Tipi di manager: quale carriera scegliere

Di Team editoriale di Indeed

4 dicembre 2021

La figura del manager è presente in ogni impresa, di qualsiasi settore. Esistono però tanti tipi di manager differenti: c'è chi si occupa di alcune attività specifiche, chi gestisce un intero reparto aziendale, fino ad arrivare ai top manager, che ricoprono posizioni fra le più ambite e più remunerate nel mondo del lavoro.

In questo articolo ti presentiamo alcune fra le figure manageriali più richieste in Italia. Ti aiuteremo a individuare quale posizione da manager è quella più adatta al tuo curriculum e a capire quali competenze devi sviluppare se vuoi diventare manager.

Cosa fa un manager?

Il termine viene dall'inglese to manage, gestire: il manager infatti gestisce qualcosa o qualcuno all'interno dell'azienda per aiutare a raggiungere gli obiettivi prefissati dal titolare o dai vertici aziendali. Si tratta dunque di una figura professionale di grande responsabilità: è suo il compito di stabilire i processi aziendali per ottenere risultati, gestire le risorse necessarie e verificare che i processi all'interno del suo dipartimento o dell'intera azienda funzionino correttamente.

Solitamente nelle imprese multinazionali più grandi sono presenti più figure e livelli manageriali. Il top level manageriale comprende: il Managing Director o Chief Executive Officer (CEO), la posizione manageriale più alta, colui o colei che prende ogni decisione importante e rappresenta il volto dell'azienda; il Chief Financial Officer (CFO), che stabilisce le strategie finanziarie dell'azienda; il Chief Operating Officer (COO), la figura operativa che si occupa di trasformare in realtà le strategie aziendali stabilite dal CEO. Troviamo poi i Director, altre figure manageriali che gestiscono interi dipartimenti aziendali e fungono da ponte tra i top manager e il resto dell'azienda. A loro rispondono i Senior Manager che coordinano le attività di uno o più team di lavoro. In ultimo, al livello manageriale più basso, troviamo i Manager e gli Executive manager, le persone che svolgono concretamente le attività lavorative all'interno dell'azienda.

Tutto si semplifica all'interno delle PMI, dove di norma esiste un Direttore o una Direttrice di reparto che risponde direttamente ai titolari dell'azienda.

Se l'idea di ottenere un ruolo di responsabilità ti solletica, sei nel posto giusto. Prima di capire quale tipo di manager vuoi diventare, vediamo quali sono le competenze che i diversi tipi di manager dovrebbero avere, a prescindere dal settore lavorativo.

Le skill di base per ogni tipo di manager

Chi vuole diventare manager o aspira a una carriera all'interno di una multinazionale deve avere precise caratteristiche per riuscire a svolgere in maniera proficua il proprio lavoro. Vediamo quali sono le competenze che ogni aspirante manager deve avere.

Doti di leadership
È evidente che per fare carriera come manager e arrivare in alto bisogna avere un'attitudine al comando. Ma non parliamo di diventare piccoli dittatori: un manager deve essere carismatico, riuscire a ispirare e a motivare le persone che gestisce.

Doti comunicative e relazionali
L'arte di comunicare e costruire relazioni durature comprende essere empatici e sviluppare l'ascolto attivo. Una comunicazione efficace passa anche dalla persuasione, certamente fra le doti necessarie per ambire alle posizioni manageriali.

Doti organizzative
Saper organizzare il proprio lavoro e quello degli altri è fondamentale per ogni tipologia di manager. Un manager deve essere attento ai dettagli, saper stabilire gli obiettivi da raggiungere e le priorità per le varie attività da svolgere; deve inoltre essere capace di comprendere quando è il momento di delegare e quali sono le persone più idonee per ogni mansione.

Doti analitiche e creative
Avere un pensiero analitico aiuta a valutare ogni aspetto di una situazione, ad aggirare eventuali ostacoli e a trovare le soluzioni migliori per ogni problema. La creatività è un'altra dote fondamentale perché permette di vagliare anche soluzioni apparentemente improbabili per raggiungere i risultati desiderati.

A queste doti, certamente utili per ogni posizione lavorativa in ambito manageriale, si sommano le abilità sociali che giovano in ogni contesto lavorativo e le competenze tecniche proprie della posizione che si vuole raggiungere.

Capacità linguistiche
Conoscere una o più lingue rende più facile aspirare a posizioni lavorative nel management di ogni azienda, soprattutto nelle multinazionali dove potrebbe capitare di dover gestire team internazionali. Conoscere l'inglese è di certo il passe-partout per ottenere un lavoro da manager. Per questo è estremamente utile ottenere una certificazione di Business English da inserire nel proprio CV.

Vediamo quindi quali posizioni da manager potresti prendere in considerazione.

Tipi di manager: scopri quale fa per te

La maggioranza delle figure manageriali oggi ricopre ruoli nel settore digitale, nel settore commerciale o nelle vendite. In questi settori infatti esistono diverse grandi imprese o multinazionali che hanno una struttura conforme con quella che ti abbiamo presentato prima, dal CEO all'Executive manager. Abbiamo selezionato 7 figure di manager che afferiscono a questi settori: una di queste figure potrebbe essere il lavoro che stai cercando!

Digital marketing manager

Il digital marketing manager si occupa di definire e gestire il piano di comunicazione e la strategia di marketing dell'azienda partendo da un'analisi di mercato per definire il pubblico di riferimento e un'analisi della concorrenza per individuare i competitor. Definisce il budget da dedicare a ogni azione di marketing (ottimizzazione per i motori di ricerca, pubblicità online, email marketing) e e gli obiettivi strategici da raggiungere.

Le competenze di chi gestisce il marketing aziendale sono:

  • Profonda conoscenza di ogni aspetto del marketing e dei suoi processi

  • Familiarità con gli strumenti digitali

  • SEO (Search Engine Optimization) e SEM (Search Engine Marketing)

  • Web analytics e strumenti di misurazione delle performance online

  • Google Ads e Social media marketing

Brand manager

Ogni azienda rappresenta un brand da comunicare e per farlo ha bisogno di una figura specifica: il brand manager. Il suo compito è quello di aumentare la consapevolezza del brand (brand awareness) di un'azienda e gestire la reputazione (brand reputation) aziendale. Deve aver ben chiari in mente i punti di forza e di debolezza dell'azienda e preparare e gestire eventuali crisi di reputazione. Si occupa di seguire i lanci di prodotto, che vanno dall'ideazione alla produzione, fino alla messa in commercio, per verificare che l'accoglienza del pubblico sia quella aspettata. Studia i processi per migliorare il posizionamento aziendale e può occuparsi anche del personal branding del CEO o di altre figure manageriali.

Tra le competenze tecniche di un brand manager troviamo la valutazione del rischio, la comunicazione di crisi e il crisis management ovvero la capacità di gestire una crisi mettendo in atto azioni per minimizzarne l'impatto sulla reputazione aziendale.

Project manager

Questa figura professionale è estremamente trasversale perché è necessaria in ogni settore. Il project manager ha la responsabilità di dirigere e controllare ogni fase di un progetto, dalla pianificazione all'esecuzione: definisce gli obiettivi e il budget del progetto, coordina i dipartimenti o i team di lavoro coinvolti, monitora l'avanzamento del progetto e le performance del team.

Tra tutte le figure di manager che ti stiamo presentando il project manager è probabilmente il lavoro in cui le capacità relazionali hanno un peso maggiore, insieme alla gestione dello stress e dei tempi. Deve conoscere e saper applicare metodi e tecniche di project management: ad esempio, come costruire una WBS (Work Breakdown Structure), una struttura di scomposizione delle attività di progetto senza ordine cronologico; o come inserire le attività in un diagramma di Gantt per calcolare i tempi di un progetto.

Social media manager

Si occupa di gestire la comunicazione social di un'azienda, declinando la strategia di marketing impostata dal digital marketing manager. Il social media manager ha il compito di impostare un piano editoriale per i canali social, creare contenuti in base alla strategia di marketing, programmare la pubblicazione e monitorare i risultati ottenuti, creando dei report. Spesso lavora su più canali contemporaneamente e in alcuni casi si può occupare anche della gestione delle community.

Anche per questa figura è fondamentale quindi avere competenze in web analytics e crisis management, conoscere perfettamente l'ecosistema social in continuo mutamento ed essere multitasking.

Product manager

È il cuore commerciale di un'azienda e si occupa di gestire ogni fase della realizzazione di un prodotto: dal packaging al prezzo, dalla pubblicità ai canali su cui comunicare i nuovi prodotti. Analizza le quote di mercato dell'azienda e l'andamento delle vendite per aumentare il fatturato aziendale. Può lavorare insieme al project manager che si occuperà della parte tecnica e con l'export manager se il prodotto è destinato al mercato estero.

Deve avere un'ottima conoscenza dei processi e delle strategie di vendita.

Export manager

L'Export manager è una figura indispensabile in tutte quelle aziende che lavorano con l'estero o che vogliano internazionalizzare, ovvero posizionare i propri prodotti o servizi su un nuovo mercato estero. Il suo lavoro consiste nel trovare nuove opportunità di crescita per l'azienda. L'export manager studia quindi i mercati e la concorrenza, stabilisce relazioni con partner locali per distribuire e vendere i prodotti aziendali. Può lavorare in sinergia con il brand manager per il lancio di nuovi prodotti all'estero e con il product manager per stabilire quali linee di prodotto internazionalizzare.

Tra le sue competenze tecniche principali c'è la capacità di raccogliere dati e analizzarli per stabilire la strategia di vendita più efficace per un mercato internazionale.

Sales manager

Gestisce il reparto vendite, il motore che permette a ogni azienda di sopravvivere sul mercato. Conosce alla perfezione ogni tecnica di vendita e il suo compito è quello di formare il team di venditori e motivarli. Deve avere una conoscenza approfondita dei prodotti o servizi dell'azienda, in modo da riuscire a generare interesse, trovare contatti e chiudere le vendite nel più breve tempo possibile.

Il sales manager deve costruire relazioni con i clienti ed essere in grado di mantenerle nel tempo per garantire all'azienda i profitti desiderati.

Queste sono solo alcune figure manageriali che puoi trovare nelle aziende. Per scoprire quanto guadagna mediamente ognuna di queste figure puoi utilizzare il nostro strumento di ricerca stipendi.

Se, invece, vuoi verificare quali altri tipi di manager vengono richiesti sul mercato del lavoro, consulta le offerte di lavoro in area manageriale su Indeed.