecniche, per intraprendere una carriera come igienista dentale dovrai sviluppare altre importanti abilità.

Abilità comunicativa

Sarà indispensabile comunicare in modo efficace per poter interagire al meglio con i clienti, non solo comprendendo le loro esigenze, ma anche riuscendo a farsi comprendere a tua volta.

Leggi anche: Comunicazione e capacità comunicative nel lavoro: come svilupparle e metterle in risalto

Empatia e pazienza

Per comprendere le esigenze dei pazienti e farli sentire a proprio agio sono necessarie empatia e pazienza.

Leggi anche: Capacità e competenze relazionali: cosa sono e come migliorarle

Precisione e meticolosità

Per lavorare come igienista dentale occorrono precisione e meticolosità, abilità essenziali per riuscire a gestire al meglio la complessità e le criticità di questo mestiere e riuscire a garantire un servizio eccellente.

Affidabilità e onestà

Per stabilire un clima di rispetto e di fiducia sia con i collaboratori sia con i pazienti, occorre essere sempre onesti e trasparenti.

Capacità di problem solving

Per risolvere prontamente ed efficacemente gli inevitabili inconvenienti quotidiani, dovrai possedere spiccate abilità di problem solving.

Articoli correlati

Articoli correlati

Visualizza altro 

Come lavorare online: quali lavori scegliere?

Scopri come lavorare online: quali sono i lavori da remoto più richiesti, quanto si guadagna e dove trovare le migliori offerte di lavoro da casa.

Come lavorare nella moda: i profili più richiesti

Fare carriera nel fashion è il tuo sogno? Scopri quali sono i migliori lavori nella moda: formazione necessaria e guadagno medio per le varie qualifiche.