E-commerce manager: cosa fa e come diventarlo?

Di Team editoriale di Indeed

15 dicembre 2021

Nel mondo della digitalizzazione, dove la nascita di web store è sempre più frequente e gli acquisti online crescono in maniera esponenziale, la figura dell'e-commerce manager è diventata una delle più richieste nel mondo dei lavori digitali. Ma cosa fa esattamente un e-commerce manager?

Nel seguente articolo analizzeremo meglio questa figura professionale, vedremo quali sono le sue mansioni e le sue competenze, oltre ad alcuni dati riguardanti la situazione occupazionale in questo ambito e la retribuzione media. Infine, scopriremo quale percorso formativo è possibile seguire per diventare e-commerce manager.

E-commerce manager: un ruolo manageriale per il mondo digitale

Il mercato ha visto un boom dell'economia digitale e, in particolare, del commercio elettronico, detto più comunemente e-commerce. Per far fronte alla necessità di stare al passo con i tempi, le aziende si sono adeguate, operando internamente la cosiddetta digital transformation e, di conseguenza, facendo emergere diverse professioni nuove.

Tra queste, troviamo quella dell'e-commerce manager, ovvero la persona responsabile di ogni aspetto legato alla gestione di un sito di e-commerce o di un web store.

Mansioni specifiche

Nello specifico, un e-commerce manager cosa fa? Sappiamo che si occupa della gestione di siti web dedicati alla vendita di prodotti o servizi, quindi ne segue e gestisce tutte le attività commerciali connesse.

Nelle realtà aziendali più grandi, coordinerà il team dedicato alle vendite online, partendo da un'attenta analisi di mercato e definendo strategie di vendita specifiche per il posizionamento del web store, oltre che interfacciandosi con il responsabile marketing e gli addetti ai social media.

Nelle realtà più piccole, potrebbe svolgere in prima persona anche quelle attività che solitamente vengono delegate ad altri dipartimenti o profili esperti dedicati.

In linea generale, l'e-commerce manager svolge le seguenti mansioni:

  • Definisce la digital strategy più adatta per la vendita dei prodotti aziendali su web store. Lo scopo è quello di stabilire degli obiettivi e di raggiungerli attraverso i mezzi strategici più consoni.

  • Monitora l'andamento delle vendite e mira a un'ottimizzazione delle stesse, attraverso lo studio di touchpoint (i canali tramite cui azienda e cliente entrano in contatto) e KPI (indicatori delle prestazioni, ovvero metriche per misurare l'andamento di un'attività).

  • Pianifica e definisce una linea per le campagne social e SEM (Search Engine Marketing), in modo che la comunicazione del brand sia coerente ed efficace.

  • Coordina tutte le risorse e i settori coinvolti nelle attività di e-commerce, andando a controllare da vicino diversi processi aziendali: marketing e comunicazione, legal, web e graphic design, social media, sviluppo della piattaforma, logistica e spedizioni, customer care, aggiornamento cataloghi, canali di pagamento.

Competenze che fanno la differenza

Come abbiamo visto, i compiti di chi ricopre la posizione di e-commerce manager sono davvero tanti e trasversali. Per svolgere al meglio questo lavoro, bisogna avere competenze tecniche specifiche e anche diverse attitudini personali. In particolare, dovrai:

  • Possedere una serie di competenze digitali. L'e-commerce manager è una figura poliedrica e per saper gestire chi lavora nel digitale deve, in prima persona, conoscere quel mondo. È necessario avere nozioni di programmazione, web marketing, SEO, social media e analisi dei dati.

  • Avere capacità economiche e commerciali. Queste competenze ti consentiranno di svolgere analisi di mercato, definire un business plan e sviluppare una digital strategy adatta a ottimizzare il tuo web store.

  • Agire come leader. Sapere ascoltare le persone e instaurare con loro una comunicazione efficace e positiva, assegnare alle risorse compiti che possano valorizzarle al meglio all'interno del team ed essere sempre un valido punto di riferimento per tutti, autorevole e accogliente al tempo stesso, dalle spiccate capacità di problem solving.

  • Avere una visione strategica. L'obiettivo del tuo lavoro è massimizzare le vendite attraverso un'ottimizzazione del sito di e-commerce e di tutti gli aspetti ad esso connessi. Perciò serve una naturale predisposizione alla customer retention e alla definizione di strategie interne volte a soddisfare il cliente e raggiungere l'obiettivo.

  • Possedere ottime doti organizzative. Alla base del lavoro di manager, qualsiasi sia il settore specifico, dev'esserci una grande capacità di organizzazione del proprio tempo e delle proprie risorse.

  • Avere una personalità decisa ed equilibrata. Un buon manager, quindi un buon leader, è una persona risoluta, carismatica e dal carattere fermo. Queste caratteristiche consentono di instaurare rapporti lavorativi positivi e stimolanti con i colleghi, oltre a un ambiente lavorativo disteso e sereno in grado di stimolare la produttività.

Articoli correlati:

  • Competenze digitali: perché sono fondamentali

  • Curriculum digitale: 6 tipi diversi (con esempio)

  • Digital soft skills: cosa sono e quali mettere sul CV

Prospettive occupazionali e stipendio

Con la trasformazione digitale, sempre più aziende scelgono di digitalizzare anche il commerciale, sfruttando la possibilità di aprire un web store su cui vendere i propri prodotti o servizi online. Questo trend ha portato a una richiesta sempre maggiore, da parte delle aziende, di figure che operino nel digitale, e di persone in grado di gestirle e coordinarle, come l'e-commerce manager. Questa figura è infatti tra le più richieste nel settore digital.

Se stai valutando di intraprendere questa carriera, considera che la strada per arrivare a svolgere questa professione è mediamente lunga, ma potrebbe davvero valerne la pena, in termini di possibilità occupazionali e di retribuzione.

Lo stipendio dell'e-commerce manager, infatti, rispecchia il livello medio delle retribuzioni manageriali, per cui parliamo di cifre piuttosto alte, se comparate alla media nazionale. Gli stipendi ovviamente possono variare di molto in base agli anni di anzianità e al luogo in cui si svolge il lavoro. Mediamente, un e-commerce manager con esperienza che lavora a Milano può guadagnare 41.336 euro annui.

Come diventare e-commerce manager

Non esistono percorsi formativi ad hoc per diventare e-commerce manager e tale professione non è regolamentata da nessun Ordine di riferimento. Tuttavia, si possono scegliere delle strade preferenziali che permettano di acquisire tutte le competenze tecniche necessarie a svolgere questo lavoro.

La laurea in materie economiche o digitali

Nella maggioranza dei casi, le aziende richiedono una laurea in discipline economiche, informatiche o digitali. Potresti quindi valutare di seguire uno dei seguenti corsi di laurea:

  • Economia aziendale

  • Ingegneria gestionale

  • Digital marketing

  • Marketing e digital communication

Sono tanti gli atenei italiani pubblici o privati che offrono i percorsi formativi appena menzionati. Per orientarti, puoi dare un'occhiata su Internet e individuare quali università nella tua zona propongono i corsi di laurea che ti interessano. Per aiutarti nella scelta dell'istituto, puoi anche consultare la classifica Censis delle università italiane, aggiornata all'anno scolastico 2021/2022.

Una volta scelto l'ateneo e dopo il conseguimento della laurea, potresti specializzarti seguendo corsi di alta formazione o master che ti permettano di colmare eventuali lacune tecniche e approfondire tematiche affrontate più superficialmente durante il corso di laurea, per poi accedere alla professione di e-commerce manager.

L'esperienza sul campo

Oltre alla laurea, molte aziende richiedono un minimo di esperienza pregressa. Per lavorare ai livelli manageriali, bisogna aver fatto almeno qualche anno di gavetta.

Potresti accedere al settore in due modi:

  • Lavorando in uno dei dipartimenti digital e poi crescendo professionalmente fino a diventare e-commerce manager. In questo caso, potresti affiancare alla tua crescita professionale una formazione ad hoc pensata per svolgere al meglio le tue mansioni di e-commerce manager in futuro.

  • Candidandoti a un'offerta come e-commerce manager junior, magari facendo uno stage o un tirocinio. Per i livelli junior, solitamente non viene richiesta alcuna esperienza professionale nel ruolo e avresti la possibilità di formarti sul campo.

In conclusione, abbiamo visto che cosa fa un e-commerce manager, quali sono le sue mansioni e competenze, e come si fa a diventarlo. Considerando quanto è richiesta questa figura nel mondo professionale del digital e quanto si guadagna mediamente, valutare di intraprendere questa carriera è sicuramente un'ottima scelta.

Le retribuzioni indicate riflettono i dati riportati su Indeed Stipendi nel momento in cui questo articolo è stato redatto. Le cifre possono variare in base all'azienda, alla zona, all'esperienza e alla formazione dei candidati.

Articoli correlati:

  • Come lavorare nel marketing: i primi passi per costruire la tua carriera

  • Cosa fa il social media manager e come diventarlo

  • Come fare un piano di marketing


Articoli correlati

Cosa fa un account manager