Come rifiutare un’offerta di lavoro via email o telefono

Di Indeed Editorial Team

7 marzo 2021

Per quanto possa sembrare assurdo, saper rifiutare una proposta di lavoro è un'abilità che, prima o poi, ogni persona deve acquisire. Nonostante sia sempre piacevole superare una selezione ed essere scelti, a volte la cosa giusta da fare è rifiutare l'offerta di lavoro. Al fine di comportarsi correttamente, mantenere una buona reputazione e lasciarsi sempre una porta aperta, ti consigliamo di prendere questo compito seriamente. Di fatto, rifiutando un'offerta di lavoro con il rispetto e la gentilezza dovuti, potresti riuscire a mantenere un buon rapporto con l'azienda, anche in vista di una collaborazione futura.

Siamo consapevoli che dire di no a un'azienda che ha scelto proprio te, magari dopo un lungo processo di selezione, sia difficile; tuttavia, potresti non avere alternative.

In questo articolo, ti aiuteremo a capire quando e come rifiutare un'offerta di lavoro in modo corretto e professionale. Inoltre, ti daremo dei consigli utili per affrontare questo compito nel modo migliore possibile.

Rifiutare un'offerta di lavoro dopo il colloquio

Rifiutare un'offerta di lavoro dopo il colloquio è un tuo diritto e a volte può essere necessario. Tra le motivazioni più frequenti troviamo:

  1. Stipendio troppo basso: per quanto possa piacerti un lavoro, devi sempre e comunque pretendere uno stipendio adatto alla tua esperienza. Ottenere il lavoro dei tuoi sogni ha di sicuro un valore inestimabile e ti renderà felice, ma occorre anche guadagnare abbastanza per arrivare a fine mese e coprire tutte le spese necessarie.

  2. Più offerte di lavoro: la possibilità di ricevere più offerte di lavoro in contemporanea non è per niente remota. In questi casi sarai costretto a scegliere quella che preferisci.

  3. Hai cambiato idea: ci sono diversi motivi per cui potresti cambiare idea circa la tua candidatura per un lavoro. Durante il tuo primo colloquio, acquisirai un'idea più chiara dell'offerta di lavoro e del contesto aziendale e potresti scoprire che il ruolo o l'ambiente non fanno al caso tuo e sono incompatibili con i tuoi interessi e con le tue caratteristiche.

  4. Tempo per raggiungere il luogo di lavoro: il tempo necessario per raggiungere il luogo di lavoro ha un grosso impatto sulla qualità della vita quotidiana del lavoratore. Tieni sempre in considerazione che il tempo trascorso in auto o su un mezzo pubblico per raggiungere il luogo di lavoro andrà a diminuire il tempo libero che ti rimane a disposizione al di fuori dell'orario di lavoro; inoltre, non sottovalutare la spesa e lo stress che deriverebbero da un lungo tragitto abitazione-ufficio. In questo punto includiamo ovviamente anche i casi che implicano un trasferimento in altra città, o addirittura in altra nazione, e che hanno un impatto sulla vita privata e familiare della persona.

  5. La posizione offerta non è compatibile con il tuo stile di vita: alcune persone hanno bisogno di un posto di lavoro flessibile, che consenta loro di lavorare da casa o gestire il proprio tempo in completa autonomia. Nel caso in cui la proposta di lavoro che ti è stata offerta sia troppo rigida per il tuo stile di vita, ti consigliamo di renderlo noto nella tua e-mail perché potresti ricevere una controproposta più flessibile.

Tre domande da porsi prima di rifiutare

Qualunque sia il motivo per cui hai deciso di declinare un'offerta di lavoro, ti consigliamo di rifletterci bene e valutare sia i lati positivi che negativi, cercando di decidere in modo lucido e obiettivo. Prima di chiamare o mandare un'e-mail al recruiter, siediti con calma e pondera bene i sacrifici e i vantaggi che comporta accettare il lavoro. Una volta rifiutata un'offerta di lavoro non c'è più spazio per i ripensamenti; di fatto, le possibilità che l'azienda sia disposta a riprendere in considerazione un candidato e a mantenere l'offerta di lavoro aperta a seguito di un rifiuto sono molto limitate.

Ti consigliamo quindi di porti queste tre domande prima di compiere una qualsiasi azione:

  1. Per quale motivo non sono più interessato a questo lavoro?

  2. C'è la possibilità che possa cambiare idea?

  3. Accettare quest'offerta mi può aiutare a ottenere il lavoro che desidero in futuro?

Se la risposta a tutte e 3 le domande è negativa, allora non ci sono dubbi: rifiutare il lavoro è la scelta giusta.

Come scegliere tra più offerte di lavoro

Nel caso tu sia indeciso tra due o più offerte di lavoro, ti consigliamo di prendere due o più fogli bianchi, a seconda del numero di proposte che hai ricevuto. Scrivi il nome dell'azienda in cima alla pagina, dividi la pagina in due colonne e stila una lista dei pro e dei contro di ciascuna offerta di lavoro ricevuta: salario, responsabilità, opportunità di carriera, crescita personale, clima aziendale, benefit e così via.

Dopo aver messo a confronto ogni aspetto potrai, almeno razionalmente, individuare la migliore offerta di lavoro. Tuttavia, ciò potrebbe non essere sufficiente per darti la sicurezza di cui hai bisogno per effettuare una scelta tanto importante.

Nel caso tu abbia ancora dei dubbi, puoi sempre rivolgerti ad amici, parenti o, perché no, anche a una persona che ricopre la posizione alla quale aspiri. Tuttavia, ricorda sempre che sarai tu a dover svolgere il lavoro tutti i giorni, quindi la tua opinione in merito all'offerta di lavoro è quella che conta di più.

Sii sincero con te stesso, prova a immaginare la piega che prenderebbero la tua vita e la tua routine accettando un determinato impiego. Saresti felice e motivato? Andresti al lavoro con piacere? Se la risposta è negativa, rifiutare l'offerta di lavoro potrebbe essere la scelta giusta. Scopriamo insieme come farlo.

Come rifiutare un'offerta di lavoro via email

Rifiutare un'offerta di lavoro via email è forse il modo più veloce e confortevole per concludere il processo di reclutamento.

Nonostante si tratti di un contatto scritto e dunque meno diretto, è consigliabile tenere sempre a mente le buone abitudini e mostrare rispetto per il tempo e le energie che il responsabile delle risorse umane, o comunque il recruiter, ha investito con noi. Per riuscire al meglio in questo scopo, ti proponiamo qualche consiglio.

1. Onestà e concisione

Cerca di essere onesto e spiegare brevemente i motivi che ti hanno spinto a rifiutare l'offerta di lavoro. Non c'è bisogno di entrare nei dettagli o specificare cosa non ti sia piaciuto della compagnia; rimani sul vago. Puoi tranquillamente confessare che hai accettato un'altra offerta di lavoro o che hai realizzato che la posizione da loro offerta non è in linea con i tuoi obiettivi di carriera.

Ricorda inoltre di mostrare un poco di gratitudine verso chi ha tenuto in considerazione il tuo curriculum. Ringraziare non costa niente, dunque non essere eccessivamente distaccato; tuttavia, non dimenticare che stai sempre scrivendo un'email per rifiutare l'offerta di lavoro e dunque sarebbe inutile anche divagare, eccedere nei complimenti o girare troppo intorno alla questione.

2. Tempestività

Non lasciare passare troppo tempo se vuoi rifiutare gentilmente un'offerta di lavoro, ma mettiti in contatto con l'azienda appena sei sicuro della tua decisione. Quando rifiuti un'offerta di lavoro è importante trattare l'azienda nel modo in cui vorresti essere trattato tu dalle imprese a cui invii la candidatura. Comunicare prontamente un rifiuto, permetterà all'azienda di contattare gli altri candidati prima che trovino un altro impiego.

3. Chiedi all'azienda di rimanere in contatto

Questo punto è più personale dei precedenti ma spesso accade che, pur non essendo convinti dell'offerta di lavoro, si apprezzi particolarmente la filosofia di un'azienda o l'attitudine dei datori di lavoro. In questo caso è possibile proporre di restare in contatto, qualora si presentassero future occasioni.

Un esempio pratico di come rifiutare un'offerta di lavoro via email

Per aiutarti a rifiutare un'offerta di lavoro via mail, ti proponiamo di seguito un esempio:

Gentile Signor/a X,

ringraziandola infinitamente per avermi offerto la posizione di SEO Copywriter presso l'azienda Y, devo comunicarle che, dopo averci riflettuto a lungo, ho accettato l'offerta di un'altra azienda più in linea con i miei progetti di carriera futuri.

Colgo l'occasione per dirle che ho apprezzato molto le idee che ci siamo scambiati e la filosofia della sua azienda. Mi farebbe piacere rimanere in contatto e spero che le nostre strade tornino a incrociarsi in futuro.

Ancora grazie per il tempo e le energie che mi ha dedicato.

Cordiali Saluti.

Rifiutare un'offerta di lavoro al telefono

Rifiutare un'offerta di lavoro per telefono può essere un poco più stressante che farlo in forma scritta. Tuttavia, al contrario dell'e-mail, il telefono è un mezzo di comunicazione più diretto e immediato. Declinando un'offerta di lavoro al telefono, lascerai un ricordo più amichevole e cordiale, e un giorno potresti beneficiare di questa premura.

A seguire ti proponiamo dei consigli per affrontare questa situazione al meglio:

  1. Chiama nel momento giusto e assicurati di non disturbare. Cerca di individuare il momento in cui è più probabile che l'interessato sia libero.

  2. Inizia la conversazione ringraziando per essere stato scelto fra tutti i candidati, come nel caso dell'e-mail.

  3. Declina educatamente l'offerta di lavoro; mostra dispiacere per la tua scelta e fornisci una motivazione onesta, senza scendere troppo nello specifico.

  4. Ringrazia nuovamente e saluta; anche in questo caso è ovviamente possibile proporre di tenersi in contatto per occasioni future.

Speriamo che questi consigli per rifiutare gentilmente un'offerta di lavoro possano tornarti utili. Il lavoro è uno dei luoghi dove si trascorre la maggior parte del tempo, valuta bene le occasioni che ti si presentano e sii sempre professionale per non precluderti occasioni future.

Articoli correlati

Come lavorare nel sociale: cosa c'è da sapere