Come diventare personal trainer: guida pratica

Di Team editoriale di Indeed

Aggiornato in data 25 novembre 2022 | Pubblicato in data 11 novembre 2021

Aggiornato in data 25 novembre 2022

Pubblicato in data 11 novembre 2021

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

In Italia, negli ultimi tempi, la crescente attenzione verso la salute e le tematiche ambientali ha portato a un sempre maggiore interesse verso il mondo del benessere e del fitness da parte di tutta la popolazione. Se graviti nel settore dello sport e ti interessa una carriera in questo settore, potrai scoprire nell'articolo come diventare personal trainer.

Nel 2019, in Italia gli appassionati del fitness e del benessere si attestavano intorno ai 18 milioni, mentre i centri dedicati erano oltre 8 mila, con più di 120 mila addetti occupati. Allo stesso tempo, in Europa, secondo un'indagine del Journal Health & Fitness, tra le 20 tendenze sportive dell'anno 2020 al primo posto svettava il personal training. Da tutto ciò è facile dedurre quali interessanti prospettive possa offrire questa professione.

Chi è il personal trainier?

Anche detto "allenatore personale", il personal trainer è l'istruttore che guida e assiste individualmente chi si allena in una pratica sportiva o che desidera migliorare la propria forma fisica. A differenza di altre figure professionali che operano nel settore dello sport, questo ruolo si caratterizza proprio per la personalizzazione del rapporto, il più delle volte individuale o in altri casi limitato a coppie o piccoli gruppi.

Questa prerogativa consente all'istruttore personale di stabilire una relazione molto stretta con i suoi assistiti, assumendo la veste di consulente a 360°, non solo in campo sportivo ma anche in tema di educazione alimentare, stile di vita, o addirittura in ambito terapeutico.

Se la figura dell'istruttore personale che assiste gli atleti nella preparazione a competizioni importanti è sempre esistita nel mondo dello sport, il personal trainer si è imposto solo recentemente nelle palestre e nei centri sportivi e wellness di tutta Italia. E mentre l'espressione personal trainer è diventata di uso comune, la presenza di questa figura è ormai parte integrante della routine sportiva di tante persone che praticano attività fisica.

Quali mansioni svolge un personal trainer

L' istruttore personale può svolgere i seguenti ruoli.

  • Ascoltare le esigenze dei clienti e analizzare gli obiettivi che desiderano raggiungere

  • Effettuare la valutazione antropometrica e funzionale

  • Elaborare e configurare il programma di allenamento personalizzato individuale e/o di gruppo

  • Determinare gli obiettivi di breve, medio e lungo periodo

  • Assegnare esercizi e piani di lavoro

  • Monitorare l'andamento e i risultati

  • Correggere lo svolgimento degli esercizi

  • Incoraggiare e motivare

  • Offrire consigli sullo stile di alimentazione e di vita da adottare

In quali contesti lavora

Per poter esercitare la sua professione, questa figura collabora con:

  • Palestre

  • Centri sportivi

  • Centri wellness e spa

  • Centri termali e talassoterapici

  • Centri fisioterapici/chinesiologici

  • Studi privati di personal training

  • Studi medici

  • Cliniche

  • Residenze assistenziali

  • Villaggi e centri turistici

  • Crociere

L'istruttore personale, inoltre, può esercitare anche a domicilio.

In genere presta la sua opera come lavoratore autonomo, spesso con un contratto di "consulenza tecnico/sportiva".

Online o in smart working

In anni recenti, il personal training ha iniziato a diffondersi anche come forma di attività online. Sfruttando Internet e le tecnologie della comunicazione che sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana, i personal trainer si sono trasformati in veri e propri registi, filmando in diretta sedute di allenamento e pubblicandole in rete a disposizione dei propri clienti. In questo modo, gli istruttori personali riescono a rimanere a disposizione e in contatto con i loro assistiti ovunque si trovino, mantenendo vivo il rapporto di lavoro anche in situazioni difficili.

Quali competenze deve possedere?

L'allenatore personale deve possedere un'ampia gamma di conoscenze e saper padroneggiare numerose tecniche, fra le quali:

  • Fondamenti di anatomia e fisiologia

  • Fondamenti di medicina della riabilitazione

  • Fondamenti di psicologia dello sport

  • Fondamenti di diritto dello sport

  • Fondamenti di nutrizione

  • Capacità di integrare interventi da parte di figure sanitarie

  • Conoscenza delle discipline sportive e del fitness

  • Competenze nei metodi didattici per la pratica sportiva

  • Tecniche di valutazione antropometrica e funzionale

  • Tecniche di allenamento cardiovascolare e muscolare

  • Tecniche di pianificazione delle attività di allenamento

  • Tecniche di esecuzione degli esercizi

  • Competenza nell'uso di macchinari e attrezzi dedicati al fitness.

Competenze trasversali

Il personal trainer deve inoltre possedere alcune importanti soft skill, fra cui:

  • capacità di leadership

  • orientamento al cliente

  • capacità comunicative

  • capacità relazionali

  • empatia

  • flessibilità

  • riservatezza e discrezione

  • cura dell'immagine

Anche le conoscenze informatiche devono far parte del suo bagaglio di nozioni, data la diffusione di app dedicate allo sport e l'impiego delle stesse in palestra e con attrezzi e macchinari. Tali conoscenze consentono inoltre di essere attivi sui social e su Internet con una pagina Web, eventualmente offrendo le proprie prestazioni online.

Fra le competenze trasversali importanti per l'istruttore personale rientrano anche le conoscenze linguistiche, soprattutto se lavora in contesti turistici o internazionali.

Leggi anche:

  • 20 lavori per persone empatiche

  • Le caratteristiche di un leader: come svilupparle

  • Come migliorare le tue capacità e competenze personali

Quali sono i percorsi formativi per il personal training?

Per operare come istruttore personale è in genere consigliata la Laurea in Scienze dell'educazione motoria e delle attività adattate, in Scienze delle attività motorie e sportive o Scienze e tecniche avanzate dello sport. Va detto, tuttavia, che attualmente questa professione non è regolamentata e vi sono casi d'istruttori personali privi di qualsiasi diploma. Con la riforma dello sport, che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2023, il lavoro in palestra o in uno studio di personal training sarà normato.

Al momento, le figure professionali abilitate a seguire il cliente nella pratica sportiva sono:

  • Istruttori in possesso di diploma di laurea in Scienze Motorie o di diploma rilasciato dall'Istituto Superiore di Educazione Fisica (ISEF) o di titoli equipollenti ottenuti all'estero e riconosciuti dallo Stato italiano

  • Istruttori in possesso di abilitazione rilasciata dalla Federazione Nazionale competente o dalle discipline sportive associate o dagli enti di promozione sportiva riconosciute dal CONI o dal CIP.

Tra i possibili percorsi formativi che rilasciano un diploma che può essere riconosciuto se ne possono segnalare alcuni, come ad esempio:

  • ISEC srl propone un Master Specialistico On-Line (Coni), che comprende nove moduli e due giorni di attività pratica. Per i non laureati è richiesto un tirocinio di 60 ore presso una struttura sportiva. Il Certificato professionalizzante ISEC consente di ottenere il diploma accreditato ASI, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI.

  • La Federazione Italiana Fitness offre un corso in varie città d'Italia con un esame finale per il rilascio del diploma riconosciuto in ambito internazionale dall'European Fitness Association e in ambito nazionale dall'ASI.

  • La Scuola Nazionale Personal Trainer prevede un corso di 92 ore incluse 32 ore di lezioni pratiche e laboratori con il rilascio del diploma CSI/SNPT accreditato EuropeActive Professional Standards Committee come corso di livello 4, secondo il Quadro Europeo delle Qualificazioni.

  • L'Accademia Italiana Personal Trainer offre un corso di 60 ore riconosciuto a livello nazionale ASI e a livello Europeo e Internazionale da Europe Active, con inserimento dei certificati nel Registro Europeo dei professionisti dell’esercizio fisico EREPS.

  • Project inVictus SRL propone per questa professione corsi con tre diversi livelli di certificazione, riconosciuti ASI.

Come avviarti a questa carriera?

Se hai un diploma riconosciuto o meglio ancora una Laurea in Scienze Motorie e desideri metterti in gioco in questa professione, hai almeno quattro diverse possibilità.

  1. Iniziare come "assistente di sala" nella tua palestra o in quelle della tua zona. Contatta le strutture più quotate.

  2. Offrirti come istruttore personale presso i complessi sportivi e altri centri dedicati al wellness, spesso interessati a collaborazioni per il personal training.

  3. Rispondere agli annunci di lavoro che trovi sui siti specializzati online, primo fra tutti Indeed, che pubblica numerose offerte disponibili in varie località italiane.

  4. Considerare la possibilità di offrire le tue prestazioni online, con sedute di allenamento registrate o in diretta. A tal fine, dovrai attrezzarti con una buona connessione Internet e un sito Web professionale. Inoltre, per farti conoscere e crearti una clientela dovrai curare costantemente l'attività sui social.

Ora che sai come diventare personal trainer e quali sono le prerogative di questa professione, sarai in grado di decidere se questa strada fa per te.

Per altre idee e spunti interessanti sull'inserimento nel mondo del lavoro, ti consigliamo la Guida alla carriera di Indeed, che include, fra le varie sezioni, alcune parti dedicate a Trovare lavoro, CV e lettere di presentazione, Sviluppo della carriera.

Si prega di notare che nessuna delle aziende o organizzazioni menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Quanto guadagna un personal trainer?

  • Curriculum vitae per istruttore di fitness: guida ed esempio

  • Come lavorare nel mondo dello sport: 9 professioni

  • Come diventare nutrizionista sportivo

  • Come diventare insegnante di yoga: percorso e certificazioni

  • Come diventare Istruttore di CrossFit

  • Come diventare preparatore atletico

  • Come diventare massaggiatore o massaggiatrice

  • Come diventare procuratore sportivo

  • Come diventare allenatore di calcio

  • Come diventare bagnino di salvataggio: requisiti, mansioni, stipendio

  • Come diventare guida alpina



Articoli correlati

Consulente fitness: chi è, cosa fa e come diventarlo

Esplora altri articoli