Come lavorare nelle mense ospedaliere: requisiti e consigli

Di Team editoriale di Indeed

Pubblicato in data 10 ottobre 2022

La Redazione Indeed, un team eterogeneo e di talento che include scrittori, ricercatori ed esperti del settore, dispone delle analisi e dei dati di Indeed necessari per fornire consigli utili durante il tuo percorso lavorativo.

Il mondo della ristorazione è un settore molto vasto e variegato, e include anche chi lavora nelle mense. Il personale all'interno di una mensa deve essere preparato e sapersi organizzare per garantire un servizio affidabile. La mensa può essere presente in molte strutture diverse, e il lavoro nelle mense ospedaliere si caratterizza per alcuni aspetti particolari. In questo articolo vediamo insieme come si struttura questo lavoro, quali sono le sue caratteristiche e quali sono i requisiti richiesti per accedervi.

Che cos'è una mensa?

La mensa è un servizio di ristorazione che si colloca all'interno di una struttura e che garantisce la preparazione dei pasti che verranno serviti a chi usufruisce del servizio. Potrebbe essere possibile individuare delle somiglianze tra l'attività di un ristorante e quella di una mensa, ma vi sono alcune differenze sostanziali.

Entrambe le strutture dispongono, in effetti, di una cucina in cui vengono preparati i pasti, ma i metodi di distribuzione e di presentazione del cibo sono molto diversi.

I ristoranti si orientano verso un servizio incentrato sul singolo cliente o su un gruppo ristretto di clienti. Le mense, invece, sono strutture organizzate per servire un pubblico più ampio e, in genere, fisso.

Le mense fanno parte dell'organizzazione di un'azienda privata o di una struttura pubblica. Quando si progetta una nuova struttura che accoglierà un gran numero di persone, è possibile che una parte dell'edificio sarà adibita a mensa. Il costo di questo servizio può essere a carico dell'azienda che lo offre, oppure possono essere i singoli individui che ne usufruiscono a pagare per la consumazione dei prodotti.

Le mense ospedaliere: caratteristiche e requisiti

Gli operatori o le operatrici che lavorano nella ristorazione ospedaliera devono possedere determinate caratteristiche e competenze, al fine di garantire il massimo dell'efficienza del loro lavoro. Oltre a una particolare attenzione nel mantenere un'eccellente igiene personale, è necessario che il personale conosca a fondo le regole per mantenere anche l'ambiente di lavoro all'interno dell'ospedale in un ottimo stato di igiene.

L'igiene degli ambienti e del personale è infatti fondamentale, poiché lavorare nelle strutture ospedaliere potrebbe prevedere anche il contatto con i pazienti ospitati all'interno della struttura. Talvolta, infatti, alcuni pazienti non sono autosufficienti e necessitano del supporto degli operatori o delle operatrici per l'assunzione di cibo e bevande.

Come ottenere il patentino HACCP

Chi lavora nelle mense ospedaliere deve assicurarsi che vengano rispettati standard elevati che riguardano la qualità, la preparazione e la distribuzione dei prodotti. Il personale dev'essere preparato sia in ambito culinario che sanitario.

In tutte le strutture in cui si preparano e si distribuiscono prodotti alimentari, infatti, deve essere garantita l'applicazione delle regole di analisi del rischio e controllo critico degli alimenti (questo sistema è noto come HACCP, dal rispettivo acronimo inglese).

La certificazione HACCP è obbligatoria per tutti coloro che, per la propria occupazione lavorativa (o di volontariato), manipolano gli alimenti. In Italia, gli enti che rilasciano la certificazione HACCP sono principalmente le ASL (Azienda Sanitaria Locale), le quali sono finanziate dalle rispettive regioni.

Soprattutto a seguito della pandemia da Covid-19, molti corsi di formazione permettono la frequenza e il rilascio del certificato di superamento del corso da remoto. Vi è pertanto la possibilità di seguire un corso online per il protocollo HACCP.

Lavorare nelle mense ospedaliere

Oltre alle competenze tecniche che riguardano l'igiene personale e l'igiene dell'ambiente di lavoro, ci sono diverse competenze trasversali che il personale delle mense, in particolare quello delle mense ospedaliere, deve possedere.

Se si vuole lavorare nelle mense ospedaliere, è necessario sviluppare alcune competenze di natura relazionale. I pazienti ricoverati in un ospedale potrebbero trovarsi in uno stato di scarsa autosufficienza, e hanno bisogno di relazionarsi con figure professionali dotate di empatia e capaci di ascoltare le loro necessità.

La preparazione e la somministrazione del cibo devono avvenire con un'attenzione maggiore rispetto ad altri servizi di mensa, poiché il paziente che usufruisce del servizio potrebbe dover seguire diete specifiche, come diete liquide, semiliquide o prive di certi ingredienti, o quantità di cibo minori (o, in alcuni casi, maggiori) rispetto a un soggetto sano.

La formazione e i requisiti del personale

Come prima cosa, per cercare lavoro come cuoco o cuoca nelle mense ospedaliere, è necessario essere in possesso di almeno un diploma di licenza media e una buona conoscenza delle procedure da seguire per la lavorazione del cibo. Quest'ultima può essere acquisita grazie a enti specializzati che formano il personale da inserire nelle mense.

Oltre alle procedure standard da seguire sul posto di lavoro, è richiesta una conoscenza delle norme sulla sicurezza sul posto di lavoro, dei metodi di prevenzione e dei metodi per garantire la qualità degli alimenti.

Dopo aver frequentato un corso apposito (che idealmente dovrebbe già prevedere il conseguimento dell'attestato HACCP), si può iniziare a cercare lavoro presso le diverse aziende private o tramite concorsi pubblici.

Le prove d'esame previste dai corsi di formazione o dai concorsi richiedono al candidato o alla candidata una certa conoscenza anche nell'ambito della nutrizione, in particolare per quanto riguarda le proprietà di certi alimenti, le diete speciali e le diete libere.

Carico di lavoro e retribuzione

Lavorare nelle mense ospedaliere è un'attività che permette al cuoco o alla cuoca di gestire la propria giornata in maniera piuttosto flessibile. Questo lavoro prevede turni di lavoro che ricadono nell'orario del pranzo o della cena, e il lavoratore o la lavoratrice potrà così avere la possibilità di seguire altri corsi, gestire gli impegni familiari o svolgere un secondo lavoro altrove.

Essendo, tuttavia, un'attività che si svolge solitamente part-time, il lavoro nelle mense ospedaliere prevede una paga corrispondente all'ammontare delle ore di lavoro. Solitamente si tratta di un massimo di quattro o cinque ore lavorative al giorno e può capitare di dover lavorare anche nel fine settimana. Lo stipendio, inoltre, varia anche a seconda della struttura, pubblica o privata, per cui si va a lavorare.

Leggi anche:

  • Quanto guadagna un cuoco?

  • Come scrivere un curriculum vitae da cuoco: guida ed esempio

Pro e contro del lavoro nelle mense

Lavorare all'interno di una mensa, sia essa una mensa ospedaliera o di altro tipo, prevede una serie di pro e contro da tenere a mente prima di addentrarsi nella ricerca di un lavoro in questo settore.

I pro

  • Le mense sono specializzate nel servire puntualmente il cibo ai pazienti di un ospedale, ai dipendenti di un'azienda, agli studenti universitari o delle scuole pubbliche e private, agli anziani nelle case di riposo, alle persone senza fissa dimora o che risiedono nelle strutture di accoglienza. Tutte queste categorie possono usufruire di servizi di mensa di vario tipo e lavorare a contatto con le persone può essere estremamente appagante.

  • Dato che il cibo che viene preparato nei centri di cottura e distribuito nelle mense è costantemente controllato, anche la sua quantità e la sua qualità sono monitorate passo dopo passo. L'azienda che fornisce il servizio di mensa ha la responsabilità di garantire che i prodotti siano edibili e privi di contaminazioni, sia per coloro che non hanno intolleranze alimentari sia per chi invece ne è affetto.

I contro

  • La mensa può essere un ambiente monotono, e bisogna adeguarsi alla ripetitività del servizio.

  • A volte i pasti caldi vengono preparati nei cosiddetti centri di cottura e successivamente spediti nei servizi di mensa. Nelle mense può essere terminata la preparazione del cibo che viene successivamente distribuito al pubblico. Ciò non vuol dire che la qualità del cibo sia scarsa, ma che esso viene preparato con un fine più pratico rispetto a quello del ristorante.

Per trovare lavoro nella mensa di un ospedale, potresti iniziare con una ricerca mirata su Indeed ed esaminare le offerte di lavoro disponibili. In alternativa, potresti anche presentare il tuo curriculum vitae a un'agenzia interinale, che prenderà nota della tua richiesta e saprà indirizzarti a un'azienda che ricerca questo tipo di lavoratore.

Si prega di notare che nessuna delle aziende, istituzioni od organizzazioni menzionate in questo articolo è associata a Indeed.

Articoli correlati:

  • Come fare volontariato in ospedale

  • Come diventare operatore socio-sanitario

  • Come lavorare nel sociale: cosa c'è da sapere

  • Cosa fa un collaboratore scolastico?

  • Come diventare chef professionista

  • Come diventare pizzaiolo - Guida pratica




Articoli correlati

Come lavorare in crociera e quali sono i ruoli più richiesti

Esplora altri articoli