• Pagina iniziale
  • Risorse
  • Assumere rifugiati provenienti dall’Ucraina all’interno dell’UE: domande frequenti per i datori di lavoro

Assumere rifugiati provenienti dall’Ucraina all’interno dell’UE: domande frequenti per i datori di lavoro

Ultimo aggiornamento dell’articolo: 14 aprile 2022

 

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha costretto milioni di persone a fuggire e cercare in Europa un rifugio e un possibile luogo di reinsediamento. I datori di lavoro all’interno dell’Unione europea (UE) hanno la possibilità di assistere i rifugiati in questo processo, assicurando loro un impiego a breve o a lungo termine. Nell’ambito dell’impegno di Indeed volto a sostenere chi affronta difficoltà nell’ambito dell’occupazione e ad aiutare i datori di lavoro a entrare in contatto con questo pool di talenti, il presente articolo mira a rispondere alle domande più comuni di chi intende assumere rifugiati provenienti dall’Ucraina.

 

Pubblica un'offerta

Sommario 

 

I datori di lavoro che si trovano all’interno dell’UE possono assumere rifugiati provenienti dall’Ucraina? 

 

Sì: la Commissione europea ha attivato la direttiva sulla protezione temporanea per aiutare chi fugge dalla guerra in Ucraina. Nel quadro di tale direttiva, a partire dal 4 marzo 2022, alle persone in fuga dall’Ucraina vengono offerti protezione e sostegno se arrivano in uno dei 26 Stati membri dell’Unione europea.* I diritti garantiti da questa direttiva temporanea includono l’accesso a un alloggio, all’assistenza sanitaria, all’istruzione per i bambini e al mercato del lavoro. 

 

Ogni Stato membro dell’UE deve seguire gli orientamenti operativi della Commissione europea per instaurare processi di registrazione e sistemi atti ad assicurare tali diritti ai profughi ucraini. I rifugiati dovranno richiedere un permesso di soggiorno per protezione temporanea e seguire le procedure vigenti nel luogo di arrivo per ricevere l’autorizzazione a lavorare. 

 

*La direttiva sulla protezione temporanea si applica in tutti gli Stati membri dell’UE ad eccezione della Danimarca. Non vige negli Stati terzi che partecipano all’accordo di Schengen (Svizzera, Norvegia, Liechtenstein e Islanda).

 

Chi è idoneo all’assunzione all’interno dell’UE e per quanto tempo?

 

Le persone residenti stabilmente in Ucraina prima dell’invasione hanno diritto alla protezione temporanea e ad opportunità di impiego in tutti i 26 Paesi UE partecipanti per almeno un anno, periodo che può essere ampliato a seconda dell’evolversi della situazione in Ucraina. Controlla qui gli aggiornamenti relativi all’estensione della direttiva sulla protezione temporanea. 

 

I datori di lavoro che si trovano al di fuori dell’UE possono assumere rifugiati provenienti dall’Ucraina?

 

Per quanto riguarda i Paesi al di fuori dell’UE le disposizioni sono diverse. Per verificare l’autorizzazione al lavoro per i rifugiati nel tuo Paese, consulta le informazioni fornite dal governo sullo stato di protezione temporanea riservato a chi fugge dall’Ucraina.

 

      • Regno Unito: clicca qui  per ulteriori informazioni 
      • Stati Uniti: clicca qui per maggiori informazioni sullo stato di protezione temporanea e qui per ulteriori indicazioni sull’immigrazione. 
      • Canada: clicca qui per ulteriori informazioni 

Come posso prepararmi per assumere e offrire sostegno a chi cerca lavoro in qualità di rifugiato? 

 

Per alcuni rifugiati, entrare a far parte della forza lavoro dopo l’arrivo in un nuovo Paese può rivelarsi difficile. È importante che i datori di lavoro comprendano tale sfida e si preparino ad assumere i rifugiati e a sostenerli in maniera adeguata, facendo ricorso alle risorse disponibili.  
Nell’ambito della nostra risposta alla guerra in Ucraina, abbiamo chiesto a esperti, come i membri dell’International Rescue Committee (IRC), di indicarci quali informazioni relative a una potenziale opportunità di lavoro sono necessarie per chi cerca un impiego in qualità di rifugiato. È emerso che, affinché un rifugiato possa prendere una decisione consapevole al momento della candidatura, tra le informazioni più utili vi sono i requisiti linguistici e la formazione prevista, nonché la sede di lavoro o i servizi di rilocazione.
 

Traumi psicologici ed emotivi

Fuggire dal proprio Paese per scampare a un pericolo può causare seri traumi psicologici ed emotivi. Valuta in che modo accogliere le esigenze relative alla salute mentale dei rifugiati. 

 

Livello di conoscenza linguistica limitato

Molti rifugiati potrebbero non conoscere o conoscere poco la lingua parlata nel tuo Paese. In questo contesto, i datori di lavoro devono considerare le posizioni disponibili e capire se esiste la possibilità di offrire un impiego a chi ha una conoscenza limitata della lingua locale. Le aziende possono inoltre valutare altre strade per assistere i nuovi assunti nello sviluppo delle proprie abilità linguistiche.

 

Per consentire alle persone in arrivo dall’Ucraina di acquisire le competenze necessarie per inserirsi nel mercato del lavoro dell’UE, la Commissione europea offre varie forme di assistenza, tra cui corsi di lingua. Clicca qui per ulteriori informazioni. 

 

Trasferibilità e riconoscimento di qualifiche e competenze

Chi fugge dall’Ucraina potrebbe avere le formazione e le competenze necessarie per ricoprire un ruolo per il quale stai assumendo, ma potrebbe non essere in possesso del titolo di studio corrispondente o del permesso di svolgere tale lavoro nel tuo Paese. Mentre la tua azienda assiste i nuovi assunti nell’ottenimento della licenza richiesta, valuta se esistono posizioni che non prevedono licenze e che potrebbero pertanto essere ricoperte dai profughi ucraini. 

 

La Commissione europea, inoltre, sta elaborando nuovi orientamenti per facilitare il riconoscimento delle qualifiche professionali ottenute in Ucraina. Ciò renderà più semplice per i datori di lavoro e gli istituti di formazione la comprensione delle competenze degli ucraini che arrivano nell’UE. La Fondazione europea per la formazione sta creando un sito per aiutare i datori di lavoro a interpretare le qualifiche di chi proviene dall’Ucraina. Verifica qui i relativi aggiornamenti. 

 

Cura dei bambini e dei membri della famiglia più anziani 

La maggior parte dei rifugiati provenienti dall’Ucraina è composta da donne, bambini e persone anziane. Le donne in età lavorativa potrebbero avere bisogno di lavorare ed essere quindi disponibili, ma necessitano di assistenza per la cura dei familiari. Valuta quali sussidi o che tipo di sostegno puoi offrire a questa categoria di persone per aiutarle a ottenere e mantenere un impiego. 

 

Accesso ai trasporti e alle risorse per il trasferimento

Diverse aziende di trasporto europee offrono viaggi gratuiti (in treno, autobus, traghetto e aereo) a chi fugge dall’Ucraina. Monitora le opzioni di trasporto disponibili qui. Tuttavia, le persone in cerca di lavoro potrebbero aver bisogno di ulteriori risorse per trasferirsi o ricongiungersi alle proprie famiglie. La tua azienda deve considerare quali servizi di rilocazione è in grado di fornire.

 

Documentazione legale (ad esempio licenze, passaporti, ecc.) 

I datori di lavoro devono tenere presente che, data la situazione di pericolo, i rifugiati potrebbero essere fuggiti senza portare con sé documenti, compresi i passaporti e le licenze. Di conseguenza, i potenziali dipendenti potrebbero necessitare di tempo aggiuntivo per la convalida del proprio stato presso le autorità locali. Puoi contattare l’amministrazione locale per verificare se è possibile accettare documenti alternativi per garantire il diritto al lavoro o chiedere consiglio a organizzazioni professionali circa la documentazione necessaria per attestare le qualifiche specifiche di chi fugge dalla guerra.

 

Con un’attenta valutazione delle difficoltà correlate alla situazione eccezionale e un’adeguata preparazione, i datori di lavoro possono assumere i rifugiati, assicurando loro un impiego soddisfacente. 

 

Come posso far sì che i miei annunci di lavoro raggiungano i rifugiati in modo efficace?

 

Per raggiungere chi cerca lavoro in qualità di rifugiato, puoi seguire una serie di passaggi durante la creazione degli annunci: 

      • Pubblica annunci gratis* su Indeed
      • Specifica i requisiti linguistici necessari per il ruolo e se l’azienda offre formazione in ambito linguistico 
      • Indica se l’azienda offre servizi di rilocazione o altre forme di assistenza tra quelle citate sopra 
      • Indeed, inoltre, sta chiedendo ai datori di lavoro di indicare dettagli aggiuntivi negli annunci: considera di fornire tali informazioni, ove possibile 

       

      Per aiutare i rifugiati a entrare in contatto con i datori di lavoro, la Commissione europea sta creando per gli sfollati ucraini un pool online di talenti dell’UE, con l’obiettivo di abbinare le competenze alle posizioni vacanti. Clicca qui per ulteriori informazioni. 

       

      *Si applicano termini e condizioni, standard qualitativi e limiti di utilizzo.

      Quali sono i vantaggi connessi all’assunzione di un rifugiato? 

       

      In qualità di datore di lavoro, potrai contribuire al processo di ricollocamento dei rifugiati in un Paese ospitante offrendo loro un ambiente formativo: potrai offrire loro l’opportunità di approfondire la cultura e di comunicare nella lingua del Paese di accoglienza, sviluppare nuove competenze, nonché assicurare sostegno e indipendenza finanziaria a chi ne ha più bisogno. Inoltre, trarrai beneficio dalle abilità e dai talenti degli ucraini

Pubblica un'offerta
Pronto per iniziare? Pubblica un'offerta

*Indeed fornisce queste informazioni agli utenti del sito a titolo di cortesia. Non abbiamo il ruolo di consulenti legali o per la selezione del personale, non siamo responsabili per il contenuto delle descrizioni delle offerte e nessuna delle informazioni qui fornite è garanzia di prestazioni.