Trovare lavoro

Come lavorare nella moda: i profili più richiesti

Quali sono le doti per fare carriera nel mondo del fashion? Passione per lo stile, cura dei dettagli, voglia di sperimentare e capacità di mettersi costantemente alla prova. La moda è ciclica ed effimera e le aziende cercano talenti in grado di stare al passo con le ultime tendenze o addirittura di anticiparle.

L'Italia è rinomata in tutto il mondo per il settore della moda e, secondo un sondaggio della Camera Nazionale della Moda Italiana, lo stipendio del lavoratore medio nella moda di lusso supera di quasi il 50% lo stipendio minimo in Italia. Il settore della moda può offrire retribuzioni estremamente invitanti: tra gli impieghi più pagati in Italia figurano alcuni ruoli nel mondo del fashion. Se vuoi cimentarti in questo ambito, dovrai prima di tutto concentrarti sulla tua vocazione, per poi investire in scuole di specializzazione e master di perfezionamento a seconda del ruolo scelto.

Quali sono i migliori lavori nella moda?

Prima di identificare le figure ricercate nella moda, dovresti innanzitutto fare una considerazione: il tuo lavoro dovrebbe appagare le tue aspirazioni e trasformare una passione in una professione. Difficile, infatti, non essere d'accordo con l'affermazione del motivatore Denis Waitley: "La soddisfazione personale è l'ingrediente più importante del successo".

Per trovare il lavoro più adatto a te nel campo della moda segui le tue attitudini, coltivandole con una formazione solida e continuativa. Quelle elencate nella nostra guida, infatti, sono soltanto alcune delle posizioni richieste dal mondo della moda. Sono ruoli diversi uno dall'altro, eppure tutti collegati da un filo rosso che include creatività, apertura mentale e conoscenze trasversali, che spaziano dalla sociologia all'economia, passando per il design e l'informatica.

Abilità necessarie per lavorare nel mondo della moda

Se vorrai trovare uno dei migliori lavori nel campo della moda, dovrai porre estrema attenzione alle seguenti capacità:

  • competenze digitali in ambito della comunicazione;
  • conoscenza del mercato e delle sue dinamiche;
  • abilità di utilizzo di software di disegno tecnico;
  • conoscenza approfondita della lingua inglese (la conoscenza, anche basilare, di un'altra lingua fra francese, russo o cinese può rivelarsi estremamente utile).

Lavorare nella moda: i profili più richiesti

Individuiamo ora i profili professionali più richiesti nel settore, i percorsi di formazione e le reali prospettive di crescita economica. Gli ambiti professionali del settore moda sono molteplici: si tratta di un dipartimento produttivo che vale 2,5 trilioni di dollari a livello globale e che vede al suo interno autentiche superstar dei guadagni fra stilisti, manager e dirigenti. Basti pensare che rispetto alla media nazionale, i dirigenti di aziende di moda e lusso sono i più pagati dopo quelli del comparto assicurativo. La retribuzione annuale ammonta a quasi 120.000 € senza bonus produzione e benefit aziendali, che possono far salire a 135.000 € l'importo medio dell'assegno annuale.

Se vuoi trovare un lavoro nel campo della moda è fondamentale innanzitutto conoscere i differenti reparti delle aziende e individuare il settore più adatto a te.

Area produzione

La produzione è il core business di ogni azienda di moda: è l'insieme dei processi che permettono all'idea di concretizzarsi e di diventare prodotto.

Product manager

All'interno del processo produttivo, un ruolo fondamentale è ricoperto dal product manager, la figura responsabile del ciclo di vita dell'intera collezione. Analizza il mercato, studiando le esigenze dei consumatori e le mosse della concorrenza. In pratica, valuta se il prodotto è appetibile per il pubblico di riferimento e se la produzione è sostenibile dal punto di vista dei costi, cercando di valorizzare al massimo gli investimenti aziendali.

Lo stipendio base di un product manager con meno di 5 anni di esperienza ammonta a circa 26.000 € lordi annui (circa 1.250 € netti al mese), mentre lo stipendio medio dopo 5 anni di esperienza sale a circa 55.000 € lordi all'anno, superando i 120.000 € annui nelle aziende più prestigiose.

Area progetto e sviluppo

La progettazione di una nuova collezione presenta diversi livelli operativi e gestionali.

Project manager

Preparare un progetto, gestirlo in ogni singolo aspetto, rispettando (e facendo rispettare) i tempi e monitorando ogni fase: sono alcuni aspetti di cui dovrai occuparti se vorrai diventare project manager. Il project manager è una figura di coordinamento, dalla quale dipende il raggiungimento dell'obiettivo di tutto il team di lavoro. Le qualità più apprezzate nei migliori project manager di moda sono l'organizzazione, la gestione del tempo, le capacità decisionali e di problem solving.

Lo stipendio medio per un project manager senior, ovvero con almeno 5-10 anni di esperienza sul campo, è di circa 52.000 € lordi all'anno (pari a circa 2.500 € netti al mese).

Modellista

Il modellista di abbigliamento, di accessori o di calzature può essere definito come l'anello di congiunzione fra lo stilista e il prodotto: con tecniche manuali e programmi di computer grafica (come CAD) permette di visualizzare e di plasmare l'idea creativa. Un compito delicato, che consente di passare dal prototipo iniziale alla versione finale, pronta per la produzione in serie e per la commercializzazione.

Un modellista guadagna mediamente 30.000 € lordi all'anno, che corrispondono a circa 1.600 € netti al mese. Ovviamente, ancora una volta l'esperienza ripaga: lavorando come modellista per case di moda internazionali e per marchi conosciuti, lo stipendio annuale può superare i 45.000 € lordi all'anno.

Area creativa

L'area creativa è il settore che nell'immaginario collettivo è più comunemente associato all'idea di moda, in cui si creano le collezioni e si disegnano i nuovi outfit da proporre al pubblico.

Stilista

La figura di spicco è senza dubbio quella dello stilista, che anticipa le tendenze e propone idee per le linee di prodotti aziendali. A tale scopo si avvale della collaborazione degli altri uffici aziendali: ufficio sviluppo, ufficio produzione e ufficio marketing e comunicazione.

Uno stilista alle prime armi può guadagnare tra i 25.000 € e i 28.000 € lordi all'anno. Dai 5 ai 10 anni di esperienza, lo stilista può guadagnare dai 32.000 € ai 55.000 € lordi annuali, mentre con più di 10 anni di esperienza lo stipendio può superare i 70.000 € lordi. Parliamo ovviamente di medie, dalle quali sono escluse le superstar del settore, cioè i direttori creativi e gli stilisti delle maison di fama internazionale.

Area vendite/retail

Le aziende di moda vendono i loro prodotti attraverso punti vendita, dai flagship store agli outlet, dai negozi multimarca agli e-commerce. Il responsabile del punto vendita (o Store manager) è una figura necessaria per la gestione dei negozi e svolge numerose mansioni, tra cui:

  • analisi dell'inventario per stilare piani di rifornimento e di acquisto;
  • controllo dei costi in relazione alla redditività del punto vendita;
  • gestione del personale.

Il responsabile di punto vendita guadagna mediamente 60.000 € lordi annui, ma a seconda del numero di negozi gestiti e dell'importanza del marchio, può addirittura arrivare a raddoppiare lo stipendio.

Area marketing/comunicazione

La brand awareness e le attività di comunicazione sono imprescindibili nel luccicante mondo della moda. Ecco perché in questo ambito si concentrano molte delle figure professionali più richieste e con le migliori prospettive di carriera.

Merchandising manager

Il merchandising manager agisce come una sorta di "influencer": studia le tendenze del mercato e interpreta i risultati, al fine di proporre soluzioni durante il ciclo di produzione. Tra le altre attività, pianifica la nuova collezione e diversifica le vendite. Lo stipendio medio in Italia per un merchandising manager con comprovata esperienza è di 63.500 € lordi annui.

Social media manager

Il responsabile della comunicazione online è un profilo strategico, che lavora sia per incentivare le vendite del prodotto, sia per promuovere il brand attraverso la gestione dei profili aziendali sui principali social network come Facebook e Instagram.

La pianificazione degli investimenti pubblicitari online, lo sviluppo di un piano editoriale e la creazione di contenuti tramite tecniche dello storytelling sono soltanto alcune delle sue responsabilità. Lo stipendio medio è di circa 44.500 € lordi annuali.

Articoli correlati

Articoli correlati

Visualizza altro 

Come lavorare online: quali lavori scegliere?

Scopri come lavorare online: quali sono i lavori da remoto più richiesti, quanto si guadagna e dove trovare le migliori offerte di lavoro da casa.

Come diventare igienista dentale

Come diventare igienista dentale? Percorso formativo, attività principali e soft skills per svolgere al meglio la professione.