Come trovare lavoro in banca

Di Team editoriale di Indeed

16 giugno 2022

Se il tuo obiettivo professionale è quello di entrare a lavorare in un istituto bancario, è opportuno comprendere con precisione quali siano le diverse figure lavorative che possono trovare occupazione in una banca e di che cosa si occupano, oltre a scoprire quali sono le più richieste e le meglio remunerate.

Come trovare lavoro in banca e quali sono le mansioni principali

Prima di iniziare a cercare il lavoro in banca più adatto a te, è bene chiarire la differenza che c'è tra bancario e banchiere. La distinzione è sostanziale, perché mentre il primo è un dipendente della banca, con inquadramenti, livello e operatività diverse, con il secondo termine si indica la persona che è proprietaria o azionista di un istituto di credito.

Il lavoro quotidiano

Il lavoro quotidiano di chi lavora in banca si divide sostanzialmente in due: da una parte le mansioni che prevedono un rapporto diretto con i clienti dell'Istituto, dall'altra i compiti svolti “dietro le quinte”, in autonomia o con gli altri colleghi; compiti che, a seconda della figura ricoperta all'interno della banca, possono spaziare dalla routine amministrativa, come il disbrigo di pratiche o l'apertura dei conti correnti, allo studio dei mercati per gli investimenti, fino ad arrivare all'analisi strategica. Inoltre, bisogna considerare che la digitalizzazione ha molto cambiato il modo di lavorare, automatizzando numerosi processi che prima si svolgevano manualmente.

Le nuove richieste

L'aumentare delle possibilità di investimento, della velocità delle transazioni e dell'informazione finanziaria, ha fatto sì che aumentassero anche le esigenze dei clienti, sempre più attenti per esempio alle nuove possibilità di far fruttare il proprio denaro. Se fino a qualche decennio fa la stragrande maggioranza delle persone si rivolgeva alla propria banca solo per aprire un conto corrente, per cambiare denaro prima di una vacanza all'estero o per chiedere un mutuo in vista dell'acquisto di un immobile, ora il mondo finanziario è completamente cambiato e sono nate nuove figure lavorative, ognuna con una propria specificità e con le proprie competenze.

Figure più richieste, profili professionali emergenti, stipendi e requisiti

Negli ultimi anni si sono moltiplicate le possibilità per chi cerca un impiego in banca. Le esigenze di semplici cittadini, di società e di grandi istituzioni sono aumentate esponenzialmente e, per rispondere a una domanda sempre più diversificata, con esse sono nate nuove professioni che si sono andate ad affiancare a quelle classiche che già conoscevamo.

Cassiere di banca

Quella del cassiere resta sempre una delle figure più richieste dalle banche, perché oltre ad avere più di tutti un rapporto diretto con il cliente privato, gestisce anche la contabilità interna della filiale.

Le mansioni

Tra le operazioni che svolge quotidianamente, figurano l'assistenza ai clienti, le operazioni legate ai bonifici e ai prelievi, oltre a occuparsi della gestione degli assegni, del cambio delle valute e dell'apertura e chiusura dei conti correnti.

I requisiti

Se vuoi lavorare in banca come cassiere o sportellista, dovrai aver conseguito un diploma di scuola superiore, possibilmente in ragioneria, e preferibilmente aver conseguito una laurea in Scienze Politiche, Giurisprudenza o Economia.

Lo stipendio

Molto spesso, il cassiere è il primo contatto per la promozione di nuovi prodotti finanziari o investimenti ai clienti, e proprio per questo gli viene richiesta precisione e attenzione al particolare, capacità di lavorare in autonomia oltre a una profonda conoscenza delle materie economiche. Lo stipendio medio di un cassiere di banca è di circa 2.100 euro al mese.

Promotore finanziario

Quella del consulente finanziario è una figura emergente all'interno delle professioni bancarie, regolata dalla direttiva europea MIFID, Markets in financial instruments directive, emessa nel 2004 e recepita dall'Italia nel 2007.

Che cosa fa

È la figura che all'interno della banca ha un rapporto diretto con il cliente, in quanto rappresenta il consulente che suggerisce e promuove i prodotti finanziari che reputa migliori: dai conti correnti agli investimenti, dai fondi pensionistici a quelli assicurativi.

Come diventarlo

Generalmente, il promotore finanziario ha una laurea in Giurisprudenza o Economia. Per esercitare la professione dovrà essere iscritto all'APF, Albo dei promotori finanziari, e rispettare i requisiti di onorabilità e professionalità. Da un lato, dunque, la professione richiede un'estrema correttezza nei confronti della propria clientela, dall'altro è necessaria una profonda preparazione e un costante aggiornamento sul mondo dei mercati e dei prodotti finanziari.

Leggi anche: Come diventare promotore finanziario

Quanto guadagna

Lo stipendio di un promotore finanziario solitamente è composto da una parte fissa e da una variabile legata ai risultati di rendimento: più prodotti finanziari riesce a vendere, più aumenteranno le sue provvigioni.

Consulente del credito: compiti, requisiti, stipendio

Il consulente del credito si occupa della raccolta documentale delle pratiche di finanziamento, mutuo e cessione del credito. Fa da collante tra banca e cliente finale, per questo motivo molto spesso non è un dipendente della filiale, ma è un lavoratore autonomo.

Per esercitare la professione dovrai essere iscritto all'Organismo degli Agenti e dei Mediatori (OAM) e possedere almeno un diploma di scuola secondaria superiore, ma è evidente che ti verrà richiesta una conoscenza approfondita delle normative, dei prodotti e dei servizi bancari. Lo stipendio medio del consulente del credito è di circa 1.700 euro al mese.

Analista del credito: che cosa fa e quanto guadagna

Come analista del credito darai l'assenso definitivo alle pratiche di mutuo e quindi alla concessione del credito. La decisione finale è la risultante di una valutazione che prende in esame criteri qualitativi e quantitativi, analizzando dunque il profilo di rischio per la banca, l'affidabilità creditizia del cliente, la sua storia finanziaria.

Un analista del credito che ha maturato già una buona esperienza, ha uno stipendio mensile che si aggira attorno ai 2.400 euro.

Leggi anche: Chi è e cosa fa il credit analyst

Back Office: quali sono i suoi compiti e il suo stipendio

Se vuoi trovare lavoro in banca come back office, avrai il compito di raccolta documentale e del primo caricamento di tutte quelle pratiche che riguardano la cessione del quinto, i mutui e i prestiti. Alla figura del back office è richiesta una forte propensione a lavorare in autonomia e flessibilità, sia operativa che organizzativa.

Lo stipendio di un addetto back office non è tra i più alti se confrontato con quello di altre figure professionali legate al mondo della banca: per un profilo medio il guadagno mensile è di circa 1.000 euro.

Leggi anche: Back office commerciale: cosa fa

Internal Auditor

L'Internal Auditor ha il compito di migliorare e ottimizzare tutte le procedure interne a una banca. Il suo lavoro consiste nel verificare che tutti i processi organizzativi, amministrativi e finanziari siano efficaci, evidenziando le aree di miglioramento e apportando soluzioni e strategie atte a bonificare le situazioni critiche rispetto alle varie aree di intervento.

Il titolo di studio richiesto

Se deciderai di cercare lavoro in banca come Internal Auditor, dovrai dimostrare di avere forti capacità di analisi e di gestione, oltre a possedere tutte le tecniche di auditing. Il percorso di studi che più è in linea con questa figura prevede una laurea in Giurisprudenza o Ingegneria Gestionale.

Lo stipendio

A seconda dell'esperienza, un Internal Auditor può percepire uno stipendio che parte dai 2.000 euro al mese.

Direttore di banca: cosa fa, quanto guadagna, che titolo di studi serve

Il ruolo del direttore di banca è centrale quando si parla di una banca con sede fisica. Un direttore di banca deve possedere una lunga esperienza in filiale, una profonda conoscenza dei clienti della propria banca e competenze nella scelta delle figure da inserire nel proprio organico. Inoltre, dovrà essere costantemente aggiornato sulle tematiche burocratiche e in generale sui prodotti finanziari in modo tale da proporli ai propri clienti.

Il titolo di studio richiesto

Per diventare direttore di banca non sarà sufficiente un diploma di scuola superiore, ma ti verrà richiesta una laurea a indirizzo economico, oppure una laurea in Ingegneria Gestionale.

Le doti necessarie

Se stai cercando lavoro in banca come direttore, dovrai dimostrare di avere forti doti di leadership e di problem solving, di essere a tuo agio nei rapporti interpersonali e di saper gestire tutte le aree che permetteranno alla tua filiale di essere profittevole sia in termini di soddisfazione dei clienti sia rispetto ai requisiti imposti dall'istituto.

Lo stipendio

Il direttore di banca, a seconda dell'esperienza e delle dimensioni della filiale, può guadagnare tra i 45.000 e i 120.000 euro lordi all'anno.

Leggi anche: Stipendio bancario: guida alle mansioni e guadagni dei dipendenti bancari

Trovare lavoro nel settore bancario: come candidarsi

Se ti stai chiedendo come fare per trovare un lavoro in banca, il primo passo da compiere è aggiornare il tuo CV, nel quale inserirai il tuo percorso di studi accademici e post-universitari, oltre a eventuali esperienze lavorative nel settore. Una volta completato il tuo curriculum, potrai candidarti per lavorare in banca. Oltre agli istituti privati, puoi considerare anche di fare domanda alla Banca d'Italia, alla quale si può accedere solo tramite concorso pubblico. Per essere informati sui concorsi indetti, consulta il sito Internet della Banca d'Italia, o controlla i bandi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale.

Il settore bancario privato

Se invece il tuo sogno è quello di lavorare nel settore bancario privato, sarà fondamentale monitorare le offerte di lavoro che i vari istituti pubblicano regolarmente, anche sui propri siti Internet. Qui di seguito trovi i riferimenti alle principali banche che operano in Italia, per restare sempre aggiornato sulle nuove opportunità e non lasciarti sfuggire quelle più in linea con le tue aspettative e il tuo profilo professionale. Se cerchi lavoro in banca, parti da questi link:

  • Banca Carige;

  • Banca Etica;

  • Banca Fucino;

  • BNL;

  • BNP Paribas;

  • Banca Ifis;

  • Banca Mediolanum;

  • Banca Sella;

  • BCC Credito Cooperativo;

  • Bper;

  • Credem;

  • Compass;

  • Deutsche Bank;

  • Fideuram;

  • Generali;

  • IBL Banca;

  • Intesa Sanpaolo;

  • MCC;

  • Mediobanca;

  • UBI Banca;

  • Unicredit.

Nessuna delle società menzionate in questo articolo è affiliata a Indeed.

Consulta le offerte di lavoro in banca attualmente disponibili su Indeed.

Articoli correlati:

  • Come diventare broker finanziario

  • Come diventare analista finanziario

  • Come diventare consulente finanziario (anche senza laurea)

  • Come lavorare in banca senza laurea

  • Laurea in Economia e Management: gli sbocchi lavorativi


Articoli correlati

Come diventare attuario