16 lavori per aiutare le persone

Di Team editoriale di Indeed

18 novembre 2021

Spesso le soddisfazioni più grandi, anche nel lavoro, derivano dall'aiutare le persone: ci si sente utili e si contribuisce a migliorare, di poco o di molto, la vita di qualcuno.
Se sei alla ricerca di un modo per fare la differenza al mondo, questo articolo potrebbe interessarti. Chiariremo la differenza tra aiutare gli altri con il proprio lavoro e fare volontariato e faremo qualche esempio per spiegare come lavori diversissimi tra loro, non necessariamente nel campo sociale, possano essere svolti in un'ottica di aiuto al prossimo o alla collettività.

I lavori per aiutare le persone

Il lavoro non è soltanto un mezzo per guadagnarsi da vivere: molte persone, infatti, trovano nel proprio impiego un modo per aiutare gli altri o contribuire al miglioramento della società.
Come vedremo, esistono molti modi di aiutare le altre persone attraverso il proprio lavoro. Prima però sarà necessario fare una distinzione rispetto al volontariato e chiarire se esistono requisiti o caratteristiche specifici per lavorare al servizio del prossimo.

Aiutare le altre persone: si è pagati o no?

Mettiamo subito le cose in chiaro: lavorare per aiutare le persone non significa fare volontariato.
Certamente il volontariato è un contributo importantissimo per la società e prevede attività volte ad aiutare le persone. Infatti, i volontari mettono a disposizione una parte del proprio tempo libero per attività sociali, culturali o solidaristiche, ma non ricevono una remunerazione (tutt'al più, ci può essere un rimborso spese).
Diversamente dal volontariato, il lavoro si svolge secondo termini definiti in un contratto, prevede degli orari e, ancora più importante, uno stipendio o un compenso. Questo vale anche per i mestieri e gli incarichi lavorativi che presentano una componente solidaristica.

Aiutare le persone con il proprio lavoro: chi lo può fare?

Per i mestieri volti ad aiutare gli altri, non esistono requisiti generali di sbarramento, anzi.
Come vedremo, i settori che permettono di lavorare aiutando le persone sono molto vari e ognuno ha le proprie peculiarità. Alcuni impieghi richiedono un contatto diretto con le persone, altri delle conoscenze specialistiche e altri ancora delle competenze relazionali.
Se vuoi fare del tuo lavoro uno strumento per aiutare le persone, probabilmente la cosa migliore sarà seguire le tue inclinazioni professionali e personali. Troverai sicuramente il modo migliore per mettere a frutto e utilizzare le tue competenze al servizio degli altri.
I 16 esempi che seguono potrebbero esserti d'ispirazione.

16 esempi di lavori per aiutare le persone

Ci sono impieghi che hanno un chiaro scopo sociale o solidaristico, come quello dell'assistente sociale o del mediatore culturale. Tuttavia, anche altre tipologie di lavori possono essere d'aiuto alle persone.
Con questo articolo, vogliamo aprire una riflessione: insieme ai lavori nel sociale propriamente detti, esistono altri mestieri che portano ad aiutare gli altri, prestare un servizio di utilità sociale o lavorare a vantaggio della collettività.
Sarebbe impossibile redigere una lista esaustiva, quindi abbiamo selezionato 16 figure professionali attingendo da vari ambiti e settori. Ce ne sarebbero molte altre: sicuramente leggendo te ne verranno in mente alcune.
Vediamo le principali caratteristiche e mansioni di queste figure.

1. Insegnante

Chi insegna ha un ruolo di primaria importanza: contribuisce, con il proprio lavoro, a formare la personalità di bambini e ragazzi. Gli insegnanti hanno responsabilità che vanno ben oltre il semplice impartire nozioni: il loro ruolo può essere determinante nell'orientare la sensibilità delle persone in formazione, aiutandole a maturare e a diventare autonome.

Leggi anche: Come diventare insegnante - Una guida per aspiranti docenti

2. Insegnante di sostegno

Anche gli insegnanti di sostegno, che affiancano alunni e studenti con disabilità e disturbi dell'apprendimento, hanno un ruolo sociale molto forte. In particolare, stabiliscono gli obiettivi didattici e il piano formativo in base alle caratteristiche specifiche dell'allievo o dell'allieva. Quest'azione mirata permette di superare un limite all'inclusività del sistema scolastico: i piani formativi, infatti, si rivolgono alle "classi" senza tenere conto delle caratteristiche individuali degli alunni e della diversità nello sviluppo di ciascuno.

3. Mediatore culturale

Come ti sentiresti se ti trovassi ad avere bisogno di cure mediche o di assistenza legale in un Paese in cui non parli né capisci la lingua d'uso? I mediatori culturali, padroneggiando una o più lingue, favoriscono l'integrazione delle persone di origine straniera e il loro accesso ai servizi. I contesti in cui si rende necessario l'intervento di questa figura sono molteplici, come i centri di accoglienza per migranti, gli ospedali o i tribunali.

4. Nutrizionista

Nella società contemporanea il rapporto con l'alimentazione non è sempre sereno e spontaneo. A fornire indicazioni per una corretta alimentazione, ci sono gli specialisti della nutrizione. I percorsi proposti dal nutrizionista, anche in collaborazione con altre figure come quella dello psicologo, aiutano le persone a trovare un equilibrio e a prendersi cura della propria salute.

Leggi anche: Come diventare nutrizionista

5. Infermiere e OSS

Le figure dell'infermiere e dell'OSS (Operatore Socio Sanitario) sono presenti in molti contesti medici e assistenziali. In entrambi i casi, hanno un duplice ruolo: da un lato, sono figure operative che affiancano e integrano il ruolo dei medici nella cura dei pazienti e nella somministrazione di farmaci; dall'altro, devono possedere buone competenze relazionali, ottime capacità di comunicazione e una spiccata empatia per confortare e assistere i pazienti.

6. Operatore di strada

Una figura ancora poco nota è quella degli operatori e delle operatrici di strada. Il compito principale di queste figure consiste nell'assistere o portare aiuto puntuale alle persone che si trovano in situazioni di emarginazione, dipendenza o sfruttamento. Si tratta di un mestiere che richiede sensibilità, competenza e buona volontà.

7. Educatore museale

La Convenzione di Faro, di recente ratificata dall'Italia, ha riconosciuto il valore sociale della partecipazione alla cultura. Il compito principale degli educatori museali è quello di coinvolgere il pubblico nella conoscenza del patrimonio: propongono visite guidate, attività di mediazione, percorsi di scoperta e manipolazioni di materiali al fine di rendere accessibile il patrimonio culturale a persone di qualsiasi età e formazione.

8. Medico

Il medico è la figura primaria a tutela del benessere fisico e psichico. Dal pediatra ai vari specialisti, passando per il medico di base, si tratta di professionisti sui quali sappiamo di poter contare per tutte le esigenze legate alla salute.

9. Attivista intersezionale

Le discriminazioni e le oppressioni sono uno dei più grandi problemi sociali, con conseguenze quotidiane e tragici risvolti violenti. L'attivista intersezionale lotta contro tutte le discriminazioni, secondo il principio dell'intersezionalità. Razzismo, sessismo, omotransfobia, grassofobia, abilismo e tutte le altre discriminazioni devono essere combattute secondo una prospettiva d'insieme, proprio perché interconnesse. Gli attivisti e le attiviste intersezionali, forti di quest'idea, lottano per sradicare i problemi che affliggono la società.

10. Avvocato

Scegliere le proprie battaglie è importante, ma anche scegliere le proprie cause giuridiche con coscienza può fare la differenza. Gli avvocati possono usare il proprio ruolo per aiutare gli altri nell'esercizio delle proprie funzioni.

Leggi anche: Come diventare avvocato

11. Assistente sociale

L'assistente sociale opera per risolvere e prevenire le situazioni di disagio economico e di emarginazione sociale. Per fare ciò, organizza le risorse umane, finanziarie, istituzionali e solidaristiche per interventi mirati. Si tratta di un lavoro che richiede molte competenze e porta a una carriera dedicata alle persone fragili.

12. Vigile del fuoco

I vigili del fuoco, nell'immaginario collettivo, sono forse tra le figure più prossime ai supereroi. In effetti, si tratta di donne e uomini formati per intervenire in situazioni di emergenza, come incendi e catastrofi naturali.

13. Psicologo

La psicologia intesa come disciplina scientifica esiste ormai da ben più di un secolo e come tutti i campi di studio cresce e si sviluppa insieme alla società. Gli psicologi, con il loro lavoro, possono davvero rappresentare un aiuto prezioso per il benessere delle persone, ma anche dei gruppi e delle comunità.

Leggi anche: Come diventare psicologo

14. Estetista e parrucchiere

Sentirsi bene con se stessi ha un immenso impatto sul benessere: l'aspetto esteriore è un mezzo per raccontarsi, affermarsi o distinguersi. Gli estetisti e i parrucchieri, sotto questo punto di vista, aiutano le persone ad allineare la propria immagine esteriore con l'immagine che desiderano, sentirsi in ordine e presentarsi nel modo che ritengono migliore.

15. Divulgatore di discipline scientifiche o umanistiche

Chimica, fisica, astronomia: materie distanti e inaccessibili per eccellenza. Storia e archeologia, che noia! Filosofia, poi, chi ci capisce niente? Menomale che ci sono i divulgatori e le divulgatrici, che con il loro lavoro avvicinano le persone all'universo delle materie scientifiche e degli studi umanistici. Se spiegati nel modo giusto, i concetti scientifici, storici e filosofici possono diventare chiari e interessanti per tutti. Ecco perché la divulgazione aiuta le persone a non sentirsi escluse dalla cultura e dalla conoscenza.

16. Fundraiser in enti senza scopo di lucro

L'attività di fundraising consiste nel reperire finanziamenti per istituzioni e organizzazioni con scopi sociali o di pubblica utilità. Chi si occupa della raccolta fondi aiuta questi enti a concretizzare progetti che spaziano dal campo umanitario (come costruire una scuola in un Paese emergente) a quello culturale (per esempio, restaurare un edificio di riconosciuto valore storico-artistico).

Articoli correlati:

  • Come lavorare nel sociale: cosa c'è da sapere

  • Come diventare assistente sociale

  • Competenze dell'operatore socio sanitario (OSS): requisiti e attitudini personali

  • Abilità sociali: la loro importanza in ambito professionale

  • Come fare volontariato può farti scoprire la tua vocazione

Articoli correlati

Lavorare con i libri: 20+ lavori per chi ama leggere